Che cos’è il Bitcoin whale watching?
Che cos’è il Bitcoin whale watching?
Bitcoin

Che cos’è il Bitcoin whale watching?

By Marco Cavicchioli - 23 Lug 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il whale watching è un intrattenimento turistico sempre più diffuso. Si tratta, come dice il termine stesso, di andare a guardare le balene in natura. 

In senso figurato anche all’interno dei mercati finanziari esistono le balene (whales), singoli possessori di enormi quantità di un dato asset in grado potenzialmente di manipolare o perturbare i mercati con grossi e repentini acquisti o vendite. 

Quindi letteralmente il “Bitcoin whale watching” è l’osservazione dei movimenti delle balene di Bitcoin sui mercati, anche se l’obiettivo non è necessariamente quello di cercare di capire quali loro movimenti guideranno il mercato. 

Per cosa può essere utile l’attività di whale watching

bitcoin crypto whale
Osservare i grossi movimenti delle balene può dare informazioni utili sull’andamento futuro del Bitcoin

L’obiettivo principale, infatti, è quello di cercare di capire dai loro movimenti cosa prevedano che possa succedere in futuro ai prezzi, visto che si ritiene che spesso le balene siano gli investitori maggiormente in grado di cogliere le occasioni e guadagnare. 

Tuttavia, riuscire realmente a prevedere i movimenti futuri dei prezzi osservando i movimenti delle balene è cosa alquanto difficile, sia perché si opera in un contesto di grande incertezza, sia perché non è così facile osservare i loro movimenti. 

Bisogna, infatti, fare due importanti differenze. 

La prima è tra i movimenti tecnici di chi detiene molti BTC per conto terzi, come ad esempio gli exchange, e chi, invece, sposti grosse quantità di BTC di sua proprietà. Solo queste ultime sono interessanti, e solo chi possiede BTC propri viene considerato realmente una balena (quindi gli exchange no). 

La seconda è tra movimenti che non costituiscono vendita o acquisto e quelli che costituiscono solo spostamenti di BTC da un wallet ad un altro di proprietà della stessa balena. Questi ultimi non sono interessanti.

Su bitinfocharts.com si trova la lista dei singoli indirizzi Bitcoin su cui sono detenuti più BTC. Tra questi la maggior parte sono indirizzi gestiti da exchange, o da società che gestiscono Bitcoin di terzi, quindi non sono interessanti da tenere d’occhio nell’ambito del Bitcoin whale watching. Inoltre, va detto che molte grandi balene, tra cui in primis Satoshi Nakamoto, non custodiscono affatto i loro BTC in un unico indirizzo, o in pochi indirizzi, ma solitamente utilizzano molti indirizzi diversi gestiti spesso con un unico wallet

Pertanto monitorare i movimenti dei singoli indirizzi con più BTC non è affatto sufficiente. Tuttavia, esistono servizi come Whale Alert che semplificano enormemente la cosa. 

Quali sono le altre tecniche per osservare i grossi movimenti Bitcoin?

Un altro metodo è quello di osservare le variazioni sugli order book dei principali exchange. Visto che tali ordini sono sicuramente di acquisto o vendita, e che riportano anche le quantità, qualora una balena non operasse OTC e posizionasse grandi ordini su qualche exchange ben noto, potrebbe essere possibile intercettarli. 

Stesso discorso, ma ancora più preciso, riguarda l’osservazione dei singoli scambi con volume maggiore sugli exchange. Si tratta di un’osservazione più precisa, dato che a volte gli ordini piazzati sugli exchange possono essere fasulli, ma spesso i grandi ordini vengono eseguiti con molte piccole transazioni, quindi non è così facile da fare e non sono molte le transazioni osservabili. 

L’ultima tecnica per fare Bitcoin whale watching è forse quella più interessante, perché è quella di osservare veloci e molto significativi movimenti di prezzo sugli exchange. Spesso solo grossi ordini di balene possono far muovere di molto i prezzi in maniera estremamente rapida, nel giro di pochi secondi, o al massimo minuti. Tuttavia, sono cose che accadono di rado, quindi, non è sufficiente limitarsi ad osservare questo tipo di movimenti. 

Le balene giocano un ruolo molto importante sul mercato di Bitcoin, sia perchè sono in grado di influenzarne i prezzi, sia, soprattutto, perchè la distribuzione di BTC sul mercato è decisamente ineguale. Anzi, è possibile che ve ne siano diverse che operano sul mercato di BTC, anche se la maggiore di tutti (Satoshi Nakamoto) sembra scomparsa dal 2011. 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.