SingularityNET vuole migrare da Ethereum a Cardano
SingularityNET vuole migrare da Ethereum a Cardano
Blockchain

SingularityNET vuole migrare da Ethereum a Cardano

By Marco Cavicchioli - 1 Ott 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

SingularityNET Foundation sta collaborando con IOHK per portare una parte significativa della propria rete decentralizzata sulla blockchain di Cardano

Attualmente la piattaforma di intelligenza artificiale di SingularityNET è basata blockchain di Ethereum, ma i suoi costi e la mancanza di chiarezza sullo sviluppo di Ethereum 2.0, oltre ai recenti aggiornamenti di Cardano, stanno spingendo il team a valutare seriamente l’ipotesi di una migrazione. 

Secondo lo stesso team i recenti sviluppi, come l’aggiornamento a Shelley ed il rilascio di alcune funzionalità di Goguen, oltre ad una sempre maggiore decentralizzazione, rendono la blockchain di Cardano sufficientemente matura da pensare di poterci portare anche un’applicazione blockchain complessa come SingularityNET

Il piano sarebbe quello di iniziare a portare i meccanismi per lo scambio di alcuni degli attuali token AGI, ovvero token ERC-20 basati su Ethereum, grazie a nuovi token AGI basati su Cardano, oltre ad alcuni smart contract Solidity che sono alla base della loro piattaforma, grazie al nuovo linguaggio Plutus di Cardano. 

Perché SingularityNET sceglierà Cardano

Attualmente la piattaforma SingularityNET viene utilizzata principalmente per ospitare agenti AI relativamente semplici che forniscono servizi pratici direttamente agli utenti finali, in settori come quello dell’elaborazione delle immagini, l’elaborazione del linguaggio naturale, l’analisi delle serie temporali, l’analisi dei dati genomici ed altro. 

L’obiettivo però sarebbe quello di ospitare una ricca varietà di agenti AI che esternalizzano il lavoro e collaborano dinamicamente con altri agenti per risolvere i problemi. 

Secondo il team, le profonde sinergie tecniche tra i progetti SingularityNET e Cardano hanno il potenziale per accelerare la realizzazione di questa visione.

Il CEO e fondatore della SingularityNET Foundation, Ben Goertzel, ha dichiarato: 

“Gli attuali problemi di velocità e costi con la blockchain di Ethereum hanno aumentato l’urgenza di esplorare alternative alla base della blockchain di SingluarityNET. L’ambizioso design di Ethereum 2.0 è promettente, ma la tempistica del lancio, e diversi aspetti di questo Ethereum di prossima generazione, rimangono poco chiari, insieme a molti dei dettagli pratici”. 

Le basi di programmazione funzionale completamente formalizzate di Cardano hanno il potenziale per fornire una base ricca e flessibile per l’implementazione di aspetti avanzati del design SingularityNET, ma altrettanto criticamente, hanno una forte promessa di fornire allo stesso modo una base sicura e affidabile per le operazioni di base e avanzate della rete”. 

Il CEO di IOHK e fondatore di Cardano, Charles Hoskinson, ha aggiunto: 

“Cardano è andato sempre più rafforzandosi quest’anno, e avere il sostegno di un’organizzazione così importante non fa che ribadirlo. SingularityNET è un progetto che seguiamo da molto tempo e siamo entusiasti di vedere come la blockchain Cardano possa aiutare SingularityNET a realizzare i suoi ambiziosi obiettivi”.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.