Algorand, nuovi smart contract per far crescere la DeFi
Algorand, nuovi smart contract per far crescere la DeFi
Defi

Algorand, nuovi smart contract per far crescere la DeFi

By Alfredo de Candia - 20 Ago 2020

Chevron down

Algorand Foundation, associazione dietro all’omonima blockchain, ha annunciato il lancio di nuovi smart contract che saranno molto performanti in ambito finanza decentralizzata (DeFi).

Nel comunicato possiamo leggere che uno dei punti chiavi della blockchain di Algorand sia quello delle fee che sono davvero bassissime e tutti gli strumenti sono su layer 1 per avere una maggiore sicurezza e velocità rispetto ad altre blockchain.

Grazie agli smart contract e agli ASA (Algorand Standard Token), che sono semplici ed economici da creare, adesso tutte le varie dApp del settore DeFi potranno sfruttare al massimo questa blockchain.

Algorand vs Ethereum

È importante che la finanza decentralizzata non rimanga in stallo nelle altre blockchain, ha rimarcato il fondatore di Algorand, Silvio Micali:

“DeFi dà al mondo l’accesso a un numero essenzialmente illimitato di prodotti e servizi finanziari. È importante che la nuova generazione di dApp non venga bloccata dalle carenze delle blockchain di prima generazione. Il protocollo di Algorand serve come solida base per alimentare applicazioni veramente prive di attrito, e il nostro approccio agli smart contract le rende ad alte prestazioni e funzionalmente abbastanza avanzate da competere con gli attuali servizi finanziari”.

Il riferimento è chiaro: Ethereum. La blockchain di Vitalik Buterin è la più usata in ambito DeFi ed è anche per questo che le fee della rete stanno raggiungendo livelli da record. Questo impedisce ai piccoli utenti soprattutto di utilizzare queste dApp, per i costi proibitivi.

Algorand e la DeFi

Algorand utilizza il protocollo di consenso PPoS (Pure Proof of Stake) che gli permette di avere un buon rapporto di decentralizzazione, scalabilità e sicurezza.

Con l’aggiornamento ed introduzione di Steful TEAL e gli Atomic Transfer, sarà ancora più facile sviluppare prodotti nel settore della finanza decentralizzata. 

Non dimentichiamo che su questa blockchain già possiamo trovare alcune delle stablecoin più diffuse come Tether (USDT) e di recente anche è stata aggiunta anche USDC.

Questo vuol dire che già alcuni dei maggiori player DeFi sono operativi su Algorand e potrebbero essere implementati in diversi sistemi del tipo lending e borrowing. Inoltre si potrebbe anche pensare alla creazione di un exchange decentralizzato per tutti quei token che ancora hanno bisogno di un supporto economico a cui fare riferimento.

Una dApp del tipo Liquidity Pool potrebbe essere una soluzione iniziale per questa blockchain, perché permetterebbe di fornire liquidità a tutti i token e di percepire le fee dai trade, sistema che ha scelto Tron con il lancio di JustSwap.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.