banner
Coinbase si espande: il sondaggio per scoprire in quali paesi
Coinbase si espande: il sondaggio per scoprire in quali paesi
Blockchain

Coinbase si espande: il sondaggio per scoprire in quali paesi

By Stefania Stimolo - 30 Mar 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Il CEO di Coinbase, Brian Armstrong, ha avviato un sondaggio su Twitter per raccogliere idee su quale sarà il prossimo nuovo paese target di Coinbase. 

Nello specifico, l’espansione di Coinbase vuole coinvolgere paesi già tecnologicamente avanzati. Non solo, la ricerca sul social network sembra essere rivolta proprio a dei nuovi contatti che possano velocizzare la burocrazia sulle licenze. Ecco il tweet:

“1/ In quale paese dovrebbe espandersi Coinbase la prossima volta?

2/ Vogliamo lavorare con paesi tecnologicamente avanzati che sono a favore della crittografia e possono muoversi velocemente

3/ Cose che aiuterebbero: metterci in contatto con i decisori chiave, Paesi che possono aiutarci a velocizzare una licenza e una partnership bancaria, e aiutarci a portare la crypto nelle mani dei loro cittadini attraverso l’advocacy e il marketing

4/ Non vedo l’ora di sentire le idee! Contattateci.”

Nel documento da compilare per esporre le proprie idee, infatti, sono richieste anche le qualifiche del contatto e se e come lo stesso possa essere d’aiuto per le licenze regolamentari e/o le partnership con le banche. 

Aumentare la presenza di Coinbase in più paesi

Più che raccogliere idee sulle nuove destinazioni di Coinbase, come da primo tweet, il sondaggio sembra proprio essere una richiesta di partnership. Certo che, in ogni caso, Coinbase sembra pronto ad allargarsi geograficamente su nuovi territori. 

Al momento, Coinbase è presente in oltre 100 paesi, sparsi nei cinque continenti. Nello specifico, la piattaforma statunitense è utilizzata da 18 stati nel Nord America e da solo 8 nel Sud America. 

Il numero maggiore, invece, lo ricopre l’Europa, con 40 nazioni che accolgono la piattaforma crypto, contro i 20 paesi asiatici. Mentre, in Africa, Coinbase è presente in 18 stati contro la sola Nuova Zelanda in Oceania

Il mese scorso, Coinbase ha fatto parlare di sé in merito alla sua probabile partecipazione per gli acquisti per conto di Tesla. Anche se non ufficializzata la notizia, l’associazione con l’azienda di Elon Musk potrebbe invogliare i nuovi paesi a sentirsi più coinvolti nel mondo crypto, attraverso proprio Coinbase. 

Non solo, di recente, sempre il famigerato Musk sembra aver chiesto a Coinbase di aggiungere al paniere delle crypto offerte anche la sua cara Dogecoin. 

Stefania Stimolo
Stefania Stimolo

Laureata in Marketing e Comunicazione, Stefania è un’esploratrice di opportunità innovative. Partendo come Sales Assistant per e-commerce, nel 2016 inizia ad appassionarsi al mondo digitale autonomamente, inizialmente in ambito Network Marketing dove conosce e si appassiona dell’ideale di Bitcoin e tecnologia Blockchain diventandone una divulgatrice come copywriter e traduttrice per progetti ICO e blog, ed organizzando corsi conoscitivi.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.