banner
Tether: picchi di domanda nella DeFi
Tether: picchi di domanda nella DeFi
Defi

Tether: picchi di domanda nella DeFi

By Marco Cavicchioli - 28 Mag 2020

Chevron down

Tether dichiara che, recentemente, si sono verificati dei veri e propri picchi di domanda per USDT su piattaforme DeFi come ad esempio Aave. 

Aave è una piattaforma DeFi in grande crescita. Seppur abbia esordito solo a gennaio di quest’anno, è già arrivata al quarto posto tra le piattaforme di finanza decentralizzata con più risorse immobilizzate. 

In particolare sono proprio USDT e DAI le risorse cresciute di più su Aave nell’ultimo periodo, con più di 7 milioni di USDT e più di 2 milioni di DAI immobilizzate su questo protocollo. 

Per quanto riguarda BTC il totale immobilizzato ad oggi è inferiore al picco di fine marzo, ed inferiore al milione di dollari, mentre per ETH il totale immobilizzato è solo di poco superiore al precedente picco.  

La domanda di USDT proviene soprattutto dai flash loan, ovvero i prestiti senza garanzie che vanno restituiti immediatamente nella medesima transazione, e che vengono usati in particolare per sfruttare le opportunità di arbitraggio onchain, per competere sulle liquidazioni, e per spostare posizioni aperte tra varie piattaforme DeFi. 

Inoltre, stando a quanto dichiarato da Aave, USDT è anche la stablecoin che offre i maggiori rendimenti per i prestatori, con un tasso di interesse attivo del 6,37%. 

Il CEO di Aave, Stani Kulechov, ha dichiarato: 

“Aave ha dimostrato di essere il posto più sicuro per le istituzioni per depositare i loro USDT. Nessuna altra stablecoin è cresciuta ad un ritmo simile a quello di ‘USDT nel mercato dei prestiti DeFi. Dal lancio di USDT su Aave i nostri depositanti ricevono il rendimento medio più alto sulle stablecoin grazie a USDT. Allo stesso modo, la maggior parte delle tariffe del protocollo sono state riscosse con USDT e parte di esse ridistribuite agli integratori che stanno costruendo nuovi prodotti DeFi sfruttando la componibilità della DeFi”. 

Il CTO di Tether, Paolo Ardoino, ha commentato: 

“USDT sta svolgendo un ruolo importante nell’incrementare la liquidità nello spazio DeFi. La crescente popolarità di USDT la sta facendo diventare rapidamente la stablecoin scelta tra le piattaforme DeFi. Man mano che l’utilizzo di USDT cresce per una miriade di scopi, la stablecoin più affidabile, stabile e liquida al mondo consolida la sua posizione centrale nell’ecosistema di risorse digitali. Tether è la valuta di riserva di crypto e DeFi”. 

Tra l’altro anche i crypto casinò Cloudbet ha recentemente aggiunto USDT alle valute disponibili per i suoi clienti. 

Dopo un mese di test con un piccolo gruppo di giocatori, Cloudbet ha aperto a tutti la possibilità di depositare, prelevare e scommettere con USDT. Inoltre ai nuovi giocatori che depositano USDT su Cloudbet viene concesso un bonus di benvenuto fino a 1.000 USDT. 

Un portavoce di Cloudbet ha dichiarato: 

“Sin dal lancio, una parte fondamentale della nostra filosofia è stata quella di fornire ai giocatori tecnologie che risolvano i loro problemi. USDT e le stablecoin ne sono un’estensione”.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.