Read this article in the English version here.

Guardate questo grafico:

fee eth

In viola c’è la curva delle fee medie sulle transazioni in Ethereum. In rosso c’è la curva delle fee di Bitcoin.

Come potete notare, a partire dal primo luglio 2018, le fee di Ethereum sono cresciute a dismisura, proprio mentre quelle di Bitcoin stavano scendendo.

Questo ha portato, a partire dal 2 luglio, al superamento delle fee ETH su quelle di BTC, per la prima volta in tutta la storia di Ethereum (ovvero dal 2015).

Ora, tuttavia, le fee  ETH medie sono di nuovo scese sotto quelle di BTC.

Perché è avvenuto? In teoria la velocità molto maggiore con cui vengono minati i blocchi sulla blockchain di Ethereum dovrebbe garantire un maggior numero di transazioni, con costi più bassi rispetto a Bitcoin.

E in effetti fino al 2 luglio mediamente è sempre stato così.

Ma ultimamente sono successe alcune cose che stanno riducendo i costi delle transazioni di Bitcoin e hanno aumentato temporaneamente in modo significativo quelle di Ethereum.

Lightning Network

Per prima cosa la diffusione di Lightning Network che abbatte non solo i tempi di esecuzione delle transazioni in BTC, ma anche proprio i costi.

LN ha iniziato a diffondersi molto rapidamente proprio a partire da luglio e questo sta contribuendo a far scendere le fee di BTC.

Inoltre, più del 40% delle transazioni sono di tipo SegWit, cosa che aumenta il numero di transazioni gestibili nei blocchi, facendone diminuire il costo.

È plausibile che nel corso delle prossime settimane, e dei prossimi mesi, le fee Bitcoin scendano ulteriormente.

Per quanto riguarda Ethereum, invece, si è trattato di intasamento della blockchain, ovvero un picco di transazioni iniziate proprio a luglio, ed esauritosi solo da pochi giorni.

La blockchain di Ethereum, infatti, processa anche le transazioni dei token ERC20, ovvero la maggioranza dei token che non hanno una propria blockchain come ad esempio Binance (BNB), e questo fa sì che si possano generare facilmente picchi dovuti a grossi volumi di scambio di vari token.

In prospettiva questo potrebbe diventare un problema comune sulla rete di Ethereum, quindi questo sorpasso d’ora in poi potrebbe verificarsi ancora, fino a che Ethereum non riuscirà a risolvere i problemi di scalabilità (quelli che BTC ha risolto con LN).