Cardano NFT: Machiavellic
Cardano NFT: Machiavellic
Interviste

Cardano NFT: Machiavellic

By Patryk Karter - 8 Ott 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

L’ospite di questa settimana nella rubrica Cardano NFT è un MMO dungeon crawler di nuova generazione basato su NFT: Machiavellic.

L’ospite della scorsa settimana era un progetto anime con la maggior parte dei membri del team provenienti dal Giappone che hanno avuto successo nel mondo degli NFT su Ethereum.

Questa iniziativa è un punto di riferimento per gli NFT su Cardano e ogni settimana o due inviteremo qualcuno a rispondere ad alcune domande e a darci un aggiornamento direttamente dall’interno della Cardano community.

Considerando che alcuni dei nostri lettori sono nuovi nello spazio delle criptovalute, avremo un mix di domande semplici e tecniche.

Progetto NFT su Cardano: Machiavellic

nft Machiavellic
Il progetto NFT su Cardano, Machiavellic, mira a risolvere due problemi importanti nell’industria del gaming

Ciao, grazie per averci dedicato del tempo. Per favore, presentate il vostro team, da dove venite, quali sono i vostri background?

Siamo un team eterogeneo proveniente da tutto il mondo, ognuno specializzato in varie competenze che risolvono efficacemente i problemi critici di un processo di sviluppo di un gioco come questo. 

Abbiamo due esperti senior di marketing, due veterani dell’industria dei videogiochi con oltre 15 anni di esperienza ciascuno, uno specialista di Cardano, un pluripremiato scrittore/regista di film d’animazione e di storia del gioco e un modellatore 3D

Che cos’è Machiavellic? E perché avete scelto la blockchain Cardano per il vostro progetto?

Machiavellic è un MMO dungeon crawler di nuova generazione basato sul Play and Earn (P&E), progettato per risolvere due problemi importanti nell’industria dei giochi:

  1. Un gioco che non si avvale del crescente trend di meccaniche predatorie di gacha/loot box, o di microtransazioni aggressive che incoraggiano un comportamento irresponsabile di whaling.
  2. Un ponte per i giocatori del Web2 verso la community del Web3, attraverso la tecnologia della blockchain che alimenta il Web3, consentendo ai giocatori non-crypto di partecipare al gaming in modo omogeneo.

Questi due pilastri sono in definitiva ciò che permetterà a Machiavellic di avere successo. Molte persone non credono che la blockchain o la criptovaluta siano utili nel settore dei giochi e pensano che si tratti di una soluzione in cerca di un problema. Ma Machiavellic è un esempio chiaro di un gioco che sfrutta la tecnologia blockchain in un modo che è fondamentale per l’esistenza del gioco.

Ecco un esempio:

Quando il gioco inizia, voi e una piccola squadra di amici siete i primi a sconfiggere un importante boss di un raid. L’equipaggiamento che indossate in quel momento è ora immortalato sulla blockchain. Se mai doveste vendere l’oggetto, il vostro nome utente sarà apposto su questo equipaggiamento unico creato come NFT. Sarà per sempre conosciuto come l’equipaggiamento usato per battere quel boss del raid per la prima volta e diventerà parte della cultura e della storia del gioco

Sebbene si possa obiettare che oggi è possibile fare questo nei giochi, quando il gioco smette di esistere, la storia va persa con esso. Ma una volta che qualcosa è sulla blockchain, sopravvive al progetto ed esiste con i giocatori finché questi li avranno.

Machiavellic nft
Machiavellic utilizza la tecnologia blockchain per la creazione del gioco

Abbiamo scelto Cardano per la sua incredibile community e per gli entusiasmanti cambiamenti previsti per il futuro della blockchain. Inoltre, la sua natura non-custodial ci permette di proteggere i giocatori consentendo loro di custodire i loro beni nei propri portafogli, se lo desiderano, rendendo impossibili gli hack contro un deposito centrale “tradizionale”. 

Costruire un gioco MMO è molto ambizioso. Come state affrontando questa sfida e cosa potete condividere della vostra strategia per attirare gli investitori?

Siamo consapevoli che la costruzione di qualsiasi gioco, per non parlare di un MMO, è un progetto ambizioso. Il nostro approccio per mitigare questo rischio consiste nel creare fette verticali del gioco complessivo attraverso mini-giochi più piccoli, meno complicati e realizzabili che racchiudono alcune delle funzionalità principali del gioco complessivo.

