HomeBlockchainLa strada impervia delle valute digitali delle banche centrali (CBDC): Una storia...

La strada impervia delle valute digitali delle banche centrali (CBDC): Una storia di aspettative non soddisfatte?

Mentre ci muoviamo nella rivoluzione digitale, il settore finanziario si trova a un bivio intrigante con le valute digitali delle banche centrali (CBDC) all’orizzonte.

Promettendo di fondere le inattaccabili virtù della tecnologia blockchain con la stabilità regolamentata delle banche centrali, le CBDC sembrano a prima vista un faro di innovazione finanziaria. Tuttavia, si stanno addensando nubi di tempesta, e una tempesta si sta preparando nel mondo della finanza. 

Sotto la superficie, numerose crepe minacciano di sconvolgere questo quadro ottimistico entro il prossimo anno. Le CBDC diventeranno probabilmente un prodotto poco gradito a molti, riportando alla luce l’idea distopica prospettata in passato. Scoprite perché dovreste prendere in considerazione soluzioni private già esistenti piuttosto che aspettare che il sogno delle CBDC diventi realtà. Anzi, un incubo.

La questione del limite massimo: un tetto di vetro alla prosperità

Immaginate un mondo in cui la vostra ricchezza è limitata non dalla vostra capacità di guadagno, ma da un tetto arbitrario fissato da un’autorità centrale. Sembra distopico, vero? Ma è proprio questo lo scenario potenziale delle CBDC. Il limite imposto ai fondi di ciascun cittadino invade la libertà finanziaria, una pietra miliare delle nostre economie di mercato.

Il vostro patrimonio o la vostra spesa mensile non saranno più determinati dalle vostre capacità. È una mossa che si scontra con lo spirito di libertà finanziaria insito nelle economie di mercato.

Sebbene siano stati concepiti per prevenire gli squilibri economici, questi limiti potrebbero avere l’effetto opposto: bloccare i progressi dell’UE nel settore emergente delle criptovalute, favorire la stasi economica ed esacerbare le disuguaglianze socioeconomiche. In un mondo di realtà economiche diverse, un limite uniforme potrebbe soffocare le aspirazioni finanziarie di diversi strati sociali. Un approccio univoco ai limiti finanziari potrebbe lasciare alcuni settori della società a corto di aria a livello economico, soffocando la partecipazione e la crescita.

L’illusione della privacy: Un dilemma della Blockchain

Il fascino della tecnologia Blockchain risiede nella sua duplice promessa: una fortezza di sicurezza sotto il mantello della privacy. Tuttavia, sembra che le CBDC stiano facendo una selezione di questi vantaggi. 

Facendo leva su blockchain autorizzate e controllate centralmente e su contratti intelligenti ambigui, rischiano di trasformarsi nel “Grande Fratello” orwelliano del mondo finanziario, tenendo d’occhio ogni transazione.

Questa minaccia incombente di “sorveglianza finanziaria” può rendere le CBDC meno attraenti per i potenziali utenti, portando potenzialmente a una loro scarsa adozione o addirittura al fallimento. Questa situazione è contraria a uno dei principi fondamentali della blockchain: la privacy. La minaccia di una “sorveglianza finanziaria” potrebbe dissuadere i potenziali utenti, facendo sì che l’adozione delle CBDC vacilli ed eventualmente crolli.

Il divario digitale: Il tallone d’Achille dell’UE

Il successo dell’introduzione delle CBDC dipende da un’infrastruttura solida e senza interruzioni. Tuttavia, il panorama digitale dell’UE è pieno di disparità.  

L’ambizione dell’UE di introdurre le CBDC dipende in larga misura dalla prontezza delle sue infrastrutture. Tuttavia, il panorama digitale dell’UE è tutt’altro che uniforme. Alcuni Stati membri guidano la corsa alla tecnologia, mentre altri faticano a tenere il passo. Questa disparità potrebbe ostacolare l’implementazione di una moneta digitale unica e senza soluzione di continuità in tutta la regione, impedendo la parità di accesso e di utilizzo. Inoltre, il potenziale scontro tra gli intrinseci problemi di privacy delle CBDC e le severe leggi GDPR dell’UE potrebbe portare a un’impasse normativa.

