Danier Larimer su Twitter” “La congestione di EOS non è un problema”
Danier Larimer su Twitter” “La congestione di EOS non è un problema”
Blockchain

Danier Larimer su Twitter” “La congestione di EOS non è un problema”

By Alfredo de Candia - 6 Nov 2019

Chevron down

Come riportato precedentemente, nell’ultima settimana la blockchain di EOS ha subito dei problemi di congestione a tal punto da essere praticamente inutilizzabile per coloro che avevano poche risorse in stake. A seguito delle lamentele, il CTO di block.one, Daniel Larimer, è intervenuto su Twitter. 

Larimer ha espresso il suo parere e chiarito i vari aspetti dell’accaduto, che a suo avviso non rappresentano un grande problema.

Ma come mai Daniel Larimer non è preoccupato per l’accaduto? La risposta è abbastanza semplice. Infatti, come ricordato dal CTO, è stato messo un limite artificiale al numero di transazioni, limite che verrà alzato prossimamente.

Inoltre, è doveroso ricordare che il problema di congestione è dovuto al fatto che si sta ancora usando la vecchia versione di EOS.io, ossia la 1.8, mentre è già disponibile la versione 2.0 che aumenta la velocità di 16 volte: quindi, se si fosse utilizzata la nuova versione, questo problema non si sarebbe verificato.

Ma su Twitter, Daniel Larimer va ancora oltre e sfida i database tradizionali, come Postgre e MySQL: secondo lui, EOS.io è molto più efficiente e performante e ciò sarà dimostrato con la prossima versione di EOS.io 3.0.

Ad ogni modo, usando la piattaforma REX (Resource Exchange) è possibile prendere in prestito 150 EOS per un mese pagando solo 1 EOS. Con questo sistema si può sopperire alla mancanza di CPU e NET.

Per quanto possa essere scalabile ed efficiente una blockchain, troverà sempre delle situazioni critiche, ma l’importante è avere una soluzione pronta o quanto meno aggiornare il network in maniera efficiente, pensiamo, per esempio, ai vari soft fork e hardfork che hanno migliorato le varie blockchain.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.