L’app Coinbase ora integra le dApp di Ethereum
L’app Coinbase ora integra le dApp di Ethereum
DeFi

L’app Coinbase ora integra le dApp di Ethereum

By Marco Cavicchioli - 19 Mag 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Di recente Coinbase ha annunciato ufficialmente l’integrazione nella sua app principale delle più popolari dApp basate sulla blockchain di Ethereum. 

Coinbase annuncia un nuovo servizio che permetterà un accesso più semplice al mondo delle dApp

Si tratta in particolare di dApp legate a NFT, DeFi e DAO rese disponibili in-app grazie ad un apposito browser integrato, che consentiranno tra le altre cose acquisto di NFT su marketplace come Coinbase NFT ed OpenSea, trading su DEX come Uniswap e Sushiswap, e prestiti su piattaforme DeFi come Compound e Curve.

Per ora avrà accesso alla nuova funzionalità solo un piccolo gruppo di utenti negli USA su Android, ma verrà poi esteso a tutti. 

In questo modo gli utenti dell’app principale di Coinbase potranno utilizzare le dApp direttamente dal loro wallet, senza doverne aprire altri, grazie alla tecnologia Multi-Party Computation (MPC) che consente di usare un wallet dedicato on-chain di Coinbase. 

Infatti, questo wallet consente di dividere la chiave tra l’utente e Coinbase, in modo che nel caso di perdita dell’accesso al dispositivo, la chiave del wallet dApp risulterebbe ancora al sicuro e recuperabile affidandosi il supporto live di Coinbase.

Per poter utilizzare questa nuova funzionalità è necessario entrare nella nuova apposita scheda “Browser” dell’app, e configurare il nuovo wallet dApp. 

dapp ethereum
Coinbase facilita l’accesso alle dApp basate sulla blockchain di Ethereum

Continua l’espansione di Coinbase nel mondo blockchain

L’obiettivo della società è quello di consentire a chiunque di utilizzare senza problemi ed in sicurezza le nuove funzionalità del Web3. 

Da notare che le performance economiche della società negli ultimi mesi non sono state eccezionali. 

Infatti il rapporto sugli utili del primo trimestre 2022, pubblicato di recente, mostra alcune difficoltà, con perdite nette per 430 milioni di dollari, e ricavi scesi del 35% rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso. 

Questi problemi si stanno riflettendo sul prezzo delle sue azioni al Nasdaq, crollato ampiamente sotto i 70$ negli ultimi giorni. 

A dire il vero questo calo era iniziato già a fine marzo, quando il prezzo era prima risalito un po’ fino a superare i 200$, per poi invece iniziare un vero e proprio crollo del 76% fino al 12 maggio. 

Di sicuro su questo crollo ha pesato moltissimo sia l’andamento dei mercati crypto che l’implosione dell’ecosistema Terra, ma non va dimenticato che nel medesimo periodo lo stesso indice Nasdaq 100 ha perso il 23%

Quindi ha avuto ben tre cause differenti sovrapposte: il forte calo dei mercati crypto, il pronunciato calo dei mercati finanziari tradizionali (Nasdaq in primis) e le performance aziendali deludenti della società. 

Il CEO, Brian Armstrong, ha dovuto smentire l’esistenza del rischio di fallimento della società, affermando invece di essere bullish sul lungo termine. 

Di sicuro il lancio di nuove iniziative e funzionalità dell’exchange potrebbe giocare un ruolo nel tentativo di risollevare le sorti economiche di Coinbase, anche se non è detto che ciò sia sufficiente a recuperare i picchi di incassi rilevati nel 2021.

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.