Terra ha superato Ethereum per asset in staking
Terra ha superato Ethereum per asset in staking
DeFi

Terra ha superato Ethereum per asset in staking

By Eleonora Spagnolo - 14 Mar 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Terra ha sorpassato Ethereum in termini di valore totale di asset in staking. A rivelare questo aspetto è la chart messa a disposizione dal Staking Rewards.

Asset in staking, Ethereum terza in classifica

Secondo questa classifica, la blockchain con più asset in staking è Solana, che conta 31 milioni di dollari di controvalore in staking. Segue Terra, con 29 miliardi, e poi Ethereum 2.0 che ha 24 miliardi di dollari in staking. 

Il sorpasso di Terra su Ethereum è da giustificare grazie al repentino aumento di valore di Terra. Il token LUNA infatti anche oggi guadagna un ulteriore 4% in una giornata sostanzialmente piatta per il mercato crypto e si porta a 93 dollari. In un mese, LUNA ha raddoppiato il suo valore, passato da 48 dollari circa al picco di 104 dollari (ATH, toccato lo scorso 9 marzo). Questa impennata ha fatto lievitare anche il controvalore degli asset in staking. 

Ethereum 2.0, ovvero la Beacon Chain su cui vengono depositati gli Ethereum in staking in attesa del passaggio definito al sistema di consenso PoS, conta in questo momento più di 10.000.000 di ETH in staking, che moltiplicati per l’attuale valore di ETH ($2.580) restituiscono un controvalore di oltre 25 miliardi di dollari. 

Ethereum PoS
Ethereum sta per passare alla PoS

Il balzo di Terra (LUNA)

Ma cosa c’è dietro questa ascesa di Terra? Secondo molti il progetto DeFi si sta espandendo a dismisura. Secondo Defillama conta un TVL pari a 17,7 miliardi di dollari. Il protocollo con maggiore TVL è Anchor, che ha registrato in un mese un incremento del 60% degli asset depositati. Questo però è un’arma a doppio taglio. Avendo Anchor il 73% di dominance, basta una falla in questo protocollo per far crollare tutto.

Non è un punto all’ordine del giorno, ma è sicuramente un’eventualità da tenere presente per la solidità di Terta.  

Ethereum e il passaggio a PoS

Ethereum non segue il rally di Terra e si muove in modo decisamente più lento. In questi giorni di alti e bassi del mercato crypto, la seconda criptovaluta per capitalizzazione fa fatica a staccarsi dal supporto dei 2.500 dollari e a spiccare il balzo verso l’alto, con un primo target psicologico a 3.000 dollari. 

Nel frattempo, aumentano gli ETH in staking sulla Beacon Chain, che solo pochi giorni fa non arrivavano a 10 milioni di pezzi e ora invece hanno superato questa soglia.

La differenza sostanziale con le altre forme di staking, è che gli ETH in staking su Beacon Chain non possono essere ritirati finché la blockchain non diventerà pienamente operativa. 

Al contrario gli asset in staking su Terra possono essere ritirati. 

Ad ogni modo la crescita del numero degli ETH in staking mostra la fiducia della community verso il nuovo protocollo di consenso che attende solo di essere lanciato. 

Eleonora Spagnolo

Giornalista con la passione per il web e il mondo digitale. È laureata con lode in Editoria multimediale all’Università La Sapienza di Roma e ha frequentato un master in Web e Social Media Marketing.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.