Bitcoin: market cap scende sotto i $400 miliardi
Bitcoin: market cap scende sotto i $400 miliardi
Bitcoin

Bitcoin: market cap scende sotto i $400 miliardi

By George Michael Belardinelli - 11 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

La market cap del Bitcoin scende al di sotto dei $400 miliardi e l’intero mercato crypto subisce un calo analogo.

La market cap del Bitcoin rompe un ulteriore livello

bitcoin prezzo market cap
La market cap del Bitcoin è ora sotto i $400 miliardi

Da fine 2020 ad oggi la capitalizzazione di mercato di Bitcoin ha subito un crollo importante e il volano di questa perdita di interesse da parte degli investitori è stato proprio il comportamento di BTC. 

Rispetto l’ATH di Bitcoin del 2021, quando il prezzo arrivò a 69.000 dollari, ad oggi l’oro digitale ha lasciato sul campo il 65% del proprio valore, oscillando tra i 20.000 e i 21.000 dollari. Un calo significativo che lo ha portato solo nell’ultimo mese a perdere il 30% del valore.

Questo effetto, a causa di molteplici fattori, si è propagato quasi fosse un contagio al resto delle valute digitali tanto da creare analogie impressionanti che fanno sembrare l’andamento di BTC quasi una passeggiata. 

Tra le prime 10 criptovalute per capitalizzazione le performance dell’ultimo anno sono tutte molto deludenti. 

Complici un bear market, una tendenza a performare almeno negli ultimi tempi legata all’andamento della borsa americana, le politiche aggressive delle banche centrali, e via dicendo. Le prime 10 crypto hanno oscillato perdite che variano tra il 60% e il 90%, registrato proprio da Dogecoin (DOGE). 

Questi dati sono molto rilevanti e spiegano facilmente l’enorme contrazione della market cap nel settore, considerando anche e soprattutto i rapporti di forza sul campo. 

Se prendiamo le prime due valute digitali per capitalizzazione, ovvero Bitcoin ed Ethereum (ETH), queste cubano il 55% dell’intero settore con performance ad un anno rispettivamente di -65% e -75%. Va da sé, quindi, che molti investitori (almeno per il momento) hanno preferito spostare risorse in altre parti o piuttosto stare alla finestra nonostante un’inflazione all’8,5%.

Il bear market colpisce tutte le criptovalute 

Dall’ATH di 4850 dollari di novembre 2021, oggi ETH passa di mano per poco più di 1100 dollari, mentre BTC, dai 69.000 dollari, quota $20.204,80 al momento in cui viene redatto questo articolo. Dogecoin, invece, è ancora in calo e quota $0,064.

Watcher.Guru in un tweet del 10 luglio ha sintetizzato bene il momento drammatico così:

“La capitalizzazione totale di mercato di Bitcoin è scesa al di sotto dei 400 miliardi di dollari”.

Lato stablecoin la situazione non è migliore e si ricalcano le perdite di capitalizzazione delle altre valute. 

Il 10% dell’asset è composto dalla somma di DOGE, SOL, ADA , XRP e BNB che hanno perso in poco meno di un anno più dell’80% del proprio valore dai massimi del 2021.

Cardano, ad esempio, negli ultimi 10 mesi ha perso l’85% del proprio valore e lo stesso è accaduto per Solana che in questo mese ha lasciato sul campo un 6%.

La tendenza al ribasso, tuttavia, sembra essere stata scontata quasi del tutto dal mercato che si aspettava questa situazione. 

La sensazione è quella di una “pulizia” degli asset in cui rimangono solo balene e in generale gli holder che rendono nei fondamentali delle valute. 

Il discorso vale a maggior ragione per Bitcoin che, complice un bear market come non si vedeva da tempo, ha in pancia per lui investitori di lungo periodo che credono nell’asset e non vivono di trading nel breve. 

George Michael Belardinelli

Ex Corporate manager presso Carifac Spa e successivamente Veneto Banca Scpa, blogger e Rhumière, negli anni si appassiona alla filosofia e alle opportunità che l'innovazione e i mezzi di comunicazione ci mettono a disposizione, in fissa con il metaverso e la realtà aumentata

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.