HomeCriptovaluteUltime news e analisi dei prezzi delle crypto Bittensor (TAO), Dogecoin (DOGE)...

Ultime news e analisi dei prezzi delle crypto Bittensor (TAO), Dogecoin (DOGE) e Decentraland (MANA)

In questo articolo vediamo le news più rilevanti e l’analisi dei prezzi dei progetti crypto Bittensor (TAO), Dogecoin (DOGE) e Decentraland (MANA).

Negli ultimi 3 mesi l’outlook generale del mercato è stato chiaramente più propenso al ribasso, portando ad un forte calo del prezzo delle altcoin.

Adesso potrebbe essere finalmente arrivati ad un punto di inversione.

Vediamo tutti i dettagli di seguito.

Ultime news dei progetti crypto Bittensor (TAO), Dogecoin (DOGE) e Decentraland (MANA)

Andando in ordine, vediamo quali sono le ultime notizie del mercato per i 3 progetti crypto Bittensor (TAO), Dogecoin (DOGE) e Decentraland (MANA).

Per quanto riguarda la piattaforma AI Bittensor, riprendiamo quanto accaduto la scorsa settimana quando la rete decentralizzata è stata attaccata da soggetti malintenzionati.

Dopo che diversi utenti hanno riportato un hack dei propri fondi, la Opentensor Foundation ha preso la decisione di bloccare la validazione blocchi tramite un firewall.

Questa imposizione sulla catena, seppur appare come una censura autoritaria, è giustificata dalla volontà di mettere in sicurezza i fondi dei TAO holders.

Ieri, a distanza di pochi giorni, sono arrivati nuovi aggiornamenti per questa vicenda: il team di Bittensor sta progettando un tool che permette di trasferire in sicurezza i token TAO su un nuovo wallet. Per il momento il tool non è ancora disponibile, ma sarà lanciato non appena sarà conclusa una fase preliminare di test.

Passando a Dogecoin, notiamo con piacere come la valuta crittografica sia stata recentemente utilizzata come mezzo di scambio per necessità non-speculative.

Sebbene la crypto-meme rappresenti l’emblema della speculazione, questa volta sembra essere stata adoperata nella vita quotidiana della popolazione venezuelana, per un fine più nobile.

In particolare secondo quanto riportato da Bloomberg UK, i venezuelani starebbero utilizzando DOGE come crypto per il pagamento delle rimesse nel proprio Paese nativo.

I tradizionali sistemi di trasferimento valutario internazionale applicano commissioni eccessivamente costose, mentre i trasferimenti in crypto talvolta sono molto più economici.

Come raccontato nell’articolo, una migrante venezuelana chiamata Paola Moncrieff ha spiegato che utilizza DOGE tramite Coinbase per inviare denaro nel proprio paese d’origine.

Infine, per quanto riguarda Decentraland non sembrano esserci news particolarmente interessanti da riportare.

L’unico dettaglio degno di nota riguarda la conclusione dell’evento “Game Expo”, con cui il progetto crypto ha mostrato al pubblico la propria suite di giochi.

L’evento, svoltosi dal 24 al 29 giugno è stato un vero e proprio successo che ha permesso l’ingresso di nuovi utenti sulla piattaforma.

L’Expo è stato diviso in 4 padiglioni virtuali, ognuno dei quali contenente una serie di mini-giochi web3 sviluppati all’interno del metaverso Decentraland.

Situazione grafica difficile per le memecoin come DOGE

Passando ai grafici, notiamo sin da subito un outlook decisamente tortuoso per la crypto DOGE, che sta affrontando una fase di forte calo dei prezzi.

Nell’ultimo mese la memecoin ha perso il 26% delle quotazioni passando da 0,147 dollari fino agli attuali 0,109 dollari. 

Dopo un inizio anno all’insegna del lieve ribasso, DOGE è cresciuta moltissimo tra febbraio e marzo arrivando a triplicare il proprio valore.

Da aprile in poi però gli orsi sono tornati a fare visita alla moneta preferita di Elon Musk, scatenando un drawdown al ribasso del 50% circa.

Ora i prezzi si trovano al di sotto dell’EMA 50 weekly, in attesa di una risposta della domanda e di un altro affondo da parte dell’offerta.

Nel frattempo gli indicatori tecnici segnalano che c’è ancora spazio eventualmente per una mossa al ribasso, con l’RSI14 a 43 punti.

