banner
Bitcoin, + 1400% un anno dopo il crash di marzo 2020
Bitcoin, + 1400% un anno dopo il crash di marzo 2020
Bitcoin

Bitcoin, + 1400% un anno dopo il crash di marzo 2020

By Eleonora Spagnolo - 31 Mar 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Dal 13 marzo 2020 al 31 marzo 2021 Bitcoin è cresciuto di più 1000%. È quel che sottolinea l’exchange crypto Luno in un report in cui rileva come la crescita sia stata dell’intero settore.

Chi non è nuovo del mercato delle criptovalute e non si è avvicinato solo con i record di fine 2020, ricorderà il crash di marzo 2020. Quando si diffuse il panico da coronavirus, ci fu un crollo dei mercati finanziari e contestualmente un crollo di quello delle criptovalute. 

Bitcoin scese sotto i 4.000 dollari. Come sempre, qualcuno lo diede per morto. E invece da quel 13 marzo 2020 Bitcoin non solo si è rialzato, ma lo ha fatto con uno stile da fare invidia a qualsiasi altro asset, oro, greggio e mercati azionari compresi. 

Per la precisione, con i record a 60.000 dollari toccati proprio il 13 marzo 2021, Bitcoin è salito del 1400% in un anno.

Non solo, anche le altcoin sono cresciute molto in questo nuovo anno e secondo Luno l’altseason sull’onda della speculazione è già iniziata. 

Dal report emergono anche altri dati importanti. Ad esempio, i fondi di investimento in Bitcoin secondo Luno detengono circa 800.000 BTC, il 4,3% della supply totale. 

Inoltre anche il mercato dei derivati di Bitcoin sta toccando numeri impressionanti. Ad esempio, l’open interest sui futures rimane intorno ai 20 miliardi di dollari. In questo segmento, si fa notare ancora una volta uno dei maggiori player del mercato, Binance, che ha assunto una posizione dominante. 

Bitcoin verso nuovi record un anno dopo il crollo di marzo 2020

Questi dati sono stati commentati da Sam Kopelman, Country Manager UK di Luno:

“Bitcoin ha avuto un grande inizio nel 2021, il migliore in otto anni. Dato che sembra destinato a colpire di nuovo $60.000K, è eccitante vedere cosa ha in serbo il resto dell’anno, anche se il modello stabilito finora indica che siamo in una salita costante”.

Come detto, fanno bene anche le altcoin che hanno ottime prospettive di crescita:

La domanda del mercato è aumentata anche al di là dei ‘grandi’ come Bitcoin, quindi ci aspettiamo anche che le altcoins continuino a salire di valore quest’anno. Anche dopo aver visto un pullback la scorsa settimana, il mercato è ancora salito con molte altcoins che hanno superato un ritorno del 50% a marzo”.

Paolo Ardoino (Bitfinex) spiega il rally di Bitcoin

A trascinare ieri il prezzo nuovamente verso il record dei 60.000 dollari è stato l’annuncio di Paypal che promette di far diventare le criptovalute dei mezzi di pagamento comuni. 

Ma per Paolo Ardoino, CTO di Bitfinex e Tether, il rally di Bitcoin è stato influenzato dall’ingresso degli investitori istituzionali: 

“Il rally del bitcoin può essere in parte alimentato dal coinvolgimento istituzionale con i recenti annunci di Visa e PayPal che hanno ispirato nuovi massimi storici ieri sera. I pagamenti come caso d’uso stanno diventando sempre più tangibili per le aziende fintech e i loro clienti, il che potrebbe significare curiosità da parte degli investitori al dettaglio. Le altcoin sembrano anche rispondere bene al prezzo relativamente stabile del bitcoin, indicando quella che potrebbe essere un’altra stagione delle altcoin”.

 

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.