L’infrastruttura tecnologica europea non solo è disomogenea, ma sembra anche impreparata all’integrazione delle CBDC. Questa mancanza di preparazione potrebbe portare a un’implementazione disarticolata della moneta digitale, inibendo la parità di accesso e di utilizzo tra gli Stati membri. L’intrinseca disparità di preparazione tecnologica potrebbe ritardare o addirittura far deragliare il successo della diffusione delle CBDC, causando notevoli disagi.

Il problema dell’isolamento: la disconnessione delle CBDC dai settori DeFi e Crypto

Il modello previsto per le CBDC sembra tracciare un percorso di isolamento, distanziandosi dal più ampio mondo delle criptovalute, compresa la finanza decentralizzata (DeFi) e altri settori. Questo isolamento autoimposto potrebbe trasformarsi in un’arma a doppio taglio.

Da un lato, potrebbe proteggere le CBDC dalla volatilità e dai rischi associati a questi settori. Tuttavia, dall’altro lato, questo distacco potrebbe privare le CBDC delle innovazioni e dei progressi compiuti nei servizi crittografici accessibili al pubblico. Le CBDC potrebbero trovarsi escluse dalla sinergia collaborativa del più ampio ecosistema crittografico, ostacolando la loro evoluzione e adattabilità.

Ostacoli più nascosti: Minaccia ai sistemi esistenti e alla sicurezza informatica

Una cascata di ulteriori sfide si nasconde anche sotto la superficie. L’ascesa delle CBDC potrebbe mettere in difficoltà le banche commerciali, destabilizzando l’attuale quadro bancario. Inoltre, il rischio di minacce informatiche si amplifica con l’aumento della digitalizzazione. Un attacco informatico riuscito potrebbe portare a conseguenze di vasta portata, dalle perdite finanziarie individuali alle interruzioni dell’economia nazionale.  Con la crescente digitalizzazione, il rischio di attacchi informatici aumenta. Le conseguenze di una violazione di questo tipo potrebbero andare dalla rovina finanziaria individuale alle crisi economiche nazionali. Sembra promettente, non è vero?

Impatto imprevisto sulle politiche monetarie

Se ci si addentra ulteriormente nel terreno delle CBDC, emergono altre potenziali insidie. L’avvento delle CBDC potrebbe inaugurare una nuova era in cui le banche commerciali diventano obsolete, destabilizzando il sistema bancario di vecchia data. Infine, le ripercussioni dell’implementazione delle CBDC potrebbero sconvolgere le politiche monetarie, generando dinamiche imprevedibili in termini di inflazione, tassi di interesse e stabilità economica. L’impatto sulla politica monetaria è incerto. L’implementazione potrebbe portare a nuove dinamiche che le banche centrali potrebbero non essere pronte o attrezzate a gestire, causando potenzialmente problemi nel controllo dell’inflazione, dei tassi di interesse e della stabilità economica.

Conclusioni: Un vaso di Pandora di problemi

Il modello CBDC, pur essendo una proposta interessante, sembra essere un campo minato di sfide. Tenendo conto della direzione intrapresa, ha un bel suono che ci ricorda un video smielato degli anni ’80.

Se ci si addentra nel mondo delle CBDC, ci si imbatte in una pletora di ulteriori preoccupazioni. L’avvento delle CBDC potrebbe portare a un cambiamento sismico delle norme bancarie, consentendo ai cittadini di aggirare le banche commerciali. Questo percorso diretto al sistema bancario centrale potrebbe destabilizzare l’ecosistema bancario esistente.

La traiettoria delle CBDC sembra costellata da insidie inaspettate e da una miriade di sfide. 

Il modello, per quanto innovativo, traballa su un precipizio instabile. Le disparità economiche, le preoccupazioni per la privacy, le disparità infrastrutturali e la potenziale destabilizzazione dei sistemi bancari esistenti sono alcune delle formidabili sfide sul suo cammino. La paura delle minacce informatiche aggiunge un ulteriore livello di complessità, sottolineando la necessità di una pianificazione meticolosa.

Il messaggio per le banche centrali e i responsabili politici è chiaro: Procedere con cautela o rischiare di trasformare il sogno delle CBDC in una debacle finanziaria.

Il percorso verso le CBDC, nonostante le sue promesse scintillanti, è disseminato di ostacoli significativi. 

