Criptovalute vs Crypto CFD: quale scegliere per il trading?
Criptovalute vs Crypto CFD: quale scegliere per il trading?
Criptovalute

Criptovalute vs Crypto CFD: quale scegliere per il trading?

By Crypto Advertising - 19 Mag 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

SPONSORED POST*

Che siate un investitore online alle prime armi con le criptovalute come asset class o un esperto di blockchain che si affaccia al trading, decidere dove investire il vostro denaro può portare a porsi delle domande. È meglio investire direttamente in Bitcoin o Ethereum? Oppure i vostri bisogni sarebbero meglio soddisfatti dai contratti per differenza (CFD) che seguono i mercati in rapida evoluzione? 

Le principali differenze tra criptovalute e crypto CFD

Prima di prendere una decisione, è opportuno distinguere tra l’investimento in crypto e l’investimento in un contratto per differenza (CFD) in crypto. Pur essendo ovviamente correlati, si tratta di strumenti finanziari molto diversi tra loro e la comprensione della differenza può chiarire l’uso migliore del vostro denaro e il miglior broker online per voi.

Justin Grossbard di CompareForexBrokers.com spiega che:

“Il primo passo nell’investimento retail, che si tratti di criptovalute, CFD o altri asset, è la scelta del broker giusto. E questo significa un broker autorizzato e regolamentato, approvato per operare ovunque si viva”. 

Investire attraverso un broker autorizzato non solo garantisce l’effettivo accesso al mercato, ma offre anche una certa protezione al vostro investimento. 

Investire in criptovalute significa semplicemente utilizzare la propria valuta locale per acquistare una quantità equivalente di crypto, come Bitcoin, Tether o Solana, che vengono poi custodite in un portafoglio digitale sicuro

Possedendo criptovalute concrete, siete in grado di acquistare token, NFT e altri beni virtuali, ma anche oggetti nel mondo reale. Se decidete di vendere le vostre criptovalute, potete trarre profitto da un aumento del loro valore rispetto al prezzo di acquisto pagato.

I CFD sulle criptovalute, come funzionano?

Quando si investe nei crypto CFD, tuttavia, non si acquistano mai le criptovalute o i token. Si stipula invece un accordo con una istituzione finanziaria per scambiare la differenza di valore di una determinata criptovaluta entro un determinato periodo di tempo. 

In pratica, un investitore e un intermediario scommettono l’uno sull’altro che il mercato delle criptovalute si muoverà in una certa direzione e, a una data stabilita, chi ha previsto correttamente riceve dall’altro un pagamento pari al valore della differenza tra il vecchio e il nuovo prezzo.

Sebbene il trading diretto in crypto abbia l’ovvio vantaggio di offrire tutti i vantaggi della tecnologia blockchain, come sicurezza, flessibilità e scalabilità per una varietà di transazioni, non è privo di svantaggi. Le criptovalute più note e sicure possono essere costose: in questo momento, un ETH vale circa 1.850 euro, e questo dopo un significativo calo di valore

Le caratteristiche del mercato delle criptovalute

Questo ci porta a un altro possibile svantaggio: i mercati delle criptovalute fluttuano rapidamente, guadagnando e perdendo valore velocemente. Se non si è impegnati nella visione del web3 o se si è un investitore inesperto, può essere difficile resistere agli alti e bassi di questo mercato volatile.

Il trading in CFD, invece, consente di trarre profitto proprio da questa volatilità senza assumersi il rischio di possedere una criptovaluta vera e propria. Ad esempio, potreste vedere lo stesso precipitoso calo del valore di ETH in modo diverso se aveste previsto correttamente il movimento del mercato e aveste aperto le posizioni appropriate. 

Capire quale posizione prendere, tuttavia, richiede un certo grado di pazienza e persistenza, insieme alla volontà di imparare strategie di trading talvolta complesse. 

Investire in criptovalute o in CFD può comportare alcune sfide normative. Alcune giurisdizioni, come gli Stati Uniti, hanno legalizzato le criptovalute solo di recente e non consentono il trading di CFD di alcun tipo. Altri Paesi e mercati finanziari hanno un approccio più aperto, ma è importante documentarsi prima di iniziare a fare trading.

In sintesi, investire direttamente in criptovalute offre l’opportunità di partecipare al più ampio movimento blockchain. Il trading in CFD, invece, offre il vantaggio di possibili profitti anche se le criptovalute stesse perdono valore. Indipendentemente dall’investimento più adatto a voi, è importante che eseguiate sempre le vostre transazioni attraverso un broker autorizzato nel vostro Paese di residenza. 

*Questo articolo è stato pagato. Cryptonomist non ha scritto l’articolo né ha testato la piattaforma.

 

Crypto Advertising

Vuoi un tuo articolo pubblicato su Cryptonomist? Vuoi pubblicizzare il tuo progetto crypto? Contattaci su [email protected]

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.