Il mining di Bitcoin emette lo 0,08% della CO2 globale
Il mining di Bitcoin emette lo 0,08% della CO2 globale
Mining

Il mining di Bitcoin emette lo 0,08% della CO2 globale

By Marco Cavicchioli - 3 Feb 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il mining di Bitcoin emetterebbe in atmosfera solamente lo 0,08% della CO2 emessa a livello globale dalle attività umane. 

È quanto emerso da una recente ricerca di CoinShares, terminata con un report intitolato “The Bitcoin Mining Network“. 

Le emissioni di CO2 del mining di Bitcoin

Il report, lungo 26 pagine, si concentra proprio sul consumo energetico del mining di Bitcoin, e sull’emissione di anidride carbonica in atmosfera. 

La ricerca svela che le emissioni di carbonio prodotte dai fornitori di elettricità dei miner di Bitcoin risultano essere irrilevanti a livello globale, e pari solamente allo 0,08% di tutte le emissioni di CO2.

 

Bitcoin CO2
Il consumo di energia prodotto da Bitcoin e dal resto

Pertanto se si decidesse ad esempio di vietare il mining di Bitcoin a livello globale per ridurre l’inquinamento, l’impatto reale sull’ambiente sarebbe pressoché nullo, mentre invece si priverebbero centinaia di milioni di persone “della loro unica speranza per una  forma di denaro equa ed accessibile”.

Come cambieranno i consumi del mining

La ricerca rivela anche che, sebbene il consumo energetico futuro del mining di Bitcoin non sia prevedibile, già a partire dal 2040 più del 99% di tutti i BTC sarà stato coniato, facendo sì che la stragrande maggioranza dell’energia consumata servirà solo per convalidare le transazioni. Invece ora il grosso delle emissioni è legato proprio al conio di nuovi BTC, visto che ogni giorno ne vengono coniati 900, che vengono di fatto regalati ai miner. 

Visto che il mining è una competizione in cui vince chi produce più lavoro (e quindi consumo energetico), e dato che i 900 BTC dati in premio ai miner ogni giorno corrispondono a quasi 33 milioni di dollari, in questo momento è inevitabile che il consumo sia elevato. In futuro invece questa dinamica diventerà sempre meno rilevante. 

Inoltre le emissioni di CO2 del mining di Bitcoin risulterebbero essere rimaste sostanzialmente ferme negli ultimi due anni. 

CO2
Le emissioni di CO2 del mining di Bitcoin negli anni

Il report dice anche: 

“Il nostro obiettivo dovrebbe essere quello di sviluppare la produzione di energia rinnovabile, non di soffocare lo sviluppo della tecnologia monetaria.

Inoltre, l’attuale costo delle emissioni deve essere visto nel contesto di quale sarà il probabile profilo futuro delle emissioni globali, ciò che il mercato richiede attualmente in termini di tecnologia monetaria, e quali vantaggi offre già Bitcoin ai suoi utenti. Se analizzati a lungo termine e in un contesto appropriato, riteniamo che i costi di emissione di Bitcoin siano sminuiti dai suoi benefici”. 

 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.