Genesis news: il crypto exchange Gemini e i suoi fondatori sono stati citati in giudizio per frode
Genesis news: il crypto exchange Gemini e i suoi fondatori sono stati citati in giudizio per frode
Criptovalute

Genesis news: il crypto exchange Gemini e i suoi fondatori sono stati citati in giudizio per frode

By Andrea Porcelli - 29 Dic 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

News: la piattaforma di exchange crypto (connessa a Genesis) Gemini e i suoi fondatori, Tyler e Cameron Winklevoss, sono stati citati in giudizio da investitori che sostengono che lo scambio di criptovalute ha venduto conti fruttiferi che non è riuscito a registrare come titoli.

Gli investitori hanno accusato la società e i suoi fondatori di frode e violazioni dell’Exchange Act in una proposta di class action presentata martedì alla corte federale di New York. La class action è stata presentata dagli investitori Brendan Picha e Max J.Hastings, secondo la denuncia effettuata l’obiettivo è quello di arrivare ad un processo con giuria. 

Crypto news: la crisi di liquidità di Genesis ha causato il blocco del programma Earn di Gemini

Inizialmente, i prodotti Gemini Trust Earn hanno attratto gli investitori offrendo loro fino all’8% di interesse sui loro asset. Nel programma di investimento, Gemini ha collaborato con mutuatari di terze parti accreditati per fornire rendimento, generato attraverso pagamenti di interessi su attività prestate.

Dopo il crollo di FTX, però, i gemelli Winklevoss hanno interrotto di colpo i rimborsi dopo che il partner mutuatario Genesis Global è stato vittima del collasso della piattaforma di Sam Bankman Fried. 

Le accuse degli investitori partono dal presupposto che l’exchange Gemini abbia rifiutato di onorare ulteriori rimborsi degli investitori, spazzando via di fatto tutti gli investitori che avevano ancora partecipazioni nel programma. 

Quando Genesis ha incontrato difficoltà finanziarie a seguito di una serie di crolli nel mercato delle criptovalute nel 2022, tra cui FTX Trading Ltd. (“FTX”), Genesis non è stata in grado di restituire le risorse crittografiche prese in prestito dagli investitori Gemini Earn”.

L’exchange dei fratelli Winklevoss ha dichiarato di essere a lavoro con Genesis e DCG ed operando con massima urgenza, per risolvere i problemi di liquidità e risarcire le partecipazioni ancora bloccate. Il 23 dicembre i Winklevoss hanno rassicurato che ogni parte, rimane impegnata e collaborativa. 

Durante le vacanze infatti, secondo le loro dichiarazioni, non hanno mai smesso di lavorare per raggiungere una soluzione, presto ci saranno degli aggiornamenti. 

L’enorme debito di Genesis nei confronti di Gemini

A quanto pare Genesis ha un debito con i clienti di Gemini, che ammonta a circa 900 milioni di dollari. L’exchange di crypto Genesis, insieme alla sua consociata Digital Currency Group (DCG), stanno cercando il modo di recuperare questa grande somma di denaro.

Secondo un recente articolo sul Financial Times, i gemelli Winklevoss (resi famosi dalla causa contro Mark Zuckerberg e Facebook), ora proprietari dell’exchange di crypto Gemini, stanno avendo grossi problemi relativi ai fondi investiti su Genesis. L’azienda di Genesis è tra quelle più colpite dal crollo di FTX. 

Barry Silbert, fondatore di Digital Currency Group (DCG), recentemente si è rivolto agli azionisti, con una lettera rivelando il grosso debito che Genesis ha con la piattaforma di scambio.  

Oltre al gruppo precedentemente segnalato di clienti Gemini con $900 milioni, ci sono altri due gruppi di creditori Genesis rappresentati da avvocati. La somma di prestiti di cui parliamo è molto più grande del debito che riguarda solamente Gemini. 

Secondo fonti accertate, il gruppo di creditori di Genesis sono più di uno e la somma di credito equivale a circa 1,8 miliardi di dollari. Con una previsione che questa somma cresca sempre di più. 

“Non abbiamo intenzione di presentare istanza di fallimento nell’immediato. Il nostro obiettivo è quello di risolvere la situazione attuale in modo consensuale, senza dover presentare istanza di fallimento. Genesis continua ad avere colloqui costruttivi con i creditori”.

I dirigenti di Genesis continuano a smentire tutte le voci secondo cui la loro azienda sia sulla via del fallimento. Genesis continua a rassicurare che le loro attività restano operative, nonostante nel settore dei prestiti siano stati interrotti i prelievi. 

I gemelli Winklevoss, invece, si espongono per parlare del loro legame con Genesis e della loro volontà di riscattare i fondi di Gemini Earn: 

“Continuiamo a lavorare con Genesis Global Capital, LLC (Genesis) e la sua società madre Digital Currency Group, Inc. (DCG) per trovare una soluzione per gli utenti di Earn per riscattare i loro fondi. Questa rimane la nostra massima priorità e comprendiamo che Genesis e DCG rimangono impegnati a esplorare ogni possibile opzione per adempiere ai loro obblighi nei confronti degli utenti Earn”.

La situazione si fa sempre più contrastante, da un lato Genesis con il suo enorme debito verso vari creditori tra cui anche Gemini dei gemelli Winklevoss.
Da un altro lato, la piattaforma di exchange Gemini che vede l’attacco dei suoi investitori, volenterosi di un risarcimento, pronti ad una class action contro i proprietari dello scambio.

Molte problematiche unite in realtà, da un unico filo conduttore, che ha portato ad una crisi finanziaria tra Genesis e Gemini, scatenando una serie di eventi disastrosi, la caduta dell’impero di Sam Bankman Fried.  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.