Era da ottobre 2023 che l’indicatore “Relative Strenght Index” non raggiungeva un valore così basso. Tuttavia fino alla soglia dei 30 punti potremmo non assistere ad una ripresa della spinta rialzista.

grafico prezzi crypto dogecoin
Fonte: https://it.tradingview.com/chart/1hwwyywT/?symbol=BINANCE%3ADOGEUSDT

DOGE non è l’unica memecoin a soffrire la situazione complessiva del mercato crypto.

Secondo la classifica di Coinmarketcap, tutto il comparto meme ha registrato l’ultima settimana di trading all’insegna del rosso accesso.

Come mostrato nella seguente immagine, monete come, PEPE, WIF, FLOKI, BRETT e BOME hanno tutte riportato discesa in doppia cifra percentuale.
Solo SHIB e BONK hanno registrato ribassi più modesti, rispettivamente del 2,56% e 1,69%, evidenziando maggiore forza di resistenza.

In questa classifica DOGE si posiziona come terza miglior perdente, con “solo” il 13,18% di calo delle quotazioni negli ultimi 7 giorni. 

Vedremo se quando BTC si riprenderà, questo settore riprenderà la sua corsa al rialzo come nel primo trimestre o sotto-performerà il benchmark.

Fonte: https://coinmarketcap.com/view/memes/

Soffrono anche Gaming ed AI: analisi dei prezzi delle crypto MANA e TAO

Non solo DOGE e memecoin, anche altri comparti crypto hanno sentito il peso dell’incertezza dei prezzi di Bitcoin negli ultimi mesi.

Nel dettaglio gaming ed AI, con i relativi progetti MANA e TAO, stanno vivendo momenti molto difficili sul fronte delle speculazioni.

In assoluto MANA, crypto nativa del progetto Decentraland, sembra essere quella messa peggio fra le 3 monete analizzate oggi.

Dal top di marzo perde circa il 60% del proprio valore, di cui circa il 28% della discesa avvenuta nell’ultimo mese.

Tralasciando brevi tentativi timidi di rialzo, MANA è in downtrend perenne ormai da novembre 2021. Dagli oltre 5 dollari di quotazione raggiunta al top del precedente bull market, ora i prezzi sono scesi fino agli 0,31 dollari.

È chiaro che a meno che il team del progetto non si focalizzerà sull’utilità della criptovaluta, questa continuerà a perdere terreno sul mercato. 

In questo contesto MANA non sembra essere una delle altcoin più promettenti per i prossimi mesi.

grafico prezzi crypto mana
Fonte: https://it.tradingview.com/chart/1hwwyywT/?symbol=BINANCE%3AMANAUSDT

Anche TAO, crypto dell’ecosistema AI Bittensor, non sembra sfuggire dalle grinfie dei ribassi.

Seppur possiamo basarci su uno storico più ridotto, anche questa moneta mostra debolezza grafica negli ultimi mesi di trading.

In realtà gli orsi hanno avuto il controllo della situazione sin dal suo listing sui mercati crypto: dal lancio in aprile i prezzi sono crollati del 64%.

Pensate che il primo giorno di contrattazioni ha raggiunto il massimo di 1249 dollari, per poi chiudere la giornata a 623 dollari, ed arrivare oggi a 230 dollari.

Nell’ultimo mese TAO perde il 41% circa, evidenziando un momento particolarmente per le monete del settore intelligenza artificiale.

Difficile che, anche con la ripresa del mercato e il miglioramento del sentiment, questa crypto possa ritornare al suo massimo storico e sovraperformare BTC.

In generale è possibile che tutto il settore AI, che ha dato il meglio di sé ad inizio anno, ora sarà sorpassata da altri comparti altcoin.

grafico prezzi crypto tao
Fonte: https://it.tradingview.com/chart/1hwwyywT/?symbol=BINANCE%3ATAOUSDT
Alessandro Adami
Alessandro Adami
Laureato in "Informazione, Media e Pubblicità", da oltre 4 anni interessato al settore delle criptovalute e delle blockchain. Co-Fondatore di Tokenparty, community attiva nella diffusione di crypto-entuasiasmo. Co-fondatore di Legal Hackers Civitanova marche. Consulente nel settore delle tecnologie dell'informatica. Ethereum Fan Boy e sostenitore degli oracoli di Chainlink, crede fermamente che in futuro gli smart contract saranno centrali all'interno dello sviluppo della società.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS

GoldBrick