La Svizzera autorizza il primo fondo di investimento crypto
La Svizzera autorizza il primo fondo di investimento crypto
Criptovalute

La Svizzera autorizza il primo fondo di investimento crypto

By Eleonora Spagnolo - 29 Set 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

In Svizzera la Finma ha autorizzato il primo fondo di investimento in criptovalute. 

Il fondo si chiama, appunto, Crypto Market Index Fund, ed è ristretto per investitori qualificati.

Come funziona il primo fondo di investimento crypto in Svizzera

Il  Crypto Market Index Fund è classificato come fondo di investimento alternativo a rischio. Il fondo si basa su asset in criptovalute o basati su blockchain. A sua volta investe solo in determinati asset crypto che hanno grandi volumi di trading.

Scrive la Finma: 

“Poiché le criptovalute comportano rischi particolari, la FINMA ha vincolato anche in questo caso l’approvazione a requisiti specifici nel caso in questione. Ad esempio, il fondo può investire solo in criptovalute consolidate con un volume di negoziazione alto”. 

Gli investimenti in questo fondo potranno avvenire tramite piattaforme che hanno sede in un paese membro del Financial Action Task Force (FATF) che rispettino le norme antiriciclaggio vicenti. 

Infine, la Finma ha imposto requisiti specifici per quanto riguarda gestione del rischio e di rendicontazione per le istituzioni coinvolte nella gestione e custodia.

Cosa sono i fondi di investimento crypto

I fondi di investimento crypto sono prodotti particolarmente adatti ad un pubblico di investitori istituzionali. In questo caso infatti viene comprata una quota del fondo che a sua volta è esposto sulle criptovalute. 

L’acquisto “standard” di crypto vede l’utente che compra crypto di solito da un exchange e custodisce le criptovalute in un suo portafoglio o direttamente nell’account della piattaforma dove lo ha comprato, facendosi carico dei rischi. 

Il fondo di investimento azzera questa procedura: l’investitore non si espone direttamente sulle criptovalute ma negozia delle vere e proprie azioni che hanno come sottostante le criptovalute. Questo riduce il rischio di frodi ma non quello legato alla volatilità dei prezzi di Bitcoin e crypto.

Svizzera crypto Fondo
La Svizzera apre fondo di investimento in criptovalute

La Svizzera all’avanguardia

Con questa decisione la Svizzera ancora una volta si dimostra all’avanguardia nei confronti del settore crypto. Non è un caso che proprio in Svizzera abbiano trovato casa alcune delle più importanti aziende del settore, tanto che la nazione, e in particolare i cantoni di Zugo e Lugano, si sono guadagnati l’appellativo di Crypto Valley

Anche Libra (ora Diem) aveva scelto la Svizzera  come sua sede e la Finma come ente regolatore, cosa che non ha impedito a Facebook di dover comunque fare i conti con gli Stati Uniti.

Qui è stata anche approvata una legge dedicata ai business basati su blockchain

Con l’approvazione del fondo di investimento crypto, la Svizzera apre ora agli investimenti in criptovalute da parte di investitori istituzionali, intercettando una domanda sempre più crescente. 

È l’esatto opposto di quanto sta facendo la SEC negli Stati Uniti. Qui da anni diverse aziende chiedono di approvare gli ETF su Bitcoin ma l’autorità USA non ne vuole sapere, ignorando le numerose richieste in tal senso. 

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.