HomeCriptovaluteBitcoinDigitalX Bitcoin ETF: news per l’Australia nel mercato crypto

DigitalX Bitcoin ETF: news per l’Australia nel mercato crypto

Australia news: la borsa ASX si prepara ad accogliere un nuovo arrivato nel mondo degli ETF Bitcoin, con il DigitalX Bitcoin ETF che sarà quotato con il ticker BTXX a partire dal 12 luglio. 

Questo ETF rappresenta il secondo prodotto di questo tipo ad essere approvato sull’ASX, seguendo da vicino l’ETF di VanEck approvato il mese scorso. 

Questi sviluppi segnano un significativo passo avanti nel mercato australiano delle criptovalute, aprendo nuove opportunità per gli investitori. Vediamo di seguito tutti i dettagli. 

BTXX news: il secondo ETF su Bitcoin spot a essere quotato in Australia 

Come anticipato, DigitalX, una società di gestione patrimoniale specializzata in blockchain, ha ottenuto l’approvazione delle autorità per introdurre il suo fondo negoziato in borsa (ETF) spot su Bitcoin. 

Questo ETF diventerà il secondo a essere negoziato sull’Australian Securities Exchange (ASX).

Il DigitalX Bitcoin ETF, identificato con il ticker BTXX, sarà quotato il 12 luglio alle 10:00 ora locale, come annunciato dalla società in un comunicato dell’8 luglio.

Lisa Wade, CEO di DigitalX, ha descritto l’approvazione del BTXX come un “momento decisivo”, dichiarando quanto segue: 

“Il DigitalX Bitcoin ETF è un prodotto spot che offre agli investitori dell’ASX un accesso diretto a Bitcoin attraverso una struttura di fondi regolamentata e liquida.” 

Toby Hicks, presidente di DigitalX, ha aggiunto: 

“È entusiasmante vedere la crescita e lo sviluppo dei mercati degli asset digitali riflessi in questa approvazione in Australia.”

DigitalX ha collaborato con K2 Asset Management, che agirà come entità responsabile ed emittente dell’ETF spot su Bitcoin

Inoltre, DigitalX lavorerà insieme alla società di investimento 3iQ, specializzata in criptovalute, per promuovere e distribuire il prodotto sia in Australia che a livello internazionale.

Questa iniziativa segue di poco più di tre settimane l’approvazione da parte dell’ASX dell’ETF spot su Bitcoin di VanEck, avvenuta il 15 giugno, con inizio delle negoziazioni il 20 giugno. 

Il VanEck Bitcoin ETF (VBTC) ha registrato un volume di scambi di 1,3 milioni di dollari nel suo primo giorno di negoziazione. 

Cifra significativamente inferiore alla media giornaliera di 450 milioni di dollari osservata nei primi dieci giorni di negoziazione dei nove ETF spot su Bitcoin negli Stati Uniti.

Secondo un rapporto di aprile di Bloomberg, anche Betashares, un altro gestore di fondi australiano, sta considerando il lancio di un ETF su Bitcoin sull’ASX.

Afflussi record per gli ETF Bitcoin spot negli Stati Uniti: BlackRock e Fidelity in prima linea

Lunedì, gli ETF spot su Bitcoin negli Stati Uniti hanno registrato afflussi impressionanti di circa 295 milioni di dollari, spinti dalle vendite continue del governo tedesco e dai rimborsi di Mt. Gox

Secondo i dati di SoSoValue, questo rappresenta il più alto livello di afflussi giornalieri nell’ultimo mese.

Il fondo IBIT di BlackRock ha dominato la scena con 187 milioni di dollari di afflussi, mentre l’FBTC di Fidelity ha attirato 61,5 milioni di dollari. Anche il GBTC di Grayscale ha visto un significativo afflusso di 25 milioni di dollari. 

Seguono BITB di Bitwise con 11 milioni di dollari, ARKB di ARK 21Shares con 8 milioni di dollari, e HODL di VanEck con 1,5 milioni di dollari. Gli altri fondi non hanno registrato afflussi.

L’iShares Bitcoin Trust di BlackRock gestisce attualmente oltre 17 miliardi di dollari in asset, secondo i dati aggiornati sul suo sito ufficiale.

Nelle ultime settimane, il mercato delle criptovalute ha subito una tendenza al ribasso a causa dell’annuncio dei rimborsi di Mt. Gox e delle recenti attività di wallet da parte dei governi statunitense e tedesco.

Dall’inizio di luglio, il governo tedesco ha continuato a vendere Bitcoin. Secondo Arkham Intelligence, il governo possiede attualmente circa 27.400 BTC, per un valore di 1,5 miliardi di dollari. 

Dopo i recenti trasferimenti di BTC, le autorità tedesche hanno venduto quasi metà delle loro partecipazioni originali, che ammontavano a circa 50.000 BTC.

Il fiduciario per la riabilitazione di Mt. Gox ha confermato di aver iniziato il processo di rimborso venerdì scorso. 

Nel quadro di questo piano, le vittime di Mt. Gox riceveranno i rimborsi non direttamente in Bitcoin e Bitcoin Cash, ma attraverso exchange di criptovalute designati.

Alessia Pannone
Alessia Pannone
Laureata in scienze della comunicazione e attualmente studentessa del corso di laurea magistrale in editoria e scrittura. Scrittrice di articoli in ottica SEO, con cura per l’indicizzazione nei motori di ricerca, in totale o parziale autonomia.
RELATED ARTICLES

MOST POPULARS

GoldBrick