Previsioni sul prezzo di Bitcoin
Previsioni sul prezzo di Bitcoin
Bitcoin

Previsioni sul prezzo di Bitcoin

By Marco Cavicchioli - 21 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il prezzo di Bitcoin è cresciuto del 13% negli ultimi sette giorni. Ieri era addirittura risalito sopra quota 24.000$, prima che venisse diffusa la notizia che Tesla a giugno ha venduto il 75% dei BTC che aveva ancora in cassa. 

Il prezzo del Bitcoin è in leggero rialzo

analisi prezzo bitcoin
Diversi analisti stanno provando a fare una previsione a breve termine sul prezzo del Bitcoin

Fino alla settimana scorsa il prezzo era ancora sotto i 20.000$, ma a partire dal 14 luglio ha iniziato una breve, ma significativa risalita. 

Questa dinamica sembra aver fatto tramontare l’ipotesi che a breve il prezzo potesse scendere ancora, magari fino a 13.000$. 

Si tratta di un’ipotesi che nelle settimane scorse circolava parecchio, fin da quel 18 giugno in cui il prezzo fece una breve capatina anche sotto quota 18.000$. 

Anzi, a dire il vero un mese fa c’erano molti analisti che sostenevano che il prezzo avrebbe continuato a scendere, dando proprio 13.000$ più o meno come soglia da tenere sotto stretta osservazione. 

Tutto ciò non è avvenuto, e dopo quasi un mese di oscillazione attorno a quota 20.000$, a partire dalla settimana scorsa si è innescata una breve, ma significativa risalita che sembra aver spazzato via momentaneamente le previsioni più ribassiste sul breve periodo

Se si esclude il primo crollo innescatosi a metà novembre dello scorso anno, dopo il raggiungimento del nuovo massimo storico, e conclusosi a fine gennaio con il prezzo sceso sotto i 35.000$, in seguito si sono verificati due ulteriori crolli. 

Il primo, attorno alla metà di maggio, a causa dell’implosione dell’ecosistema Terra, ed il secondo circa a metà giugno a causa dei fallimenti di Celsius, Voyager e 3AC

La cosa curiosa è che anche l’anno scorso si verificarono due forti cali attorno alla metà di maggio e alla metà di giugno, ma dopo un breve rimbalzo, il calo proseguì anche a luglio. 

Invece, quest’anno dopo i due crolli di metà maggio e metà giugno non se ne è innescato un altro a luglio, perlomeno per ora. 

Cosa verrà ora: risalita, lateralizzazione o ribasso?

Non solo l’anno scorso, ma anche negli anni precedenti, spesso durante il mese di agosto il prezzo di BTC è salito. Questo sta portando molti investitori a credere che la fase di calo iniziata a metà maggio potrebbe essere conclusa. 

È difficile dire se la nuova fase che si innescherà sarà di crescita, o di lateralizzazione come è stato nell’ultimo mese, o addirittura di ulteriore calo, ma in questo momento molte previsioni pessimistiche sul breve periodo sembrano essere state accantonate. 

Inoltre, la fase di stazionamento del prezzo di Bitcoin sotto il cosiddetto realized price, iniziata il 13 giugno, ieri sembrava essersi arrestata, prima del calo dovuto alla notizia delle vendite di Tesla. Se così fosse sarebbe durata poco più di un mese, mentre ad esempio quella del 2018 durò quasi quattro mesi e mezzo. 

Alla luce di tutto ciò è possibile affermare che la fase iniziata prima di metà maggio con l’implosione dell’ecosistema Terra sembra essersi esaurita, e che quella nuova non necessariamente porterà ad ulteriori cali. 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.