HomeCriptovaluteLe speculazioni sull'ingresso di Apple nel mondo crypto e Bitcoin: cosa sta...

Le speculazioni sull’ingresso di Apple nel mondo crypto e Bitcoin: cosa sta succedendo?

Di recente sono circolati alcuni rumors in merito alla possibile entrata del gigante della tecnologia Apple nel mondo delle crypto e dei Bitcoin. Ovviamente ciò ha scatenato notevoli discussioni sul futuro finanziario digitale. 

Vediamo di seguito tutti i dettagli. 

Apple si avventura nei Bitcoin: possibili impatti sull’ecosistema crypto

Come anticipato, le speculazioni in merito al fatto che Apple possa iniziare a esplorare il settore delle criptovalute ha scosso i mercati finanziari. Infatti, mentre alcuni vedono un’opportunità rivoluzionaria, altri temono un monopolio. 

Di conseguenza, gli investitori e gli esperti stanno osservando la situazione, chiedendosi se questo ingresso accelererà l’adozione globale dei Bitcoin o introdurrà nuove sfide regolamentari.

In un panorama già volatile, l’impatto di Apple sulle criptovalute potrebbe in parte essere destinato a definire il futuro della finanza digitale. Ma perchè hanno iniziato a circolare queste voci?

Vediamo che di recente Victoria VR, un innovativo sviluppatore all’incrocio tra criptovalute e realtà virtuale (VR), ha presentato un ambizioso progetto per rivoluzionare il settore della VR. 

L’azienda sta infatti per lanciare la prima applicazione metaverse basata su blockchain per il Vision Pro di Apple.

L’app Metaverse di Victoria VR, attesa nel secondo trimestre di quest’anno, sfrutta le potenzialità del Vision Pro per offrire un’esperienza grafica ultra realistica e coinvolgente. 

Questa applicazione promette di evidenziare il vasto potenziale della tecnologia Web3, creando un ambiente digitale sofisticato che sfrutta le avanzate funzionalità di Vision Pro. 

Questo progetto rappresenta una pietra miliare nell’integrazione di realtà virtuale e tecnologia blockchain, offrendo agli utenti un mondo virtuale unico e coinvolgente.

L’anticipazione attorno al Vision Pro di Apple sottolinea l’entrata del gigante tecnologico nell’ecosistema della realtà virtuale, manifestando un rinnovato interesse nel settore VR nonostante le divergenti opinioni di mercato. 

Vision Pro emerge come un concorrente solido contro visori VR consolidati come il Meta Quest di Meta, evidenziando la competizione nel panorama delle tecnologie VR. 

Inoltre, l’iniziativa di Victoria VR di lanciare la sua app Metaverse su una piattaforma di questo calibro sottolinea l’impegno del developer nel superare i confini degli ambienti virtuali.

Il Token VR di Victoria VR: tutti i dettagli 

Nel cuore del metaverso di Victoria VR si trova il token VR, una risorsa basata su Ethereum conforme allo standard ERC-20. Questa criptovaluta è progettata per ricompensare gli utenti attivi e le parti interessate all’interno dell’ecosistema virtuale di Victoria VR. 

La tokenomics del metaverso è strutturata per redistribuire il 50% delle entrate dalla vendita di asset di gioco alla comunità, incentivando la partecipazione e gli investimenti. 

Questo modello ha portato a un notevole aumento del valore del token VR, con un incremento del 60% nelle ultime 24 ore e una capitalizzazione di mercato che ha raggiunto i 103 milioni di dollari.

L’avventura di Victoria VR nella realtà virtuale, sostenuta dalla blockchain, rappresenta una pietra miliare nell’integrazione di queste tecnologie avanzate. 

È anche una mossa strategica per creare un ecosistema virtuale sostenibile e gratificante. 

Con il prossimo lancio dell’app Metaverse su Apple Vision Pro, l’azienda si prepara a ridefinire l’interazione digitale e l’intrattenimento, promettendo un’esperienza virtuale senza precedenti per utenti globali.

Apple e i progetti nell’intelligenza artificiale 

Il CEO di Apple, Tim Cook, ha di recente comunicato l’impegno della società nello sviluppo di funzionalità di intelligenza artificiale generativa (AI) accessibili ai consumatori entro la fine del 2024.

 Durante la recente conferenza sugli utili trimestrali del 1° febbraio, Cook ha espresso la sua entusiasmante prospettiva riguardo alle significative opportunità che l’intersezione tra AI e AI generativa apporterà ad Apple.

Proiettandosi nel futuro, Cook ha evidenziato gli investimenti continui dell’azienda nelle tecnologie che plasmeranno il domani, con una particolare focalizzazione sull’intelligenza artificiale. 

Ha inoltre anticipato che l’azienda sta dedicando considerevole tempo e sforzi allo sviluppo dell’intelligenza artificiale, promettendo di rivelare dettagli specifici nel corso dell’anno.

Allo stato attuale, l’azienda si trova in una posizione di svantaggio rispetto a concorrenti come Google, Microsoft e Meta, che hanno progredito nello spazio dell’intelligenza artificiale nell’ultimo anno.

Nonostante la concorrenza serrata, la rivelazione di Apple riguardo ai suoi prodotti di intelligenza artificiale e intelligenza artificiale generativa non rappresenta l’unico grande sviluppo atteso nel 2024. 

Il colosso tecnologico è pronto a lanciare le ultime aggiunte alla famiglia di smartphone, iPhone 16 e 16 Pro. Inoltre, un aggiornamento per iOS 18 è all’orizzonte, con alcune voci che suggeriscono che possa essere il più significativo nella storia del sistema operativo.

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS