Gli ultimi aggiornamenti su IOTA
Gli ultimi aggiornamenti su IOTA
Blockchain

Gli ultimi aggiornamenti su IOTA

By Alfredo de Candia - 30 Giu 2020

Chevron down

IOTA, progetto dedito all’IoT (Internet of Things) ha comunicato i suoi ultimi aggiornamenti.

Anche questa volta l’aggiornamento riguarda la gestione dei nomi delle varie funzioni, prima un po’ troppo complicata e confusionale.

Questo cambio di nomenclatura è stato fatto in previsione del lancio di IOTA 2.0 e rappresenta una prima fase del progetto. Ancora una volta si sono scelti i nomi della superfamiglia degli Apoidei, continuando quindi la metamorfosi precedentemente avviata.

Andando nel dettaglio, abbiamo 3 diversi cambi di nomi:

  • Pollen è la testnet ufficiale di IOTA 2.0, la quale rappresenta un cambiamento importante rispetto alla versione precedente GoShimmer v0.1.3. Questa testnet servirà da base per la fondazione, la community e tutti i ricercatori che vorranno sfruttarla per testare varie cose;
  • Nectar, che dovrebbe essere rilasciato nella seconda metà del 2020, permetterà di implementare completamente i moduli di Coordicide per una testnet con incentivi, quindi per sfruttare il controllo di eventuali bug ed allo stesso tempo premiare tutti coloro che parteciperanno attivamente a questa fase, un po’ come è avvenuto con Cardano (ADA);
  • Honey, la release finale per IOTA 2.0, che includerà tutti i moduli completi e le specifiche finali di Coordicide, fase che sarà abbastanza spinta ed avrà già diverse ore di test alle spalle e quindi pronta per il rilascio in mainnet in un successivo momento.

Infine nel post il team di Iota ricorda che questa analogia con il mondo degli imenotteri rappresenta una metafora degli stessi e del duro lavoro delle persone che lavorano al progetto che è complesso come una rete neurale. 

La similitudine è stata quindi scelta per via della struttura rete di IOTA con tutti i suoi piccoli autori che contribuiscono al progetto.

L’augurio è che questa nuova nomenclatura faciliti il lavoro di coordinamento del team così da non avere problemi in futuro.

Il risultato immediato lo si può già vedere direttamente nei commenti al tweet in cui Iota ha annunciato questo cambio di nomenclatura: alcuni scherzano sull’idea, ma in generale il feedback della community sembra positivo.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.