banner
Celsius viene denunciata per truffa
Celsius viene denunciata per truffa
Criptovalute

Celsius viene denunciata per truffa

By Marco Cavicchioli - 8 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Celsius Network è stata denunciata per truffa. La denuncia è stata presentata dalla società statunitense KeyFi al tribunale dello Stato di New York. 

Denunciata la piattaforma Celsius con le accuse di truffa

L’accusa è quella di non aver pagato diversi milioni di dollari a KeyFi come previsto da un accordo di partecipazione agli utili. 

Il fondatore di KeyFi, Jason Stone, è stato dipendente di Celsius Network nel 2021.

Nella denuncia, lunga 32 pagine, Stone ha definito Celsius uno schema Ponzi, nonostante KeyFi abbia lavorato con Celsius da agosto 2020 ad aprile 2021, mettendo in staking ed implementando strategie DeFi per la piattaforma. Durante questo periodo KeyFi avrebbe generato centinaia di milioni di dollari di profitti per entrambe le parti. 

Si trattava di commissioni sulle transazioni, ricompense per lo staking, e di “altri asset che si sono apprezzati”. 

In questo rapporto KeyFi aveva il compito di generare profitti sui fondi forniti da Celsius, mentre Celsius aveva quello di garantire che:

“Le sue strategie di investimento non le avrebbero impedito di rimborsare i suoi depositanti in natura”.

Stone avrebbe anche un profilo Twitter anonimo, 0xb1, su cui ha pubblicato ulteriori dettagli. 

Ad esempio a gennaio dello scorso anno scrisse che molte grandi istituzioni stavano lavorando con Celsius, mentre ieri ha rivelato che a fine febbraio 2021 avevano scoperto che Celsius aveva mentito perchè non stava proteggendo i loro fondi, e che l’intero portafoglio aveva una “nuda esposizione al mercato”.

Ha anche aggiunto che Celsius aveva condiviso con loro le chiavi private dei loro indirizzi, trasferendovi poi centinaia di milioni di dollari di depositi dei loro clienti, e che quando Celsius e KeyFi si sono separate, a marzo 2021, gestivano insieme asset per quasi 2 miliardi di dollari.

Le motivazioni che hanno spinto KeyFi a sporgere denuncia

Stone afferma che ha cercato per oltre un anno di risolvere in modo consensuale la controversia con Celsius, perché in base ai contratti firmati, Celsius doveva a KeyFi una notevole somma di denaro. Non riuscendo a risolvere si sono rivolti alla magistratura. 

Poi aggiunge: 

“Celsius si è rifiutata di riconoscere la verità dei loro fallimenti nella gestione del rischio e nella contabilità. Hanno cercato invece di deviare la colpa su di me”. 

Ora, quindi, la parola passa ai giudici, che dovranno esaminare cosa è accaduto per verificare se Celsius sia in qualche modo colpevole di qualche reato, oppure no. 

Da notare che negli ultimi giorni le cose per Celsius sembravano essere migliorate, visto che era riuscita a ripagare tutti gli interessi maturati sui debiti. Infatti, martedì il prezzo del suo token CEL era salito fino a 1$, quasi dieci volte tanto il picco minimo di giugno.

Ieri, invece, era già sceso poco sopra gli 0,8$ prima di scendere improvvisamente anche sotto gli 0,7$ dopo i tweet di Stone. Il valore attuale è in linea con quello che aveva dopo il rimbalzo successivo al crollo di metà giugno. 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.