John McAfee, in arrivo un libro e un film sulla sua vita
John McAfee, in arrivo un libro e un film sulla sua vita
News dal Mondo

John McAfee, in arrivo un libro e un film sulla sua vita

By Eleonora Spagnolo - 25 Nov 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

La vita di John McAfee diventerà un libro ed un film che verrà prodotto da AMDC Films. 

Il celebre inventore dell’antivirus McAfee, poi diventato influencer crypto, entra definitivamente nell’immortalità.

Il libro su John McAfee

AMDC ha opzionato i diritti per trasportare in un film i contenuti del libro “No Domain: The John McAfee Tapes” di Mark Eglinton, che sarà pubblicato il prossimo 28 dicembre da Post Hill Press. 

Il libro è estratto dalle conversazioni tra John McAfee e Mark Eglinton avvenute nel 2019, quando McAfee era già in fuga dagli Stati Uniti e in un luogo segreto.

Nelle conversazioni con l’autore, McAfee ha ripercorso il suo vivere inimitabile. Si parla del padre violento che si tolse la vita, dell’overdose da LSD che lo portò quasi a voler uccidere la sua prima moglie e la figlia, della collaborazione con la CIA, del lancio del suo antivirus. E poi la vita in Belize, segnata dalla morte del suo vicino di casa della quale fu accusato, e ancora la candidatura alla presidenza degli Stati Uniti nel 2016, fino alla fuga rocambolesca non prima di aver seppellito denaro e oggetti di valore in luoghi segreti.

Tutto questo è “No Domain: The John McAfee Tapes” raccontato dallo scrittore scozzese, già autore di altre biografie tra le quali quella del capitano di rugby Michael Lynagh e dell’ex calciatore Michael Owen.

Il film sulla vita rocambolesca di John McAfee

I contenuti di “No Domain: The John McAfee Tapes” diventeranno anche un film realizzato da AMDC Films. Si tratta della casa di produzione fondata da Amanda Milius, figlia del regista e produttore John Milius (Apocalypse Now, Dirty Harry, Red Dawn, Conan The Barbarian).

Attualmente la casa di produzione sta riscontrando molto successo con “Plot Against the President”. Il documentario, trasmesso su Netflix, tra i più visti del 2020, racconta le bugie sulle interferenze russe durante la campagna elettorale per le presidenziali del 2016, quella in cui Donald Trump sconfisse Hillary Clinton. 

Adesso AMDC Films si cimenterà con la vita di John McAfee. Spiega Amanda Milius:

“Ho una grande passione per gli uomini coraggiosi. L’ultimo film che abbiamo fatto riguardava il coraggio morale, e sono estremamente grato di lavorare con un autore il cui coraggio e la cui fedeltà all’argomento traspare in questa opera definitiva su uno degli uomini più originali, iconoclasti, vibranti, eccitanti e interessanti che siano mai vissuti, John McAfee”. 

John McAfee film
Janice McAfee non crede alla tesi del suicidio

La vita stroncata di John McAfee

John McAfee è morto lo scorso 23 giugno in un carcere di Barcellona dove era detenuto a seguito dell’arresto e in attesa dell’estradizione negli Stati Uniti. La moglie Janice McAfee non crede alla tesi del suicidio. Troppi dettagli non la convincono che il marito voleva togliersi la vita, o almeno nulla faceva presagire che fosse in uno stato mentale che l’avrebbe portato ad uccidersi. 

Nelle sue tasche inoltre è stato trovato un biglietto che per le autorità è la prova del suo voler porre termine alla sua vita, ma per la moglie quella non è la sua scrittura. 

Qualcuno voleva mettere a tacere McAfee? Non è dato saperlo. Quel che è certo è che in un passaggio del libro di Mark Eglinton si parla del rapporto tra l’influencer crypto e l’FBI. In uno dei contatti avuti con un agente, McAfee racconta di quando questa persona gli fece intendere che se avesse voluto ucciderlo e far sparire le prove, poteva farlo. 

Parole che, lette oggi, suonano sinistre, forse premonitorie. 

Il libro e il film nelle intenzioni di Janice McAfee, racconteranno chi era l’uomo che amava: 

“Per anni i media hanno diffuso la loro narrazione distorta di chi credevano fosse John McAfee ed è per questa ragione che John ha voluto che la sua storia fosse raccontata con le sue stesse parole nonostante la nostra clandestinità. Spero che questi film onoreranno il suo desiderio di avere la storia della sua vita raccontata in modo veritiero”.

Sarebbe il secondo film su John McAfee. Quando ancora era in vita, era già uscito “King of the Jungle”, con Michael Keaton ad interpretare John McAfee durante gli anni in Belize. 

Adesso il nuovo film avrà un compito ancora più importante: rendere omaggio alla memoria di McAfee, ora che lui non c’è più.

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.