BitMEX: i prelievi stanno facendo aumentare la liquidità di bitcoin del 25%
BitMEX: i prelievi stanno facendo aumentare la liquidità di bitcoin del 25%
Exchange

BitMEX: i prelievi stanno facendo aumentare la liquidità di bitcoin del 25%

By Alfredo de Candia - 2 Ott 2020

Chevron down
Ascolta qui
download

Dopo che ieri sera la CFTC americana (Commodity Futures Trading Commission) ha deciso di denunciare pubblicamente BitMEX per le sue molteplici violazioni, pare che oltre 37mila Bitcoin (BTC) siano stati prelevati dall’exchange.

In particolare si tratterebbe di 387 milioni di dollari prelevati da BitMEX in circa 24 ore.

A rivelarlo è stato Philip Gradwell, Chief Economist di Chainalysis, azienda che tiene traccia dei movimenti sulle varie blockchain, soprattutto allo scopo di evitare riciclo di denaro.

Gradwell ha spiegato che proprio questi prelievi da BitMEX stanno portando il 25% in più di liquidità sul mercato.

Dai dati si sa anche che l’exchange alternativo che gli utenti stanno usando è Gemini, portando quindi i propri BTC da BitMEX alla piattaforma dei gemelli Winklevoss.

I dati di Gradwell si rispecchiano anche nei report di CoinMetrics, dove si può vedere che i recenti prelievi di BitMEX sono aumentati di parecchio, proprio dopo la notizia della CFTC.

Ieri infatti la CFTC ha accusato BitMEX di operare sul suolo USA senza le dovute autorizzazioni e di violare le leggi antiriciclaggio. Tra l’altro, sempre secondo l’entità governativa americana, i proprietari di BitMEX gestirebbero la piattaforma attraverso “un labirinto di entità aziendali”, tra cui HDR Global Trading Limited, 100x Holding Limited, ABS Global Trading Limited, Shine Effort Inc Limited, e HDR Global Services (Bermuda) Limited (BitMEX).

Per questo il fatto che gli utenti vogliano rimuovere i propri fondi dalla piattaforma non è niente di sorprendente, visto che alla luce dei problemi che ha BitMEX è possibile che possa chiudere, o comunque è normale che molti utenti non si sentano più al sicuro nell’usarla.

Non è neanche la prima volta che l’exchange si trova nel bel mezzo di uno scandalo, visto che più volte era stato detto che i suoi volumi fossero gonfiati, oltre ad essere stato coinvolto in una causa per riciclo di denaro.

Alfredo de Candia
Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.