I top scam crypto del 2020
I top scam crypto del 2020
Defi

I top scam crypto del 2020

By Alfredo de Candia - 3 Gen 2021

Chevron down

Questo 2020 ha visto non solo dei veri e proprio record per le maggiori crypto, ma ha visto anche diversi scam attuarsi ai danni di moltissime persone.

Elencheremo quindi i top scam del 2020, anche se la maggior parte si concentra verso l’autunno, complice anche il prezzo elevato di molte criptovalute che ha attirato più persone ad interessarsi di questo settore.

Tra le exit scam di quest’anno ne abbiamo una in India, che prende il nome di Pluto, il cui fondatore Bharat Verma, aveva ingannato ben 43 investitori con la promessa del lancio del token nativo della piattaforma e di un servizio di mining che avrebbe garantito agli utenti un ritorno mensile tra il 20% ed il 30%, recuperando un totale di 7 milioni di dollari, prima che scomparisse nel nulla.

Anche in Africa le cose non sono andate meglio visto che il famoso Inksnation aveva prima annunciato un semplice problema di login sulla sua piattaforma via Twitter, ma poi ha deciso di far perdere le proprie tracce, ed uno degli elementi chiave, Omotade Sparks Amos Sewanu, ha un mandato di cattura promosso dalla Economic and Financial Crimes Commission (EFCC) anche per la promozione del token Pinkoin.

Vicenda più complicata quella avvenuta in America, dove Amir Bruno Elmaani, sotto il falso nome di Bruno Block, ha venduto i Pearl Token del progetto Oyster Pearl durante l’ICO boom del 2017. In questo modo ha recuperato milioni di dollari senza pagare le tasse, cosa che gli è valsa quest’anno una condanna a 10 anni per evasione fiscale.

I top scam della DeFi

Anche lato finanza decentralizzata (DeFi) sono diverse le truffe avvenute, per esempio quella che ha sfruttato la blockchain di Binance, Binance Smart Chain (BSC), e che ha coinvolto il progetto Wine Swap. Il progetto era stato messo in piedi solo con l’intento di recuperare i fondi da tutti coloro che interagivano con la piattaforma, anche se in questo caso Binance ha congelato i fondi dei criminali e li ha identificati.

Altra blockchain che è stata sfruttata è stata quella di Tron: qui troviamo infatti il progetto SharkTron, che ha messo in cattiva luce il lancio di JustSwap e che ha coinvolto diversi utenti nella perdita di importanti fondi. Ma anche qui è intervenuta la Tron Foundation per recuperare i fondi delle vittime.

Infine uno scam ben elaborato è stato quello che ha utilizzato il famoso protocollo DeFi Uniswap per creare un’applicazione per Android del tutto falsa che ha portato a perdite per diversi utenti. La app è stata prontamente eliminata dallo store di Google, per evitare che altre persone scaricassero questa versione falsa del famoso DEX.

Sicuramente il 2020 è stato un anno importante nel mondo crypto e blockchain, ma tutti questi scam ci ricordano che non bisogna abbassare la guardia e stare sempre attenti a progetti che promettono dei guadagni certi.

Alfredo de Candia

Android developer da oltre 8 anni sul playstore di Google con una decina di app, Alfredo a 21 anni ha scalato il Monte Fuji seguendo il detto "Chi scala il monte Fuji una volta nella vita è un uomo saggio, chi lo scala due volte è un pazzo". Tra le sue app troviamo un dizionario di giapponese, un database di spam e virus, il più completo database sui compleanni di serie Anime e Manga e un database sulle shitcoin. Miner della domenica, Alfredo ha una forte passione per le crypto ed è un fan di EOS.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.