2Gether: carta di debito Visa per pagare con 7 criptovalute
Tool & app

2Gether: carta di debito Visa per pagare con 7 criptovalute

By Emanuele Pagliari - 14 Lug 2019

Chevron down

Una piccola startup del settore bancario – 2Getherha creato una nuova ed interessante carta di debito su circuito Visa per effettuare pagamenti sfruttando ben sette criptovalute, fra cui Stellar ed EOS, oltre a Bitcoin.

Ovviamente non si tratta della prima soluzione di questo tipo. Già in passato abbiamo sono state rese disponibili diverse carte affini, fra cui Wirex e la famosa Coinbase Card.

2Gether, questo il nome della startup e dell’omonima carta di debito, consente infatti agli utenti di spendere le proprie criptovalute in tutti i negozi muniti di PoS e siti web in grado di accettare carte VISA. Il tutto senza rincari sul servizio.

2Gether la carta di debito Visa per pagare con Bitcoin, EOS, Stellar, Etherum ed altre criptovalute

2Gether ha comunicato che i propri clienti potranno utilizzare la propria carta per pagare con il conto associato in euro o con sette diverse criptovalute.

Fra le monete presenti vi sono Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), Ripple (XRP), Bitcoin Cash (BCH), EOS, Stellar (XLM) e Litecoin (LTC).

La carta converte istantaneamente la criptovaluta scelta in valuta FIAT durante il pagamento. Potrà essere utilizzata in tutte le 19 nazioni della zona euro.

L’azienda ha dichiarato che la carta di debito mira a facilitare l’uso delle criptovalute nel mondo retail, offrendo anche agli utenti la possibilità di comprare facilmente Bitcoin, Ethereum, Ripple, EOS e le criptovalute supportate con poche semplici mosse dall’app per smartphone dedicata. Sarà possibile anche effettuare trasferimenti con i propri amici e colleghi senza spese.

L’app 2Gether è già disponibile al download sul Google Play Store  e sull’Apple Store. Purtroppo, però, l’applicativo per ora è disponibile solo in lingua spagnola ed inglese. Al momento, inoltre, non è chiaro se l’applicativo mobile fungerà da wallet vero o meno.

Probabilmente, però, le criptovalute dovranno essere depositate su un conto virtuale vero e proprio, senza dunque detenere le private key.

Il servizio è già partito ad aprile, giorno in cui l’azienda ha avviato la pre-vendita del proprio token 2GT ai propri clienti che hanno eseguito il KYC.

Per creare un account e richiedere la carta, infatti, è necessario acquistare almeno dieci euro dell’omonimo token 2GT. Per maggiori dettagli è possibile consultare il sito web ufficiale.

Si tratta di una soluzione molto interessante, sia per il gran numero di criptovalute supportate, tra cui EOS e Stellar, ad oggi non presenti su altre carte di debito, sia per le commissioni del servizio, che, stando alle dichiarazione, dovrebbero essere minime, praticamente equivalenti alle sole fee di rete per il trasferimento delle crypto verso l’exchange.

Emanuele Pagliari
Emanuele Pagliari

Ingegnere delle telecomunicazioni appassionato di tecnologia. La sua avventura nel mondo del blogging è iniziata su GizChina.it nel 2014 per poi proseguire su LFFL.org e GizBlog.it. Emanuele è nel mondo delle criptovalute come miner dal 2013 ed ad oggi segue gli aspetti tecnici legati alla blockchain, crittografia e dApp, anche per applicazioni nell'ambito dell'Internet of Things

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.