Chiamiamo questi mini-giochi Core Experiences. La prima Core Experience che rilasceremo è un gioco Tower Defense (TD) a onde infinite. Ci fornirà dati preziosi sul fronte PvE. I diversi tipi di equipaggiamento e di abilità, pur non essendo esaustivi, varieranno abbastanza da darci una buona idea di come i giocatori cercheranno di massimizzare il loro gioco, e se a noi sta bene. 

Scaleremo il team man mano che la complessità del progetto si espande e che le Esperienze principali contengono sempre più componenti del gioco finale. La costruzione graduale del team in questo modo ci permette di passare le prime assunzioni a ruoli di tutoraggio per aiutare i nuovi membri del team a raggiungere la velocità necessaria e a inserirsi rapidamente nella pipeline di produzione. 

Una volta completate tutte le esperienze principali, si arriva alla parte finale del percorso di sviluppo, in cui si unisce il tutto in un’unica esperienza omogenea. Questo pone anche le basi per la seconda parte più importante di questo progetto, l’idea di astrazione della blockchain.

In definitiva, Machiavellic è un progetto che mira a creare un ponte tra i gamer del Web2 e del Web3. Chiunque potrà giocare a questo gioco, indipendentemente dalla sua esperienza o conoscenza delle criptovalute e della tecnologia blockchain che le alimenta. 

I nativi del Web3 potranno comunque fare tutto ciò che si aspettano da un gioco blockchain: mintare i propri personaggi o equipaggiamenti e trasferire token dentro e fuori il progetto. I nativi di Web2 avranno a disposizione una rampa di accesso fiat che consentirà loro di acquistare, e noi li guideremo su come prelevare i token per incassare, se lo desiderano. 

Machiavellic nft
Alcuni dei primi NFT del progetto Machiavellic

Avete detto che sostenete la decentralizzazione e che lavorate con i single pool operator. Qual è il piano di collaborazione con loro?

Parte della nostra etica è incoraggiare gli operatori di pool singoli a prosperare. Intendiamo percorrere tutte le vie tradizionali già in voga oggi: un ISPO per i pool partner, poi un’app di staking Machiavellic che ricompenserà i titolari di NFT del gioco per lo staking con i pool partner, e che sarà successivamente implementata nel gioco.

Se da un lato questi sono tutti mezzi efficaci per aiutare un SPO, dall’altro integreremo strettamente i nostri pool di partner nella strategia di marketing e di social media di Machiavellic. Un esempio è l’assegnazione di fazioni di giocatori agli SPO e la creazione di un impegno per questi gruppi all’interno della nostra community. In questo modo i fan del nostro gioco saranno costantemente esposti a questi pool, incoraggiandoli a delegare i loro portafogli alle loro ambizioni.

Siamo sempre aperti a ulteriori suggerimenti da parte dei nostri partner SPO. Se si tratta di un piano ragionevole che potrebbe giovare a entrambe le parti, siamo sempre felici di esplorare l’idea. 

Fantastico, buona fortuna! Qualche commento conclusivo? Dove è possibile seguire lo sviluppo di Machiavellic?

Grazie mille per averci permesso di parlare del nostro progetto! Saremmo molto felici se chiunque volesse seguirci facesse un salto sul nostro sito, dove può iscriversi alla nostra newsletter o unirsi ai vari canali della nostra community: Sito web, Litepaper, Twitter, Discord e Telegram.

Disclaimer: Le opinioni e i punti di vista delle persone intervistate sono loro e non riflettono necessariamente quelli della Cardano Foundation o di IOG. Inoltre, questo contenuto è solo a scopo educativo, non costituisce una consulenza finanziaria.

Patryk Karter

Appassionato di nuove tecnologie, nutrizione e filosofia, Patryk passa le giornate ad esplorare l'infinito universo del web. Si sposta a Londra dopo aver vissuto la maggior parte della sua vita a Roma. Tenta la vita da studente di Informatica presso il King's College of London ma capisce presto che non è la strada per lui, invece decide di investire il suo tempo e denaro nel mondo della Blockchain e nel frattempo completare corsi universitari disponibili sul web. Ora si occupa di trading e svolge dei lavori come freelancer.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.