banner
Le banche della Germania vogliono un valuta digitale europea
Le banche della Germania vogliono un valuta digitale europea
Criptovalute

Le banche della Germania vogliono un valuta digitale europea

By Marco Cavicchioli - 31 Ott 2019

Chevron down

Le banche della Germania chiedono la realizzazione di una valuta digitale europea. La richiesta ufficiale arriva dall’Associazione delle banche private tedesche, che ha pubblicato un lungo articolo sul proprio sito web che, partendo da Libra, arriva fino all’euro digitale. 

Secondo l’associazione, l’iniziativa della stablecoin di Facebook solleva la questione di come sarà il sistema monetario globale nell’era digitale e chi lo modellerà in futuro. 

A tal proposito affermano che la responsabilità del sistema monetario deve continuare a rimanere nelle mani degli stati nazionali, e che quindi qualsiasi altra valuta fornita da banche o società private deve rientrare nel sistema determinato dagli Stati. 

Le nuove tecnologie in questo settore sarebbero una vera e propria sfida rivolta alle banche, perché l’innovazione ed il cambiamento digitale trasformeranno in modo permanente il loro settore. 

L’associazione sostiene che una valuta stabile è la base per qualsiasi sistema economico, e che tale stabilità non debba essere messa a repentaglio dalle monete digitali e dalle criptovalute. 

In quest’ottica, riconoscendo che la moneta digitale programmabile sia un’innovazione con un grande potenziale, chiedono la realizzazione di un euro digitale basato sulla tecnologia delle criptovalute e di una piattaforma di pagamenti paneuropea comune per l’utilizzo di questo euro digitale programmabile. 

Inoltre, ritengono anche necessaria anche una classificazione legale della moneta digitale programmabile, in modo che tutti rispettino un quadro di vigilanza e di regolamentazione uniforme.  

A tal proposito chiedono anche che legislatori e autorità di regolamentazione gettino le basi necessarie per questa innovazione digitale, e stabiliscano un diritto di base che, tra le altre cose, assicuri la concorrenza. 

Per quanto riguarda nello specifico l’euro digitale, chiedono che ogni suo utente venga chiaramente identificato, utilizzando uno standard rigoroso tanto quello attualmente in uso dalle stesse banche tradizionali, onde evitare il riciclaggio di denaro ed il finanziamento del terrorismo.

In quadro proposto è complesso, e ricalca molto da vicino quello attuale in uso per le valute fiat. Risulta invece molto distante da quello tipico delle criptovalute decentralizzate, di fatto disegnando un vero e proprio solco tra i due mondi. 

Infatti, se questa proposta venisse accolta, il risultato sarebbe molto distante da ciò che le criptovalute decentralizzate stanno aiutando a costruire, rimarcando una sorta di impermeabilità tra i due mondi, uno strettamente controllato e l’altro completamente libero. 

Nonostante quanto affermato dall’Associazione delle banche private in Germania, non è detto che sarà il loro mondo a prevalere.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.