banner
San Marino: pronta la squadra per la sfida blockchain
San Marino: pronta la squadra per la sfida blockchain
Blockchain

San Marino: pronta la squadra per la sfida blockchain

By Eleonora Spagnolo - 15 Set 2020

Chevron down

Nella Repubblica di San Marino continuano gli studi e gli incontri per raccogliere la sfida delle nuove tecnologie, sfruttando criptovalute e blockchain. 

In questa cornice si colloca l’incontro dei giorni scorsi tra esperti del settore, fortemente voluto dal Segretario di Stato per le Finanze Marco Gatti. 

All’appuntamento hanno partecipato il direttore del progetto, Umberto Rapetto, e il vertice di San Marino Innovation rappresentato da Alessandro Rossi e William Casali. L’incontro serviva per presentare gli esperti individuati da Rapetto per portare San Marino ad essere leader del settore blockchain.

Durante l’incontro si sono affrontati diversi aspetti, politici, strategici e tattici, per arrivare a una migliore implementazione della blockchain e al rilancio del Titano

Nei mesi scorsi infatti la Repubblica di San Marino aveva lanciato questo token, il Titano, non una vera e propria criptovaluta, perché non basata su blockchain. Tecnicamente è un CCF, credito di compensazione fiscale, che serve per generare liquidità, spendibile solo a San Marino. È una forma di denaro elettronico, caricato su una smart card. 

Il lancio del Titano rappresenta la precisa volontà del piccolo Stato situato all’interno dell’Italia di diventare un hub blockchain. O comunque di ritagliarsi un ruolo di primo piano nel panorama dell’innovazione.

L’incontro dei giorni scorsi rappresenta proprio questo auspicio: imparare dalle passate esperienze internazionali, farne tesoro, e fare meglio. 

La squadra di San Marino per implementare la blockchain

Per questo la squadra messa in campo è trasversale e poliedrica. 

Ne fanno parte Filippo Cocco e Fulvio Sarzana, avvocati esperti di diritto dell’informatica e delle nuove tecnologie. Starà a loro trovare la soluzione legale che non contrasti con le regole internazionali. Nel corso dell’incontro hanno specificato l’impatto interno e internazionale delle innovazioni che San Marino vuol mettere in campo. 

Del ritorno economico hanno parlato gli economisti Valerio Cestrone e Valerio Gallitto

Mentre di aspetti tecnologici e sicurezza ha parlato Valerio Merola, che vanta una lunga esperienza come responsabile per la sicurezza delle reti della Pubblica Amministrazione. 

Adesso questa squadra di esperti dovrà trovare la migliore soluzione per portare San Marino ad essere protagonista nel mondo delle valute digitali.

San Marino, pur nelle dimensioni ridotte, mostra così di voler stare al passo con il mondo che cambia. Non si può escludere che il Titano possa presto diventare una vera e propria criptovaluta. 

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.