HomeNFTGameStop chiude il marketplace NFT per l’incertezza sulla regolamentazione crypto

GameStop chiude il marketplace NFT per l’incertezza sulla regolamentazione crypto

A partire dal 2 febbraio 2024, GameStop chiude il suo marketplace NFT, a causa dell’incertezza sulla regolamentazione crypto.

GameStop: l’incertezza sulla regolamentazione crypto porta alla chiusura del marketplace NFT

In un annuncio sul sito web di GameStop NFT, si legge la nuova decisione di chiudere il marketplace di Non-Fungible Token, a causa dell’incertezza sulla regolamentazione crypto. 

“Aggiornamento importante. GameStop ha deciso di chiudere il nostro mercato NFT a causa della continua incertezza normativa del settore delle criptovalute. A partire dal 2 febbraio 2024, i clienti non potranno più acquistare, vendere o creare NFT. I vostri NFT sono sulla blockchain e rimarranno accessibili e vendibili attraverso altre piattaforme.”

In pratica, a partire dal 2 febbraio 2024, i clienti non potranno più acquistare, vendere e creare NFT sul marketplace di GameStop. 

Questo però non toglie che gli NFT rimangano sulle blockchain, e che quindi i clienti non avranno impatti negativi sui loro NFT di proprietà. 

La decisione dell’azienda con sede negli USA, fa riferimento all’ancora incertezza della regolamentazione normativa dello spazio crypto. 

Il marketplace NFT per il gaming di GameStop aveva aperto le sue porte al pubblico lo scorso novembre 2022.

La piattaforma è stata costruita utilizzando ImmutableX, dopo che la partnership aveva raccolto un investimento da ben 100 milioni di dollari. 

GameStop NFT e la chiusura in agosto degli wallet sempre per incertezza su regolamentazione crypto

GameStop aveva deciso di interrompere il suo programma nativo di crypto–wallet lo scorso agosto 2023, sempre a causa dell’incertezza della regolamentazione normativa dello spazio crypto. 

In quel caso, le estensioni dei portafogli iOS e Chrome dell’azienda, erano state ritirate a partire dal primo novembre.

Per supportare i suoi clienti nella sua decisione, GameStop aveva raccomandato loro di assicurarsi l’accesso alla loro “PassPhrase Segreta”, così da non perdere le loro crypto. 

Con la decisione attuale di chiudere anche il marketplace NFT, GameStop sembra essere sempre più intenzionato a chiudere le sue attività legate al mondo crypto. 

D’altronde, anche il suo account social su X, GameStopNFT, sembra non essere più attivo da settembre 2023, ancora prima di chiudere il programma di crypto-wallet. 

Le azioni GME non seguono più il trend volatile crypto da molto tempo

C’è stato un periodo in cui si guardavano le azioni di GameStop (GME) collegandole alla volatilità, tipica del trend crypto. 

Era gennaio 2021, quando le azioni GME sono cresciute di quasi il 700% in un mese, registrando una volatilità che non succede più neanche al prezzo di Bitcoin (BTC).  

Il prezzo di GME aveva visto un’impennata che in uno di quei giorni aveva visto il prezzo salire da 76$ a 147$, guadagnando il 93.4%. 

Da quel momento, però, le stesse azioni GME hanno visto un lungo declino. Al momento della scrittura, le azioni GameStop valgono 14,75$. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo
Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS