La storia del prezzo di Bitcoin
La storia del prezzo di Bitcoin
Bitcoin

La storia del prezzo di Bitcoin

By Marco Cavicchioli - 3 Ago 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Dal 2009, anno in cui nacque la sua blockchain, la storia del prezzo di Bitcoin ha visto diversi saliscendi, a volte rapidi e di ampiezza anche elevata. 

In altri termini, la volatilità del prezzo di BTC è sempre stata notevole, in particolare se confrontata con quella di altre monete di uso globale, come ad esempio il dollaro americano. 

Il primo blocco della blockchain di Bitcoin fu minato il 3 gennaio 2009, con la prima transazione che creava i primi 50 BTC. 

All’epoca tuttavia non c’era mercato per i bitcoin, ovvero non c’era ancora alcuno disposto a comprarli pagando ad esempio in dollari. 

Visto che non sono noti scambi di bitcoin in dollari avvenuti nel 2009, si può dire che allora il suo prezzo fosse 0$, sebbene per minarli occorreva comunque sostenere un costo, molto ridotto, derivante dall’utilizzo dell’energia elettrica per il processo di mining (allora molto poco energivoro). 

I primi scambi noti di bitcoin in dollari sembra risalgano all’agosto dell’anno successivo, il 2010, quando avvennero con un tasso di cambio di circa 0,07$ per 1 BTC. 

Pertanto è possibile affermare che il prezzo di bitcoin al momento dell’esordio sui mercati di scambio fu per l’appunto di 0,07$. 

Nei mesi successivi scese a 0,06$, per poi iniziare a salire ad ottobre 2010, quando superò per la prima volta stabilmente 0,1$. Da allora non è mai più sceso sotto questa soglia. 

Il 2010 si chiuse con BTC sotto gli 0,3$, ma nel 2011 ci fu il primo boom, che lo portò ad un primo picco massimo di quasi 25$ a giugno. 

Quella probabilmente fu la prima bolla che si formò sul prezzo di bitcoin, anche perchè a fine 2011 il prezzo era già sceso attorno ai 4$. 

Il 2012 fu un anno più tranquillo, con una crescita relativamente costante, ed una chiusura a 13$. Fu anche l’anno del primo halving, con il premio per chi minava un blocco che a novembre scese da 50 a 25 BTC. 

Storia del prezzo di Bitcoin: le bull run

Il 2013 fu l’anno della prima grande bull run del prezzo bitcoin, perchè da 13$ il prezzo passò prima a 140$ ad aprile, per poi ritracciare sui 75$ e ripartire per superare i 1.100$ nella prima metà dicembre. 

L’anno si chiuse con BTC a 750$, e nel 2014 scoppiò la prima grande bolla speculativa sul prezzo di bitcoin, con un mercato bearish che lo portò sotto i 200$ a gennaio 2015. 

Il 2015 è stato in assoluto fino ad ora il peggior anno per la storia del prezzo di bitcoin, con una lunga lateralizzazione conclusa solo ad ottobre, quando il prezzo riprese a salire per raggiungere e superare i 450$ entro fine anno. 

Nel 2016, iniziato con BTC a 430$, ci fu il secondo halving, a luglio, con una crescita abbastanza costante fino a tornare vicino a quota 1.000$ a fine anno. 

Come accadde nel 2013, ovvero l’anno successivo al primo halving, anche nel 2017 si innescò una poderosa bull run, con la seconda grande bolla speculativa che portò il prezzo di bitcoin ai nuovi massimi, oltre quota 20.000$ a metà dicembre. 

E, come nel 2014, nel 2018 la bolla scoppiò, riportando il prezzo a circa 6.000$ a febbraio, per poi addirittura precipitare a 3.200$ a metà dicembre. 

Da allora però il prezzo ha continuato a salire, seppur con alti e bassi, durante l’intero 2019, conclusosi con BTC a circa 7.000$, dopo aver però anche toccato i 13.000$ a luglio. 

Anche il 2020, ovvero l’anno del terzo halving, il prezzo risulta essere in crescita, sebbene con molti alti e bassi. 

Già a febbraio si era riportato a 10.000$, per poi crollare a 4.500$ a metà marzo a causa del crollo dei mercati finanziari globali, recuperare quota 10.000$ poco prima dell’halving di maggio, e poi salire anche fino a 12.000$ il primo di agosto. 

Se il 2020 dovesse seguire lo stesso andamento del 2016, il prezzo potrebbe toccare nuovamente i 20.000$ entro fine anno. 

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.