banner
Approvata la tassa per lo sviluppo di Zcash (ZEC)
Approvata la tassa per lo sviluppo di Zcash (ZEC)
Blockchain

Approvata la tassa per lo sviluppo di Zcash (ZEC)

By Alfredo de Candia - 30 Gen 2020

Chevron down

Come comunicato da Electric Coin Company (ECC), sono stati resi noti i risultati della votazione fatta dalla comunità riguardo la tassa sui premi dei miner per finanziare lo sviluppo di Zcash:

La comunità si è espressa in maniera positiva sulla questione e ciò comporterà la creazione di un nuovo fondo che sarà una percentuale dei premi dei miner e quindi gli stessi riceveranno di meno durante la relativa operazione.

Il fondo prenderà risorse per il 20% del premio dei miner e sarà distribuito come segue:

  • Il 35% andrà a ECC;
  • Il 25% andrà alla Zcash Foundation;
  • Il 40% per garantire il supporto e sforzi fatti da terze parti.

 Il tutto non partirà nell’immediato ma sarà fatto in concomitanza del prossimo e primo halving della blockchain di Zcash che avverrà a in autunno di quest’anno, e ogni fondo della relativa divisione avrà un tetto massimo di $700mila al mese, come scritto dalla relativa ZIP 1014.

 Viene ribadito inoltre che questa modifica non andrà ad incidere sulla privacy degli utenti, nella gestione di procedure dedicate visto che non si dovrà fare nulla lato utente, e non modificherà la curva di emissione monetaria perché i premi rimangono invariati ma una parte viene solo spostata in questo fondo.

Questo è un successo non indifferente e dimostra come, se la community è coinvolta, è possibile sacrificare una parte dei premi per poter mandare avanti la blockchain. Mentre invece per quanto riguarda la blockchain di Bitcoin Cash (BCH), una proposta simile è stata ritirata perché, nonostante la percentuale di tassazione sarebbe stata inferiore a questa, avrebbe comportato una situazione di centralizzazione non indifferente e che avrebbe messo in pericolo l’intera blockchain con il rischio di fork che sarebbero nati e sia lato normativo perché sarebbe potuta intervenire addirittura la SEC.

Adesso non resta che vedere come si evolverà la situazione dopo l’halving e se questo non rappresenterà una possibile soluzione che possa essere adottata anche da altre blockchain, che per recuperare fondi per andare avanti nei loro progetti, possono decidere di inserire una tassa del genere sui premi dei miner.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.