HomeCriptovaluteBinance Research pubblica il report “Q3 State of Crypto: Market Pulse”

Binance Research pubblica il report “Q3 State of Crypto: Market Pulse”

Binance Research ha pubblicato il report “Q3 State of Crypto: Market Pulse”: la sua rubrica che approfondisce le varie attività dell’ecosistema blockchain dell’ultimo trimestre. 

Binance e il report Q3 State of Crypto: Market Pulse” che approfondisce il mercato crypto

Binance Research, il ramo d’azienda di Binance dedicato alle ricerche di mercato, ha pubblicato il suo report trimestrale “Market Pulse”, che approfondisce le varie attività dell’ecosistema blockchain. 

Nello specifico, il report dell’ultimo trimestre si chiama “Q3 State of Crypto: Market Pulse”. 

Ecco l’annuncio su X, ex Twitter: 

“Il nostro ultimo Rapporto sullo Stato delle Criptovalute riassume tutti gli approfondimenti, gli eventi e gli insegnamenti principali del terzo trimestre. Trovate tutto quello che c’è da sapere sugli sviluppi del settore, tra cui l’analisi di: Layer 1 e 2, DeFi, NFT, Gaming.“

In pratica, il nuovo “Q3 State of Crypto: Market Pulse” ha trattato un’ampia gamma di argomenti legati a blockchain e crypto, tra cui l’andamento del mercato, i Layer 1 e 2, la DeFi, gli NFT e il gaming.

Per fare una panoramica sul mercato crypto, Binance Research ha evidenziato il calo dell’8,6% della capitalizzazione totale delle crypto dell’ultimo trimestre 2023, rispetto al trimestre precedente. 

Nonostante questo, pare però che l’adozione dalla parte delle grandi aziende sia aumentata: realtà come Deutsche Bank, Sony, Grab e PayPal hanno infatti annunciato il loro coinvolgimento nelle iniziative Web3.

Binance Research: il report fa luce anche sulla situazione dei Layer 1 e 2, DeFi, NFT e il gaming 

Andando un po’ più nello specifico, il report Q3 State of Crypto: Market Pulse ha evidenziato un calo anche delle attività dei Layer 1, del valore totale bloccato (o TVL) nella DeFi e nel mercato NFT. Questo però non ha fatto diminuire l’ottimismo, grazie a nuove aperture e nuovi sviluppi di settore. 

E infatti, mentre l’attività sui Layer 1 è generalmente diminuita, quella sui Layer 2 di Ethereum ha visto segnali di ripresa, con il lancio di Base che ha stimolato l’attività delle transazioni.

A proposito di Base di Coinbase, il report ha così scritto:

“Base è salita di grado nel terzo trimestre. L’attività su Base ha registrato un’impennata dal suo lancio in agosto, grazie a una campagna di marketing di successo, al trading di memecoin e alla popolarità di friend.tech. D’altra parte, Arbitrum e Optimism hanno registrato un calo in TVL nel Q3 2023.”

In merito alla DeFi, il TVL sembra essere diminuito del 13,1% rispetto al trimestre precedente, attestandosi a 38,5 miliardi di dollari. La causa potrebbe essere attribuita ai bassi rendimenti della DeFi, del contesto di risk-off e del calo del prezzo di ETH.

Anche gli NFT hanno registrato il peggior trimestre per le vendite in quasi tre anni, con vendite per 299 milioni di dollari. Questo dato può essere attribuito al calo dei prezzi di base della maggior parte delle collezioni e del prezzo dell’ETH.

Infine, dando uno sguardo al gaming, le blockchain leader di settore di questo ultimo trimestre sembrano essere BNB Chain, Ethereum e Polygon. Non solo, in generale pare che il gaming blockchain-based abbia raggiunto circa il 66% di quota di mercato (per numero di giochi).

Le ultime notizie sul più popolare crypto-exchange

Dando uno sguardo alle ultime notizie relative a Binance, il più popolare crypto-exchange, pare che non se la stia passando tanto bene sulla questione “regolamentazione”. 

E infatti, pare che in Brasile, la Commissione del Congresso abbia suggerito di incriminare il CEO di Binance, Changpeng CZ Zhao, e altri dirigenti locali del crypto-exchange. L’accusa sarebbe di frode e altri reati finanziari, come, ancora una volta, la vendita di security non autorizzati. 

In realtà i sospetti su Binance da parte delle istituzioni brasiliane nasce proprio a causa della sua posizione non sempre riconosciuta come conforme in molte altre giurisdizioni. 

Spostandosi nel Regno Unito, qui invece, Binance ha dovuto fare un passo indietro per conformarsi all’evoluzione del panorama normativo del Paese. In pratica, il crypto-exchange avrebbe deciso di smettere di accettare nuovi utenti del Regno Unito, in vista di una sua conformità normativa. 

Infine, la versione USA di Binance, e cioè Binance.US, che pare non sia neanche di proprietà del crypto-exchange più conosciuto, ha dovuto sospendere i prelievi in valuta fiat (USD) dalla sua piattaforma. 

Binance.US è da tempo che ha problemi con le autorità statunitensi, ottenendo un calo netto dei suoi volumi di scambio giornalieri sul mercato spot, che hanno toccato i 20 milioni di dollari. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS