Jim Cramer torna a parlare di investimenti in crypto
Jim Cramer torna a parlare di investimenti in crypto
Criptovalute

Jim Cramer torna a parlare di investimenti in crypto

By Vincenzo Cacioppoli - 10 Giu 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Jim Cramer durante la puntata del programma Mad Money sulla CNBC, è tornato a parlare di investimenti in crypto.

Gli investimenti in crypto secondo Jim Cramer 

crypto bitcoin investimenti
Alcuni suggerimenti su come investire in crypto da Jim Cramer

Jim Cramer, guru della finanza americana, ex gestore di hedge fund ed ora  ospite fisso di Mad Money sulla CNBC e conduttore di Squawk on the Street, è tornato a parlare, durante una recente puntata di Mad Money, nuovamente di investimenti in criptovalute.

L’esperto di finanza, che sarebbe stato convertito alle criptovalute dal celebre investitore ed influencer del mondo crypto Anthony Pompiliano, ha specificato di essere lui stesso in possesso di criptovalute e nello specifico di Ether.

Cramer ha esordito dicendo:

“Penso che le criptovalute dovrebbero far parte del portafoglio diversificato di una persona. Non posso dirti di non possedere criptovalute. Possiedo criptovalute. Possiedo Ethereum”.

Nello stesso tempo, però, ha anche avvertito dei rischi legati alla volatilità delle criptovalute, consigliando quindi di investire in esse non più del 5% del proprio capitale. Ha anche spiegato l’origine del suo acquisto in criptovalute, e nello specifico in ETH. 

Il suo intento era quello di acquistare un NFT per un ente di beneficenza. 

A tal proposito Jim Cramer ha osservato:

“Ma, non mi hanno permesso di farlo con i dollari. Ho dovuto comprarlo con Ethereum, quindi l’ho studiato e ha alcune qualità che mi piacciono: valore di scarsità, non così attraente – per così dire – come Bitcoin (BTC). Quindi, l’ho comprato”.

Diversi consigli sugli investimenti in generale

La sua raccomandazione è stata poi quella di allocare una parte del capitale verso asset conservativi, come per esempio l’oro, sulle criptovalute, considerate quindi più come uno strumento antinflativo e non come un’azione vera e propria.

Questa sua teoria, in realtà, era stata già elaborata in un suo intervento di due mesi fa quando aveva appunto detto che per coprirsi contro il rischio di inflazione, Bitcoin ed Ethereum potevano essere considerati strumenti validi alla pari dell’oro.

Durante la puntata di Mad Money di due giorni fa Cramer ha, però, avvertito che gli investitori non dovrebbero prendere in prestito denaro per acquistare criptovalute. 

Ha quindi concluso:

“Prendi in prestito per la tua casa, prendi in prestito per la tua auto, ma non prendere in prestito per criptovalute. Io non mi scoraggerò mai dall’acquistare criptovalute a causa di tutte le fortune che sono state fatte lì e di come potrebbero fare fortune a un gruppo completamente nuovo di persone… Mi piacerebbe che fossi tu”.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.