HomeCriptovalutePrevisioni 2023 per il mercato crypto

Previsioni 2023 per il mercato crypto

Storicamente l’andamento del mercato crypto ha seguito quello del prezzo di Bitcoin, quindi fare previsioni sul mercato crypto per il 2023 equivale a farle sull’andamento del prezzo di Bitcoin. 

Ad esempio confrontando la capitalizzazione complessiva del mercato crypto con quella di Bitcoin, si nota che nel corso degli anni la seconda ha sempre influenzato molto la prima.

Confronto tra Bitcoin e crypto

Fino al 2015, ovvero l’anno di nascita di Ethereum, la capitalizzazione di mercato di Bitcoin è sempre stata superiore all’85% di quella dell’intero mercato crypto. Quindi era più che ovvio che i due andamenti andassero di pari passo. 

Ma con l’arrivo di Ethereum la dominance di Bitcoin ha iniziato a scendere, anche se a fine 2015 era tornata sopra il 90%. 

La svolta c’è stata a marzo 2017, ovvero da quando la dominance di Bitcoin è scesa per la prima volta abbondantemente sotto l’80%, per non tornare mai più su quei livelli. 

Nel corso del 2017, mentre la dominance di Bitcoin crollava dall’87% al 39%, il suo prezzo salì da circa 1.000$ a circa 20.000$, ovvero con un +1.900% in meno di un anno. 

Si trattava della seconda grande bullrun del prezzo di BTC dopo quella del 2013, e nonostante la sua dominance stesse crollando l’andamento della capitalizzazione del mercato crypto seguì il trend di Bitcoin, facendo segnare un clamoroso +14.000%. 

Nel corso del 2018 il primo bear market crypto post-bolla (dato che quello del 2014/2015 riguardava soprattutto Bitcoin) vide scendere contemporaneamente sia il prezzo di Bitcoin che la capitalizzazione del mercato crypto. 

Il prezzo minimo di Bitcoin nel 2018 corrispose al prezzo massimo di luglio 2017, ed il livello minimo di capitalizzazione complessiva del mercato crypto tornò proprio a quello di luglio. Ovvero non a caso il trend del 2018 del mercato crypto fu molto simile a quello del prezzo di Bitcoin. 

La successiva bullrun si innescò a fine 2020, e come per la precedente vide un aumento in contemporanea sia del prezzo di Bitcoin che della capitalizzazione dei mercati crypto. 

Nel 2021 ad esempio i due picchi massimi addirittura coincisero, mentre i picchi minimi del 2022 sono avvenuti ad un mese di distanza, novembre per Bitcoin e dicembre per il mercato crypto. 

A questo punto è assolutamente possibile che anche nel 2023 i due trend procedano di pari passo, al massimo con qualche settimana o mese di distanza. 

Le previsioni 2023 per Bitcoin

Sebbene nessuna previsione riguardante il prezzo futuro di Bitcoin debba essere considerata una certezza, il 2023 è il terzo anno dopo l’halving del 2020, così come il 2019 fu il terzo anno dopo l’halving del 2016. 

In totale fino ad ora sono avvenuti solo tre halving di Bitcoin, uno ogni circa 4 anni, ed in tutti e tre i casi l’anno successivo si è gonfiata una mega bolla speculativa, seguita poi l’anno dopo da uno scoppio ed un bear market di circa 12 mesi. 

È stato così anche nel 2022, come nel 2018, quindi è plausibile che il trend del prezzo di Bitcoin nel 2023 possa essere simile a quello del 2019. 

Qualora lo fosse – e non vi è certezza alcuna – ci sarebbe da attendersi un rialzo a metà anno, seguito da un leggero ritracciamento a fine anno. 

Il 2019 di Bitcoin (BTC)

Nel 2019 il prezzo inizialmente risalì, dopo aver toccato il minimo post- bolla a dicembre 2018 poco sopra quota 3.000$. 

A marzo era già risalito sopra i 4.000$, mentre ad aprile riuscì a risalire anche sopra i 5.500$. 

A maggio tornò a quota 9.000$, ovvero un livello di prezzo che aveva toccato spesso l’anno prima. In altre parole a maggio 2019 aveva recuperato tutte le eccessive perdite accumulate nel 2018 con lo scoppio della bolla, tornando ai livelli di novembre 2017. 

Giugno 2019 fu un mese un po’ speciale, perché venne annunciato il lancio del progetto crypto di Facebook, poi fallito l’anno scorso. Si trattò di un evento anomalo, tanto che dopo aver quasi toccato i 14.000$ il prezzo di Bitcoin tornò a 9.000$ a settembre. 

Tra novembre e dicembre scese anche sotto i 7.000$, ma solo per tornare oltre i 9.000$ a gennaio 2020. Va ricordato che quando il trend è bearish spesso a fine anno il prezzo di Bitcoin scende, per poi in genere riprendersi un po’ con l’inizio dell’anno nuovo. 

Le previsioni 2023 per il mercato crypto

Immaginando un possibile andamento simile nel 2023, ed estendendolo all’intero mercato crypto, ci si potrebbe aspettare un +30% iniziale, che è già avvenuto, seguito da un ulteriore +35%, anch’esso già avvenuto. 

Infatti rispetto ai 15.500$ di prezzo minimo del 2022, il prezzo di Bitcoin nel corso del 2023 ha già fatto un primo +30% portandosi a 20.000$, seguito da un +35% che lo ha portato fino a 27.000$. 

Quindi i primi due aumenti del 2023 corrispondono quasi perfettamente in percentuali ai primi due aumenti del 2019. 

Il terzo aumento del 2019 fu del 60%, quindi qualora avvenisse anche nel 2023 partendo dai valori attuali, il prezzo di Bitcoin potrebbe protrarsi a 43.000$, con la capitalizzazione del mercato crypto che dovrebbe schizzare a quasi mille miliardi di dollari. 

Da notare però che gli incrementi in percentuale, così come i cali, differiscono tra Bitcoin e capitalizzazione del mercato crypto, tanto che l’unica cosa che in genere è allineata è il trend generale di crescita o calo. 

Quindi per quanto riguarda il mercato crypto è possibile dire che se nel corso del 2023 si ripetesse un trend simile a quello del 2019 la sua capitalizzazione potrebbe crescere ancora molto. 

Gli ultimi due mesi dell’anno invece potrebbero essere caratterizzati da un calo del 30% o 35% del prezzo di Bitcoin, sempre nel solo caso in cui il trend del 2023 dovesse replicare quello del 2019. Tuttavia questa perdita potrebbe essere recuperata già a gennaio 2024. 

In altri termini è possibile che il 2023 sia caratterizzato da alcuni mesi di ulteriore crescita rispetto ai valori attuali, seguito da un periodo di lateralizzazione che potrebbe terminare a fine anno con un calo. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli
"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS