L’exchange BTSE lancia i future sull’oro in bitcoin
L’exchange BTSE lancia i future sull’oro in bitcoin
Bitcoin

L’exchange BTSE lancia i future sull’oro in bitcoin

By Marco Cavicchioli - 10 Giu 2020

Chevron down

BTSE è il primo exchange a lanciare dei future sull’oro il cui prezzo è in bitcoin. 

Si tratta di contratti che consentono di speculare sulle prestazioni di bitcoin rispetto all’oro, e di prevedere l’evoluzione futura dei prezzi reciproci di questi asset.

Infatti al posto di vedere il prezzo di un’oncia troy del London fine gold in USD, come consuetudine, gli utenti di BTSE potranno vederlo in bitcoin, e scommettere sulle previsioni al rialzo o al ribasso utilizzando BTC. 

Per fare ciò BTSE utilizza un indice del prezzo dell’oro derivato da Tether Gold (XAUt), il token ERC20 di Tether che replica il prezzo dell’oro, e che può essere scambiato in BTC.

Secondo l’exchange questa iniziativa è perfettamente in linea con l’evoluzione di bitcoin stesso in un asset riconosciuto a livello globale, e che continua ad ottenere sempre più attenzione non solo come investimento speculativo, ma anche come copertura contro l’inflazione. 

In particolare proprio gli eventi geopolitici, economici e finanziari del 2020 hanno portato un numero sempre maggiore di operatori ad osservare con interesse il livello di affidabilità dell’oro sul lungo periodo, a fronte di una volatilità dei mercati finanziari ancora sostenuta. Una delle possibile alternative all’oro sembra essere proprio bitcoin, scelto da trader ed investitori alla ricerca di nuove opportunità di investimento. 

All’interno di questo scenario prosegue intanto il dibattito sul fatto che bitcoin sia una riserva di valore affidabile, in particolare proprio confrontandolo con l’oro. Un numero sempre maggiore di istituzioni finanziarie, banche centrali e grandi investitori intravvedono il potenziale di BTC per massimizzare i propri profitti, puntando sulle caratteristiche anti-inflazionistiche della prima criptovaluta. 

Il CEO di BTSE, Jonathan Leong, ha dichiarato: 

“Bitcoin si sta evolvendo in una riserva di valore matura. La performance dell’oro rispetto a bitcoin affascina sia le istituzioni che gli investitori retail, quindi siamo entusiasti di aiutare i trader a negoziare direttamente e speculare sulla performance di entrambi gli asset in confronto tra loro, lanciando un indice dell’oro che ha il prezzo in BTC”. 

Nel 2020 per diversi giorni i prezzi di oro e bitcoin hanno mostrato un certo grado di correlazione, interrotto però bruscamente dalla crisi dei mercati finanziari globali di metà marzo. 

Tuttavia, passata la tempesta, i prezzi dei due asset hanno iniziato nuovamente a muoversi in modo simile, suggerendo che sempre più investitori stiano utilizzando bitcoin come possibile soluzione per mettersi al riparo dall’inflazione, in modo simile a come si è sempre utilizzato l’oro per il medesimo scopo. 

Anzi, alcuni importanti investitori lo hanno anche rivelato apertamente, mostrando che non si tratta più solamente di ipotesi, ma di un’abitudine che inizia a diffondersi. 

Sebbene in realtà ancora una minoranza di grandi investitori abbia deciso concretamente di entrare nel settore crypto, sono sempre di più quelli che non nascondono di essere affascinati da questa nuova asset class.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.