Ex ceo BitMEX fissa un nuovo prezzo obiettivo per Ethereum
Ex ceo BitMEX fissa un nuovo prezzo obiettivo per Ethereum
Ethereum

Ex ceo BitMEX fissa un nuovo prezzo obiettivo per Ethereum

By Vincenzo Cacioppoli - 4 Apr 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

L’ex CEO di BitMEX Arthur Hayes ha lasciato intendere che presto potrebbe spostare i suoi investimenti da Bitcoin a favore di Ethereum, sostenendo che “un enorme muro di denaro” entrerà presto in ETH.

Nuovo prezzo target di Ethereum secondo l’ex CEO di BitMEX

Nel suo ultimo libro l’ex ceo di BitMEX Arthur Hayes ha affermato di avere nel suo portafoglio una quantità paritaria di Bitcoin ed Ethereum. Ma sempre nel suo nuovo saggio “Five Ducking Digits” lascia chiaramente intendere che adesso è giunto il momento di cambiare le proporzioni ed spostare il 75% del suo capitale in Ethereum, lasciando il restante 25% su Bitcoin.

Malgrado ciò, Hayes afferma che in caso di recessione negli Stati Uniti, Ethereum, che lui considera non essere una moneta reale ma “una merce che alimenta il più grande computer decentralizzato del mondo”, potrebbe scendere anche del 50% del suo valore.

Ma nello stesso tempo secondo il cofondatore ed ex ceo di BitMEX, ETH si apprezzerà molto perchè sarà vista come un’obbligazione legata alle materie prime. Questo soprattutto alla luce dei grandi risultati in termini di risparmio energetici che si avranno dall’implementazione completa delle capacità di Ethereum 2.0 con ”The Merge”. 

L’aggiornamento previsto a primavera del 2022 dovrebbe ridurre il consumo di energia del 99%. Questo dovrebbe portare la moneta a guadagnare circa l’11% annuo.

La posizione rialzista di Hayes su Ethereum deriva anche dal fatto che questa abbia il maggior numero di sviluppatori rispetto ad altri protocolli L1, mentre il rapporto prezzo/sviluppatore è ancora il più basso in prospettiva futura. 

Hayes afferma infatti che:

“Ethereum ha ca. 4,000 sviluppatori, che è 3 volte più grande della catena con la seconda più grande coorte di sviluppatori, Polkadot, che ha la seconda più grande coorte di sviluppatori.”

Alcuni dati secondo l’ex ceo di BitMEX

Etherum dati analisi trend
Analisi dei dati Ethereum secondo l’ex CEO di BitMEX

Sempre secondo l’ex ceo di BitMEX, scendendo nello specifico, ETH è fondamentalmente più economico sia del token SOL nativo di Solana che del DOT di Polkadot, ed è molto più economico del token ADA di Cardano, che secondo Hayes scambia “puramente con hopium”.

Inoltre, osservando il rapporto prezzo/TLV e prezzo/indirizzo, Hayes ha concluso che Ethereum è il meno costoso, con prestazioni concrete che si posizionano come un ottimo investimento rispetto ad altre piattaforme di smart contract.

Fatte queste debite premesse Hayes si spinge a prevedere che la quotazione di Ethereum possa arrivare a 10.000 dollari entro la fine del 2022 dicendo:

“Quando la polvere si sarà depositata alla fine dell’anno, credo che ETH verrà scambiato a nord di 10.000 USD.”

Ma c’è un dato degli ultimi quindici giorni di marzo che potrebbe corroborare questa tesi di Hayes. Analizzando i movimenti sulla on-chain di ETH, si ricava un ritiro di circa 1,2 milioni di Ethereum dagli exchange, che secondo gli esperti sarebbe un chiaro segnale rialzista. I possessori di Ethereum potrebbero ritirare le loro monete al fine di accumularle, in vista di un prossimo possibile rialzo. 

In un solo giorno di marzo sarebbero stati ritirati ben 180 Etereum per un controvalore di oltre 490 milioni di dollari. L’ultimo grande ritiro dagli exchange era stato seguito da un rialzo di oltre il 15% della moneta.

Ma c’è chi come gli analisti di Coinpedia che sembra anche più ottimista di Hayes su Ethereum. Secondo gli esperti della piattaforma di news sul mondo crypto, il prezzo potrebbe superare anche i 12.000 dollari se gli aggiornamenti previsti dovessero confermare le loro potenzialità sul campo.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.