Derivati crypto, a novembre volumi in calo
Derivati crypto, a novembre volumi in calo
Criptovalute

Derivati crypto, a novembre volumi in calo

By Vincenzo Cacioppoli - 6 Dic 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Secondo l’ultimo rapporto mensile di CryptoCompare realizzato analizzando i volumi scambiati sui principali exchange di criptovalute, il mercato spot e il mercato dei derivati crypto a novembre hanno avuto risultati divergenti.

Il massimo giornaliero è stato toccato il giorno 9 novembre, quando sono stati scambiati 131 miliardi di dollari, in rialzo del 9,6% rispetto al massimo infra mese di ottobre.

Crollano volumi BTC in fiat

I volumi di cambio di Bitcoin in USDT hanno continuato a diminuire per il terzo mese consecutivo. A novembre sono stati scambiati “appena” 3,2 milioni di BTC (in calo del 20,7% da ottobre e del 27,8% dal recente massimo di agosto).

Ma anche le altre principali coppie di scambi in valute fiat hanno visto volumi in discesa. 

I cambi con USD, JPY ed EUR  sono scesi rispettivamente a 916k (in calo del 13,7%), 229k (-18,4%) e 211k (-15,3%).

volumi derivati crypto
I derivati sono oltre la metà del mercato crypto

Mercati crypto, volumi spot su, derivati giù

Per quanto riguarda i volumi totali scambiati, a novembre si è assistito ad una divergenza tra i volumi spot e mercato dei derivati crypto.

I volumi dei derivati ​​sono diminuiti del 9,2% a novembre a $ 3,3 trilioni. Nel frattempo, i volumi spot totali sono invece aumentati del 3,3% a 2,7 trilioni di dollari.

Il mercato dei derivati secondo il report ​​rappresenta adesso il 54,8% del totale del mercato crypto (a settembre la percentuale era del  57,9%).

Tra gli exchange, Binance ha registrato a novembre il maggior volume di scambi spot con circa 914 miliardi di dollari (+6,8% rispetto ad ottobre). Il secondo exchange per volumi, un po’ a sorpresa forse, è risultato essere OKEx che ha scambiato $ 201 miliardi (in aumento del 16%) e terzo Coinbase con 168 miliardi di dollari (+11,9%).

In calo future Btc in ascesa quello in ETH 

A novembre sono stati scambiati 171.700 contratti mensili (-30,5% da ottobre) derivati in BTC per un controvalore di 48,8 miliardi di dollari. Al contrario, i futures ETH di CME hanno raggiunto $ 23,4 miliardi a novembre (in aumento dell’11,6% rispetto ad ottobre), superando il picco del mese precedente, che era stato di 21 miliardi di dollari. Nel frattempo, i dati medi di open interest per i futures BTC sono aumentati del 12,8% a $ 4,3 miliardi a novembre mentre per ETH l’open interest è stato in media di 1,2 miliardi di dollari (in aumento del 23,4% rispetto a ottobre).

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.