banner
Telegram, gli investitori rinviano il lancio di TON e Gram
Telegram, gli investitori rinviano il lancio di TON e Gram
Blockchain

Telegram, gli investitori rinviano il lancio di TON e Gram

By Alfredo de Candia - 24 Ott 2019

Chevron down

Come riportato da Forbes ieri, il lancio della blockchain di Telegram, TON, e del token Gram sarebbe stato rinviato all’anno prossimo.

Nella vicenda che ha coinvolto Telegram con la vendita dei loro token Gram, la SEC, poco prima che si avviasse tutto il procedimento per dare il via alla vendita e distribuzione dei token, ha accusato la stessa di aver condotto una vendita illegale dei token Gram.

Oggi doveva esserci l’incontro con i rappresentati delle SEC, ma Telegram ha giocato di anticipo chiedendo agli investitori, tramite una lettera aperta, di scegliere se rinviare di 6 mesi il lancio, quindi per la fine di aprile 2020, in caso contrario avrebbero avuto un rimborso del 77% di quello che avevano investito. Ebbene gli investitori hanno dato piena fiducia a Pavel Durov scegliendo di postdatare l’avvio di TON. 

Anche la SEC ha posticipato il tutto a febbraio 2020, precisamente 18 e 19 febbraio 2020, permettendo a Telegram di prepararsi per affrontare l’ultimo ostacolo per il lancio del suo token.

È proprio la SEC che influisce sulle sorti dei progetti che coinvolgono token e crypto, soprattutto negli Stati Uniti, ed è sempre lo stesso ente che rende la vita difficile anche ai vari exchange, alcuni dei quali si sono spostati in territori più crypto friendly.

In diversi casi la SEC è intervenuta ed ha dichiarato guerra a progetti in corso, pensiamo per esempio a quanto è successo ad inizio mese riguardo una ICO (Initial Coin Offering) con EOS, che a seguito della vicenda ha penalizzato block.one con una multa da $ 24 milioni e la dichiarazione ufficiale che EOS non è una security.

Un caso ancora meno fortunato è quello che ha coinvolto KIK a cui la SEC ha imposto di non operare sul territorio americano, minaccia che è stata presa molto seriamente dal team, che sembra comunque intenzionato ad affrontare un processo.

Per gli investitori e gli entusiasti del progetto Telegram e del lancio di TON e Gram non c’è molto da fare se non aspettare. Al momento Facebook e Libra sono sotto attacco da più fronti e ciò potrebbe avere un effetto anche per Telegram.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.