HomeCriptovaluteBitcoinL'ascesa del prezzo di Bitcoin a 35.000 dollari alimentata dalle istituzioni: gli...

L’ascesa del prezzo di Bitcoin a 35.000 dollari alimentata dalle istituzioni: gli ETF futures del CME e del CSOP di Hong Kong

L’impennata del prezzo del Bitcoin a 35.000 dollari ha attirato un’attenzione significativa e un’analisi più approfondita dei dati provenienti da sedi come il CME e il CSOP Bitcoin Futures ETF di Hong Kong rivela che gli investitori istituzionali sono alla guida di questa ascesa fulminante. 

In questo articolo esploriamo le complessità tecniche alla base di questo fenomeno, facendo luce su come le istituzioni stiano correndo per affermarsi nel mondo del Bitcoin.

Gli investitori istituzionali guidano il prezzo del Bitcoin: analisi dei dati dell’ETF sui futures del Bitcoin del CME e del CSOP di Hong Kong

Negli ultimi sviluppi, il Bitcoin (BTC) ha assistito a un’ascesa fulminea, raggiungendo i massimi da 17 mesi a 35.000 dollari. 

Questo impressionante rally ha suscitato una notevole attenzione sia da parte della comunità crypto che delle istituzioni finanziarie tradizionali. 

In particolare, i dati provenienti da sedi come il Chicago Mercantile Exchange (CME) e l’Hong Kong CSOP Bitcoin Futures ETF forniscono una forte evidenza che questa impennata è stata guidata principalmente dagli investitori istituzionali.

L’open interest per il prodotto Bitcoin del CME ha recentemente raggiunto una pietra miliare significativa, toccando i 100.000 BTC, equivalenti a ben 3,4 miliardi di dollari. Si tratta di un momento storico, che indica il crescente interesse degli investitori istituzionali per l’asset digitale. 

L’Open Interest del CME sale alle stelle 

Il CME è emerso come sede privilegiata per questi investitori e i suoi dati di open interest ne sono una testimonianza.

L’aumento dell’open interest non è un evento isolato. Ha coinciso con un rinnovato ottimismo riguardo all’approvazione di un fondo negoziato in borsa (ETF) sul Bitcoin spot. 

Questo sviluppo ha creato un senso di urgenza tra gli investitori istituzionali per assicurare le loro posizioni in Bitcoin, anticipando un’ulteriore crescita e prodotti finanziari.

Lo stesso giorno in cui il Bitcoin ha sfondato il livello di resistenza di 31.800 dollari, il sito web di Depository Trust & Clearing Corp. (DTCC) ha visualizzato il ticker di un ETF di BlackRock legato al Bitcoin. 

Questa rivelazione ha avuto un impatto immediato sul prezzo del Bitcoin, spingendolo verso nuove vette. La comparsa del ticker dell’ETF di BlackRock ha intensificato l’interesse istituzionale per la criptovaluta, accelerandone ulteriormente la traiettoria ascendente.

Per comprendere le dinamiche in gioco, è essenziale esaminare l’interesse aperto su varie piattaforme. I dati di Coinalyze rivelano un notevole contrasto tra investitori retail e istituzionali. 

Mentre l’interesse dei privati è diminuito, come si evince dal calo dell’open interest sulle varie borse di criptovalute, l’interesse degli istituzionali è salito a nuovi massimi.

Il CME è emerso come una roccaforte per gli investitori istituzionali nello spazio delle criptovalute. 

Con un interesse aperto che ha superato i 100.000 Bitcoin, la quota di mercato del CME è cresciuta fino a circa il 25%, rivaleggiando con quella del mercato perpetuo di Binance. 

Questo dominio del mercato è il risultato della fiducia che gli investitori istituzionali ripongono nel CME e nel suo ambiente regolamentato.

Oltre ai futures sui Bitcoin, il CME ha primeggiato anche nei futures con scadenza tradizionale, conquistando una notevole quota di mercato dell’80%. 

Questo risultato sottolinea la credibilità e la fiducia che le istituzioni ripongono nel CME come piattaforma di trading affidabile.

Hong Kong CSOP Bitcoin Futures ETF

L’aumento dell’interesse istituzionale non si limita al CME. Anche l’Hong Kong CSOP Bitcoin Futures ETF ha registrato una crescita notevole. In una sola sessione di trading, ha raggiunto un volume di scambi sbalorditivo di 22,37 milioni di dollari, sostenuto da afflussi di capitale pari a 17,64 milioni di dollari. 

Questa performance da record, sia in termini di volume che di afflussi, dimostra l’intensa pressione di acquisto da parte degli investitori istituzionali. Si tratta di un notevole distacco dai precedenti fatturati giornalieri, che oscillavano tra 125.000 e 250.000 dollari.

Conclusione

La recente impennata del prezzo del Bitcoin a 35.000 dollari è innegabilmente guidata dagli investitori istituzionali che cercano attivamente di esporsi all’asset digitale. 

I dati provenienti da sedi come il CME e il CSOP Bitcoin Futures ETF di Hong Kong parlano chiaro su questa frenesia istituzionale. 

Mentre l’ottimismo per un ETF spot sul Bitcoin continua a crescere, le istituzioni si stanno posizionando in modo strategico e il CME si è affermato come piattaforma centrale per le loro attività. 

È chiaro che l’interesse istituzionale per il Bitcoin è la forza trainante delle recenti dinamiche di mercato e i dati forniscono prove convincenti di questa tendenza.

RELATED ARTICLES

MOST POPULARS