Anche Michael Jordan nel metaverso
Anche Michael Jordan nel metaverso
NFT

Anche Michael Jordan nel metaverso

By Vincenzo Cacioppoli - 16 Dic 2021

Chevron down
Ascolta qui
download

Il sei volte campione della NBA con i Chicago Bulls, uno delle leggende viventi del basket professionistico americano, Michael Jordan, entra nel metaverso. 

L’atleta ha annunciato di aver fondato insieme al figlio Jeffrey una startup tech, Heir, che avrebbe appena chiuso un primo finanziamento da 10 milioni di dollari.

Heir, la startup di Michael Jordan su Solana

Heir sarebbe una società che si occupa di collegare i fan con i propri beniamini dello sport, il tutto costruito sulla blockchain Solana, con la creazione di un token che permetterebbe appunto di effettuare merchandising ed interazioni legate al mondo sportivo.

Ha spiegato Jeffrey Jordan in un’intervista

“ Ciò che Heir Inc. sta sviluppando è costruito appositamente per una nuova era di impresa sportiva, aprendo la porta a una narrazione più ricca e un coinvolgimento dei consumatori più profondo. Il nome Jordan ha coltivato una comunità leale per più di 35 anni; l’obiettivo ora è trasmettere quell’eredità alla prossima generazione. Speriamo di continuare a costruire e investire in attività che diano lo stesso rispetto ai media e allo spazio tecnologico.”

La startup  dei Jordan, che dovrebbe partire ufficialmente nei primi mesi del 2022,  prevede di costruire una piattaforma comunitaria rivolta ai consumatori per consentire agli atleti di connettersi con i fan, nonché altre linee di attività, tra cui uno studio di intrattenimento e prodotti di consumo.

Solana Heir
Solana supporterà la stratup tech di Michael Jordan

Solana con un tweet sul suo profilo ha dato l’annuncio della creazione della nuova startup di Michael Jordan sulla sua blockchain.

Sport e crypto un connubio sempre più stretto

Questa non è la prima iniziativa di Michael Jordan nello spazio crittografico. Nei mesi scorsi ha preso parte ad un round di finanziamento da $ 305 milioni del produttore NBA Top Shot Dapper Labs, e ha partecipato al round di serie C da $ 150 milioni a novembre per Mythical Games, un produttore di infrastrutture di giochi crittografici.

Ma molte altre stelle della NBA, come Kayvon Thibodeaux, Jaylen Clark, Spencer Dinwiddie hanno messo all’asta NFT delle loro gesta. La NBA ad ottobre ha firmato un contratto di partnership con il celebre exchange Coinbase. Ad inizio anno ha stipulato  una partnership con la società Dapper Labs per vendere carte digitali delle sue star, registrando vendite record per circa 230 milioni di dollari.

La stessa società Dapper Labs  ha da poco chiuso un accordo simile con la NFL, la lega del football americano.

Nel 2021 poi il mondo della criptovalute è entrato nel mondo della formula uno, con l’ingresso come main sponsor dell’exchange Crypto.com.

Sorare, società che ha creato una sorta di fantacalcio digitale basato sugli NFT, ha chiuso accordi con 142 club di calcio, oltre ad accordi con la Liga spagnola e la Bundesliga tedesca.

Ea interessata agli NFT per videogiochi 

Tutto ciò si sta trasferendo anche nel gioco legato allo sport. EA, la società che realizza il diffusissimo videogioco di calcio Fifa, sta seriamente pensando ad inserire all’interno del suo gioco alcune modalità legate al mondo degli NFT

L’amministratore delegato della società, Andrew Wilson, ha detto il mese scorso agli investitori che crede che i giocatori della Fifa vogliano vedere NFT all’interno del videogioco:

“I giocatori vogliono più modalità di gioco all’interno del gioco, che vadano oltre il semplice calcio 11 contro 11”

 

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.