Dallo spettro delle disparità economiche e delle violazioni della privacy alle lacune infrastrutturali e normative, per non parlare della minaccia incombente sui sistemi bancari esistenti e sulla sicurezza informatica, la strada sembra tutt’altro che agevole. È un invito ai politici e alle banche centrali a guidare la rotta con giudizio, per evitare che il sogno delle CBDC si trasformi in un pantano finanziario.

A meno che questi problemi – dalla disparità economica, alle preoccupazioni per la privacy, alla preparazione delle infrastrutture, alla potenziale destabilizzazione e alle minacce informatiche – non vengano affrontati meticolosamente, il modello CBDC rischia di arenarsi nella sua imminente attuazione. 

eurs stablecoin

EURS: La vera incarnazione dell’euro digitale

Mentre il mondo attende con ansia l’avvento di un euro digitale guidato dall’UE, negli ultimi cinque anni è fiorita un’alternativa superiore. Sviluppata da STASIS, la stablecoin EURS è stata concepita con la visione di sfruttare le tecnologie emergenti per progettare una stablecoin in grado di integrarsi perfettamente con il sistema finanziario esistente. Dal 2018, la società è stata leader nel settore delle stablecoin di livello istituzionale, spingendo costantemente i confini del possibile.

Dal 2018 la società è stata pioniera nel settore delle stablecoin di livello istituzionale.

EURS è una proposta senza precedenti nel regno delle stablecoin. Riconosce i rischi associati al genere ma li attenua strategicamente, offrendo una rete di sicurezza agli investitori. Questo approccio strategico distingue EURS e la rende un’alternativa interessante alle potenziali sfide delle CBDC.

Ciò che distingue EURS è la sua immunità dai rischi bancari commerciali, un’insidia comune a molte stablecoin conosciute. Inoltre, EURS non impone alcun tetto o limite arbitrario alle disponibilità, incarnando il vero spirito della libertà finanziaria. Sfruttando la potenza e la flessibilità delle cinque blockchain più diffuse, EURS garantisce una piattaforma sicura, robusta e facile da usare.

Ma la ciliegina sulla torta? EURS sfrutta le cinque blockchain più diffuse, rendendola una potenza in termini di flessibilità e sicurezza.

A partire dal 2023, EURS detiene la stimata posizione di asset digitale garantito dall’euro più affidabile e trasparente. Unisce i vantaggi della seconda valuta più scambiata al mondo con la solidità, la trasparenza e l’efficienza della tecnologia blockchain. Il risultato? EURS funge da porta d’accesso al mercato delle criptovalute sia per le aziende che per i privati. 

Inoltre, EURS è l’unica stablecoin legale nell’UE, accessibile in 175 Paesi del mondo. È anche il biglietto d’oro per entrare nel mondo delle criptovalute, sia che si tratti di un’azienda o di un privato che voglia immergersi nei mercati della DeFi. Potete facilmente acquistare stablecoin equivalenti a euro e iniziare il vostro viaggio nel mondo crypto.

Mentre ci prepariamo all’era delle CBDC, è fondamentale essere ben informati e preparati ai cambiamenti che ci attendono. Con EURS che ha già dimostrato la sua superiorità, la scelta sembra chiara. Scegliete con saggezza. Scegliete EURS, la soluzione comprovata e a prova di futuro per un euro digitale.

Amelia Tomasicchio
Amelia Tomasicchiohttps://cryptonomist.ch
Esperta di digital marketing, Amelia inizia a lavorare nel settore fintech nel 2014 dopo aver scritto la sua tesi di laurea sulla tecnologia Bitcoin. Precedentemente è stata un'autrice di diversi magazine crypto all'estero e CMO di Eidoo. Oggi è co-founder e direttrice di Cryptonomist, oltre che Italian PR manager per l'exchange Bitget. E' stata nominata una delle 30 under 30 secondo Forbes. Oggi Amelia è anche insegnante di marketing presso Digital Coach e ha pubblicato un libro "NFT: la guida completa'" edito Mondadori. Inoltre è co-founder del progetto NFT chiamati The NFT Magazine, oltre ad aiutare artisti e aziende ad entrare nel settore. Come advisor, Amelia è anche coinvolta in progetti sul metaverso come The Nemesis e OVER.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS