Hawaii: 12 exchange crypto potranno operare senza licenza
Hawaii: 12 exchange crypto potranno operare senza licenza
Regolamentazione

Hawaii: 12 exchange crypto potranno operare senza licenza

By Alfredo de Candia - 21 Ago 2020

Chevron down

Ieri l’HTDC (Hawaii Tech Dev Corp), struttura predisposta all’innovazione digitale per le valute digitali, ha comunicato che 12 exchange crypto partecipanti al programma pilota beneficeranno di un’agevolazione speciale e potranno quindi operare senza licenza.

Il programma, che partirà nello Stato delle Hawaii, è stato creato in collaborazione con il Digital Currency Innovation Lab (DCIL), il Department of Commerce and Consumer Affairs, la Division of Financial Institutions (DFI) e l’Hawaii Technology Development Corporation (HTDC), e sarà il primo nel paese ad effettuare un progetto di questo livello.

Parliamo della libertà da vincoli per poter operare sul territorio senza aver ottenuto una licenza per trasferire denaro e valute. 

Ovviamente, in ogni caso, i crypto exchange dovranno essere compliant con tutte regole dello Stato.

Novi tra i 12 exchange crypto scelti dalle Hawaii

Il programma durerà 2 anni e terminerà il 31 dicembre del 2022. Delle 19 aziende che ne hanno fatto richiesta, solo 12 sono risultate essere idonee per partecipare al programma e queste sono:

Adesso gli utenti hawaiani avranno la possibilità di scegliere la soluzione che più gli aggrada, ha commentato il Commissioner of Financial Institutions, Iris Ikeda:

“Siamo entusiasti di dare il benvenuto al nostro gruppo inaugurale di partecipanti al DCIL. I consumatori con sede alle Hawaii possono aspettarsi una varietà di opzioni per i servizi offerti dalle aziende che operano con valute digitali nello stato. Penso che sfruttare questa opportunità per il nostro stato possa sviluppare una solida conoscenza di una delle aree più interessanti del fintech. Gli Stati di tutta la nazione stanno iniziando a riesaminare le loro leggi per determinare se le compagnie operanti nel settore delle valute digitali debbano essere regolamentate a beneficio dei consumatori”.

Interessante notare come ci sia anche il nome di Novi Financial, che è praticamente l’ex Calibra, di Facebook, che potrà quindi testare il suo sistema. Altri nomi interessanti sono sicuramente quello di Gemini e di Robinhood.

La partecipazione è stata alta nonostante la pandemia, ha continuato l’acting executive director di HTDC, Len Higashi:

“La risposta che abbiamo ricevuto dalle aziende partecipanti e dalla comunità è la testimonianza del valore del nostro programma nel promuovere la potenziale adozione delle valute digitali nello stato. Attraverso il DCIL, speriamo di individuare opportunità di sviluppo economico tramite questo sforzo e siamo molto ottimisti di riuscire a farlo”.

 

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.