banner
McAfee riprende il controllo della crypto Ghost
McAfee riprende il controllo della crypto Ghost
Altcoin

McAfee riprende il controllo della crypto Ghost

By Marco Cavicchioli - 19 Ott 2020

Chevron down

John McAfee ha annunciato di aver ripreso il controllo dello sviluppo del progetto crypto Ghost. 

Infatti sul suo profilo Twitter ufficiale ha dichiarato: 

“Sono tornato a controllare lo sviluppo di GHOST.

La mia faida con il management è terminata.

Con l’annuncio che presto rilasceremo una stablecoin privata, segneremo una nuova era nelle transazioni in criptovaluta.

Le commissioni di transazione saranno condivise tra tutti i titolari di GHOST”. 

Ad agosto McAfee aveva annunciato di aver abbandonato il progetto, a causa di contrasti con il management. 

Non sono mai state chiarite le reali motivazioni, e visto il recente ritorno è possibile che si trattasse solamente dell’incompatibilità delle due visioni sul futuro del progetto stesso. 

Ora sembra invece che le due differenti visioni abbiano trovato una sorta di convergenza, consentendo a McAfee di tornare ad occuparsi dello sviluppo di Ghost. 

La cosa curiosa però è che fino ad oggi non era comunemente noto che il progetto intendesse lanciare una stablecoin. 

Ciò che si sapeva infatti era che Ghost era nato come un fork di PIVX, ovvero una criptovaluta dal valore molto volatile. 

Tuttavia non stupisce più di tanto questa novità, perchè lo stesso McAfee aveva più volte descritto il progetto come quello di una criptovaluta anonima da utilizzare come mezzo di scambio, e non come riserva di valore. 

Va però sottolineato che, ad esempio, a luglio lo stesso influencer aveva pronunciato un giudizio pesantemente negativo su Bitcoin, ma forse il motivo era quello di far dimenticare la sua previsione eccessivamente ottimistica sul prezzo che BTC avrebbe avuto a fine anno. 

McAfee e gli sviluppi della crypto Ghost

Quello che invece stupisce è il fatto che attualmente McAfee risulti ancora in carcere in Spagna in attesa di estradizione negli USA.

Il suo profilo Twitter è gestito da personale che continua a postare ogni giorno, ma è difficile capire come abbia fatto McAfee a confrontarsi con il management di Ghost dal carcere. 

È pertanto lecito immaginare che forse dietro questa vicenda ci sia dell’altro, ovvero che forse il ruolo di McAfee all’interno di Ghost non sia forse davvero cruciale. 

Infatti se il progetto può permettersi di avere tra i suoi membri di spicco anche una persona attualmente in prigione, evidentemente il ruolo di questa persona all’interno del team di sviluppo è marginale.

Marco Cavicchioli
Marco Cavicchioli

Classe 1975, Marco è un docente di web-technologies e divulgatore online specializzato in criptovalute. Ha fondato ilBitcoin.news, ed il suo canale YouTube ha più di 25mila iscritti.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.