Il progetto Kasta per pagamenti crypto user friendly
Il progetto Kasta per pagamenti crypto user friendly
Criptovalute

Il progetto Kasta per pagamenti crypto user friendly

By Martina Canzani - 13 Gen 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Kasta è una piattaforma di pagamento crypto che mira a ridefinire i pagamenti digitali, abilitando transazioni crittografiche peer-to-peer (P2P) istantanee e senza confini. 

I pagamenti crypto con Kasta

La piattaforma ha infatti come obiettivo quello di guidare e facilitare l’adozione di massa portando tutti coloro che hanno zero conoscenze crittografiche ad archiviare, trasferire e ricevere criptovalute con semplicità e nel modo più sicuro possibile.

L’invio del denaro sarà infatti estremamente user friendly, si dovrà semplicemente inserire il numero del mandante o scannerizzare il suo QR code.

Il progetto ha anche in programma il lancio della propria debit card che consentirà agli utenti di spendere i loro fondi ovunque.

All’utente verrà inoltre proposto un programma di yield farming per avere passive income e, gli sarà data la possibilità di scegliere in quale valuta preferisce ricevere i pagamenti. Ad esempio il mandatario può decidere di inviare BTC e il ricevente puo’ stabilire di ricevere la stessa somma di denaro in EUR.

Il token Kasta

Il progetto ha poi un suo token – $KASTA, un token ERC20 che nasce sulla rete Polygon e che offre un’ampia gamma di applicazioni e vantaggi all’interno dell’ecosistema Kasta.

Le sue utilità possono essere così sintetizzate:

  • Carte di debito personalizzate
  • Partecipazione a staking pool condivisi
  • Aumento degli incentivi al cashback 
  • Diritti di voto per i futuri marchi di cashback Kasta
  • Migliori ricompense per i referral

Guerra a colpi di tweet

Nell’ultimo mese il progetto è stato oggetto di forti discussioni su Twitter.
Sul social si sono infatti creati due grandi schieramenti, il primo capitanato dal noto influencer – The Moon Carl – in sostegno del progetto; il secondo guidato dall’altrettanto noto analista Michael Van de Poppe, dedito a screditare le promesse e il lavoro del team di Kasta.

La genesi di questo scontro risale allo scorso 4 dicembre quando The Moon comunicò ai suoi 943.000 followers, dopo un’intervista su Fox Business, che Kasta sarebbe stato il vero boom del 2022.
Van de Poppe davanti a tale dichiarazione scrisse, sotto lo stesso post, un secco: “No, non lo sarà”.


Ma il vero colpo di scena si è verificato solo nei primi giorni del 2022 quando Van De Poppe è tornato a parlare del progetto sul suo profilo personale, questa volta rincarando la dose.
L’analista ha infatti scritto:

Con tutto il dovuto rispetto, chiunque sia coinvolto con $KASTA sulla mia timeline può andarsene a *******”.


Ovviamente il futuro andamento del progetto non è possibile conoscerlo, mancano effettivamente ancora molti dati importanti per redigere un’opinione oggettiva.
Ciò che è certo per ora è che la stragrande maggioranza dei token sono in tre wallet, che non ci sono quotazioni su exchange principali e che con ogni probabilità la guerra a colpi di tweet continuerà ad impazzare nella criptosfera.

 

 

Martina Canzani

Laureata in Legge all'Università degli Studi di Milano. Concluso il percorso accademico ha iniziato ad interessarsi al mondo della blockchain, trovando in quest'ultimo un potente strumento di riscatto. La passione si è poi trasformata in lavoro, ora infatti investe in progetti early-stage di finanza decentralizzata e DAO e scrive articoli raccontando tutte le news riguardanti il mondo crypto.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.