OVR brucia 246k token nel primo mese della nuova Tokenomics
OVR brucia 246k token nel primo mese della nuova Tokenomics
Gaming

OVR brucia 246k token nel primo mese della nuova Tokenomics

By Stefania Stimolo - 6 Dic 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

OVR ha bruciato 246.000 token nel primo mese della sua nuova Tokenomics aggiornata che ha dato vita al Token Burning Program, con l’obiettivo di rendere più raro e prezioso proprio il suo stesso token.

OVR, 246 token bruciati a novembre

Il nuovo Token Burning Program che aggiorna la Tokenomics di OVR è partita dal primo novembre 2021 e coinvolge mensilmente il 50% dei ricavi generati dalla vendita continua di OVRLand.

Nello specifico, si prevede che mensilmente il 40% degli OVR incassati viene bruciato, mentre il 10% viene utilizzato per incentivare le vendite di OVRLand con delle estrazioni mensili tra i nuovi acquirenti di OVRLand utilizzando Chainlink VRF.

L’idea del burning strutturato arriva dopo che lo scorso maggio il team di OVR aveva bruciato quasi 1 milione dei suoi token. Mentre, il montepremi è stato introdotto per incentivare gli acquisti degli NFT OVRLand su Chainlink.

In questo primo mese di novembre, dunque, la piattaforma ha incassato dalle vendite dei suoi NFT OVRLand un totale di 615.365 OVR, escludendo i costi di GAS.

Di questi, sono stati bruciati esattamente 246.146 OVR, mentre per l’estrazione degli OVRLand su Chainlink sono stati dedicati esattamente 61.536 OVR.

OVR tokeneconomics
OVR ha introdotto una nuova tokenecomics

La nuova Tokenomics di OVR spiegata

I numeri di questo novembre 2021, seguono lo standard dello smart contract del burning che OVR ha istituito nella sua nuova Tokenomics aggiornata, con l’obiettivo di rendere più raro e prezioso il suo stesso token. 

In modo automatizzato, il team di OVR ha descritto il modello considerando solo i 100 milioni degli OVRLand che corrispondono ai un punti di interesse registrati su Open Street Map, ognuno dei quali si ipotizza non sia più grande di 1 OVRLand.

In realtà, esistono più di 1,6 trilioni di OVRLand disponibili, che coprono tutta la superficie del pianeta, ma non tutti possono essere venduti, come ad esempio quelli che coprono gli oceani, i deserti, le foreste pluviali etc.

Dunque se il costo di 1 OVRLand fosse 10$ e il prezzo di OVR fosse 1$, le vendite totali dei 100 milioni di OVRLand genererebbero 1 miliardo OVR. Di questi:

  •  400 milioni OVR andrebbero in burning;
  • 100 milioni OVR in palio come premio-lotteria per chi acquista OVRLand su Chainlink.

Un altro modello economico di OVR, il Map-to-Earn

Oltre l’aggiornamento della Tokenomics, OVR ha invitato ai suoi utenti a partecipare al Map-to-Earn: un modo di guadagnare token OVR semplicemente scansionando luoghi fisici con lo smartphone che hanno in tasca.

Anche in questo caso, si tratta di un nuovo modo di fare economia, simile al play-to-earn che i giochi della Finanza Decentralizzata o DeFi stanno offrendo ai loro utenti.

In questo modo, con le immagini fornite dagli OVRLand Scanners e lo sviluppo del Mapping degli OVRLand che sfrutta le capacità dell’IA, OVR può creare la mappa 3D dettagliata del mondo fisico in un metaverso AR di un altro livello. 

OVR Map-to-Earn è una tecnologia rivoluzionaria del sistema di mappatura che permette di superare i limiti di precisione del GPS, in modo che i nuovi OVRLand scansionati hanno una precisione di localizzazione fino a 10cm.

Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.