Un fondo per il settore crypto da ex di Tinder, Stripe e Facebook
Un fondo per il settore crypto da ex di Tinder, Stripe e Facebook
Criptovalute

Un fondo per il settore crypto da ex di Tinder, Stripe e Facebook

By Marco Cavicchioli - 14 Dic 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Tre ex dirigenti di Tinder, Stripe e Facebook hanno creato un fondo per lo sviluppo del settore crypto. 

Chapter One, il fondo di investimento per il settore crypto

Il fondo di 50 milioni di dollari è stato messo insieme dalla società di investimento Chapter One, fondata dall’ex VP of Product di Tinder Jeff Morris Jr. 

Fanno parte dell’iniziativa anche Jason Marder, ex capo del design presso di Stripe, Menelaos Mazarakis, che ha lavorato all’iniziativa crypto di Facebook (Novi) e all’esperienza di prodotto presso Instagram, e Doug Dyer, ex manager degli investimenti per il Texas Children’s Hospital. 

L’obiettivo del nuovo fondo è quello di aiutare le startup a colmare il divario tra il cosiddetto Web2 e l’emergente Web3, le cui applicazioni sono spesso ancora difficili da usare. 

In particolare il Web3 deve rendere più semplice l’utilizzo di massa di strumenti come wallet ed exchange, tanto che Morris afferma di ritenere “non ideale” ad esempio l’esperienza utente su MetaMask.

Inoltre ha aggiunto che molte cose che hanno funzionato nel Web2 potrebbero essere integrate nel Web3 proprio per migliorare l’esperienza utente.

Oltretutto Chapter One ha già avuto in passato esperienze nel mondo crypto, visto che ha investito in diverse startup che si sono poi evolute in protagoniste di questo settore, come Compound, Dapper Labs o Lolli

fondo settore crypto
“Chapter One” servirà a finanziare aziende del mondo crypto

Come sarà utilizzato il fondo 

Il nuovo fondo è sostenuto da società di venture capital come Sequoia e Lightspeed, e da investitori importanti nel mondo crypto come Marc Andreessen, Chris Dixon ed il fondatore di Reddit Alexis Ohanian.

Dei 50 milioni in dotazione un quinto verrà dedicato a progetti relativi all’Ethereum Name Service (ENS), anche perchè secondo Morris la prossima fase dello sviluppo crypto sarà quella relativa all’identità degli utenti.

Altri fondi andranno ai progetti che lavorano sulla riduzione del gas su Ethereum, come ad esempio quelli basati sulla blockchain di Solana. Chapter One però rivela di non essere legata ad alcuna blockchain in particolare.

Inoltre la società prevede di assumere persone che possano trascorrere periodi presso le startup sostenute dal fondo per aiutarle a risolvere i problemi relativi all’esperienza utente ed al design.

La strategia è quella di concentrarsi sulle società crypto specificatamente nella loro fase iniziale, emettendo finanziamenti relativamente modesti, da 500.000$ fino a 2 milioni.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.