Hillary Clinton: Bitcoin minaccia il dollaro
Hillary Clinton: Bitcoin minaccia il dollaro
Bitcoin

Hillary Clinton: Bitcoin minaccia il dollaro

By Eleonora Spagnolo - 22 Nov 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Bitcoin e le criptovalute rischiano di minare il ruolo del dollaro, ne è convinta Hillary Clinton.

L’ex segretario di Stato USA e candidata alla presidenza nel 2016 contro Donald Trump ne ha parlato nel corso di un panel con Bloomberg

Le parole di Hillary Clinton su Bitcoin

Nello specifico, la moglie dell’ex presidente USA Bill Clinton ha detto:

“Un’altra area a cui spero che gli stati-nazione inizino a prestare maggiore attenzione è l’ascesa delle criptovalute, perché quello che sembra uno sforzo molto interessante e un po’ esotico di estrarre letteralmente nuove monete per commerciare con esse ha il potenziale per minare le valute, per minare il ruolo del dollaro come valuta di riserva, per destabilizzare le nazioni, forse iniziando con quelle piccole ma andando molto più in grande”.

È singolare che il suo pensiero ricalchi quello del suo ex avversario.

Anche Donald Trump sembra temere le criptovalute proprio per il loro potenziale di minare la stabilità del dollaro statunitense. 

Quel che gli USA temono, in generale, è che l’ascesa delle criptovalute e il loro carattere globale possano soppiantare la globalità del dollaro stesso. 

Hillary Clinton Bitcoin
Hillary Clinton teme che le criptovalute siano un pericolo per il dollaro USA

Le reazioni

A queste parole, ha replicato la senatrice Cynthia Lummis: 

“I grandi leader non temono il futuro. L’America potrebbe vincere il futuro abbracciando Bitcoin come moneta dura che può essere usata per stabilizzare il dollaro e annullare la caduta iniziata nel 1971”.

Anche il deputato Ted Budd ha commentato ironicamente: 

“Buongiorno a tutti a parte Hillary Clinton, che ha una visione obsoleta delle nuove tecnologie finanziarie come #crypto & #Bitcoin.

Credo che abbia senso. Ha ancora problemi con le email”.

Parole che si riferiscono all’email-gate che turbò la campagna elettorale di Hillary Clinton nel 2016. 

Il prezzo di Bitcoin

Le parole dell’ex segretario di Stato USA sono state accolte con freddezza dal mercato. Bitcoin da giorni ha perso il supporto (più psicologico che tecnico) dei 60.000 dollari e viaggia intorno ai 57.500 dollari dopo aver rimbalzato nel weekend. 

A sostenere Bitcoin sono arrivate altre notizie, in particolare da El Salvador. Nel primo paese al mondo che accetta Bitcoin come valuta legale, sarà emesso un bond da 1 miliardo di dollari per finanziare la costruzione di una città Bitcoin.

È come una linea di demarcazione: c’è chi abbraccia il futuro e le nuove tecnologie, come Nayib Bukele, e chi è impegnato a difendere l’esistente, come Hillary Clinton. 

I posteri diranno chi ha ragione. 

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.