banner
Voyager LLC dichiara inadempienza di Three Arrows Capital (3AC)
Voyager LLC dichiara inadempienza di Three Arrows Capital (3AC)
Criptovalute

Voyager LLC dichiara inadempienza di Three Arrows Capital (3AC)

By Vincenzo Cacioppoli - 27 Giu 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

Il broker di criptovalute ha annunciato che la sua sussidiaria ha emesso un avviso di default all’hedge fund Three Arrows Capital per mancato rimborso di un prestito concesso.

Three Arrows Capital risulta inadempiente secondo Voyager LLC

Qualche giorno fa l’hedge fund Three Arrows Capital (3AC) ha perso milioni di dollari sia per investimenti sbagliati che a causa del mercato in fase bear.

Continua, infatti, un periodo nero per il mercato delle criptovalute e di conseguenza cominciano ad evidenziarsi problemi di liquidità per alcune società legate a questo mondo.

Dopo il crollo dell’ecosistema Terra e della sua stablecoin un mese e mezzo fa, e l’annuncio che la piattaforma Celsius ha deciso di bloccare i prelievi per le difficoltà del mercato, ora è la volta dell’hedge fund Three Arrows Capital ad avere seri problemi a rimborsare un prestito ricevuto.

In un comunicato stampa emesso dalla società broker, si legge:

“Voyager Digital LLC, ha emesso un avviso di inadempienza a Three Arrows Capital (“3AC”) per il mancato pagamento dei pagamenti richiesti sul prestito precedentemente divulgato di 15.250 BTC e $ 350 milioni di USDC. Voyager intende perseguire il recupero da 3AC ed è in discussione con i consulenti della Società in merito ai rimedi legali disponibili”.

I dettagli del prestito e del mancato pagamento

La società ha affermato di aver chiesto il rimborso di 25 milioni di USDC entro il 24 giugno. Non ricevendo risposta dall’hedge fund, ha preso la decisione di chiedere che venisse rimborsato l’intero importo entro il 27 giugno. Alla scadenza prevista, non avendo ricevuto nessun pagamento, è scattata la richiesta di default, ha spiegato Voyager.

Secondo i dati emersi dalla controllante Voyager, la sussidiaria avrebbe liquidità sufficiente per far fronte al mancato rimborso (circa 137 milioni di dollari in contanti). Voyager ha avuto nei mesi scorsi accesso a 75 milioni di dollari da una linea di credito messa a disposizione da Alameda. Il default di 3AC non determina nessuna revisione di questo accordo con Alameda, fanno sapere fonti di Voyager.

Stephen Ehrlich, amministratore delegato di Voyager, ha affermato:

“Stiamo lavorando diligentemente e rapidamente per rafforzare il nostro bilancio e perseguendo opzioni in modo da poter continuare a soddisfare le richieste di liquidità dei clienti”.

Maggiori info sul fondo Three Arrows Capital

Three Arrows Capital, hedge fund fondato nel 2012 da Su Zhu e Kyle Davies, aveva già mostrato segni di grande difficoltà nelle passate settimane, a causa delle condizioni sfavorevoli del mercato che avevano determinato perdite milionarie (si parla di oltre 40 milioni di dollari da inizio anno). 

Questa richiesta di default potrebbe influire pesantemente sulla capacità del fondo di richiedere ulteriori prestiti al mercato e potrebbe essere l’anticamera di un vero e proprio fallimento, malgrado le rassicurazioni, giunte dai vertici societari del fondo.

Vincenzo Cacioppoli

Vincenzo è genovese di nascita ma milanese di adozione. E' laureato in scienze politiche. E' un giornalista, blogger, scrittore, esperto di marketing e digital advertising. Dopo una lunga esperienza nel marketing tradizionale, comincia attività con il web e il digital advertising nel 2011 fondando una società Le enfants. Da sempre appassionato di web e innovazione, nel 2018 approfondisce le tematiche legate alla blockchain e alle criptovalute. Trader indipendente in criptovalute dal marzo 2018, collabora con aziende del settore come content marketing specialist. Nel suo blog. mediateccando.blogspot.com, da tempo si occupa soprattutto di blockchain, che considera come la più grande innovazione tecnologia dopo Internet. A novembre è prevista l'uscita del suo primo libro sulla blockchain e il fintech.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.