BNB Chain e Google Cloud uniscono le forze
BNB Chain e Google Cloud uniscono le forze
Blockchain

BNB Chain e Google Cloud uniscono le forze

By George Michael Belardinelli - 19 Set 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

BNB Chain, una blockchain smart contract strettamente legata all’exchange di criptovalute Binance, e Google Cloud, stanno collaborando per promuovere la crescita di progetti Web3 e Blockchain.

La notizia oramai filtrata da qualche giorno, tratta di una liaison nata anche per fronteggiare la mossa di Facebook/Meta di sviluppare sempre di più l’ecosistema del Web 3.0. La collaborazione strategica prevede di offrire infrastruttura di base, crediti di cloud computing e tutoraggio ad alcune startup Web3 e blockchain. 

Così aveva annunciato per primo la notizia Watcher Guru cinque giorni fa su Twitter, scatenando i commenti del web che erano entusiasti della buona novella in quanto permetteva di sviluppare mondi nuovi che saranno la base del nostro futuro come appunto il Web3 e la blockchain e le loro infinite possibilità in ogni campo. 

Il futuro del Web3: la grande partnership tra BNB Chain e Google Clouds

Il progetto pone le basi per cambiare le cose e si pone l’obiettivo di portare progetti di qualità mai vista prima e di grande affidabilità così da far apprezzare alle masse queste nuove tecnologie e invogliare investitori vecchi e nuovi a far affluire risorse nel settore. 

Questa collaborazione tra i due giganti dà la possibilità di analizzare i dati on-chain e crittografare le informazioni tramite il Cloud di Mountain View che è leader nel settore ed è una infrastruttura scalabile, sicura e open source.

Gwendolyn Regina, direttore degli investimenti di BNB Chain, ha dichiarato:

“Google Cloud è un ottimo lettore Web2 e ha fatto davvero un sacco di cose Web3. Per noi è importante lavorare solo con grandi giocatori che hanno grandi visioni e condividiamo lo stesso DNA e le stesse visioni”.

Lasciando trasparire un entusiasmo che si adatta bene ai grandi inizi. 

All’inizio di quest’anno, Google Cloud ha aggiunto il servizio di rilevamento delle minacce malware per il mining di criptovalute e ha lanciato il suo nuovo team dedicato alle risorse digitali dando un segnale forte di volersi integrare in questo mondo che cresce ma che è ancora relativamente giovane. 

BNB Chain, in questo momento, ha oltre 1.300 dApp (app decentralizzate) attive nel suo ecosistema e si definisce già la più grande blockchain di contratti in termini di volume, di transazioni intelligenti e utenti in Web3, dando la cifra della sua importanza (anche strategica) nel settore. 

Binance sul proprio sito spiega che:

“La collaborazione strategica consentirà alle startup Web3 e blockchain in fase iniziale di sviluppare e scalare innovazioni ad alte prestazioni, efficienti e sostenibili per gli utenti e l’intero settore”.

Segue poi il tweet del CEO, Changpeng Zhao, condiviso con l’intera community proprio ieri:

Gli obiettivi della nuova collaborazione

Il programma di supporto per le startup di Google Cloud, che faciliterà l’accesso sia ai costruttori Web3 di BNB che agli omologhi Most Valuable Builder di Binance, sarà riservato inizialmente a circa 150 progetti che riceveranno un “accesso accelerato” nell’ambito di un programma di velocizzazione incentrato su BNB. 

“Non vediamo l’ora di collaborare con BNB Chain per fornire ai costruttori Web3 l’infrastruttura cloud più pulita su cui sviluppare e scalare le loro applicazioni. Ciò si basa sul nostro lavoro esistente per supportare le esigenze dei nostri clienti nello sviluppo, nella transazione, nella conservazione del valore e nella distribuzione di nuovi prodotti su piattaforme basate su blockchain”.

Ha dichiarato il direttore di Web3 Google Clouds, James Tromans, che è divenuto il padre putativo della partnership dopo che a maggio l’ex dirigente di City Groups è stato messo a capo del progetto.

Gli fa eco la direttrice della divisione investimenti di BNB Chain Gwendolyn Regina che aggiunge 

“Collaborando con Google Cloud, possiamo aiutare i costruttori Web3 ad accedere a un’infrastruttura cloud aperta, sicura e a emissioni zero, necessaria per rafforzare e scalare le loro attività”.

Non solo rose e fiori tuttavia, la community che c’è da dire ha accolto festante che due colossi del genere collaborino ad un fine comune, non ha lesinato critiche come quella di questo utente, tale Techoshi777 che, in risposta all’utilizzo di Google Clouds ha twittato quanto segue:

“Ho utilizzato Google Clouds per monitorare l’attività blockchain e calcolare le distribuzioni di Token. Può essere costoso ma ne vale la pena”.

L’evoluzione del mondo Web3

Lasciando presagire che ci sono ancora degli aspetti da migliorare in termini di costo, di servizi e di sicurezza, ma che la strada tracciata è quella giusta.

A tal proposito, se da un lato Google si muove per sviluppare la crescita di progetti Web3 e Blockchain, dall’altro non resta fermo in termini di sicurezza. 

Per rafforzare questo aspetto importante della sua rete blockchain Ronin, ha iniziato una nuova collaborazione con la società Sky Mavis del Vietnam, il creatore dell’ecosistema NFT di Axie Infinity

Axie Infinity, qualora ci fosse bisogno spiegarlo, non è altro che il gioco Play to Earn più in voga e che vanta milioni di giocatori. 

Clouds ad oggi ha offerto strumenti per gli sviluppatori finalizzati alla costruzione di network di blockchain, i clienti sono stati Dapper Labs, Hedera e Thera Labs mentre un integrazione per l’analisi di dati on chain era stata fatta dagli sviluppatori con Polygon.

Il mondo del Web3 e la Blockchain si stanno ormai facendo strada a larghi passi nel mondo degli addetti ai lavori ma vengono percepiti e capiti sempre più anche dalle persone comuni grazie all’importante opera di divulgazione di piccoli e grandi appassionati. 

Questa volontà di aprirsi a mondi nuovi e ha opportunità prima inesistenti è alla base della collaborazione di cui abbiamo parlato in questo articolo e si evince dalle centinaia di nuovi progetti che ogni giorno nascono. 

NFT, Gaming, Crypto sono tutti incubatori di persone qualificate che con una Vision chiara uniscono le proprie capacità e risorse (sia in termini di tempo che di know how che economiche) per portare alla luce risultati importanti che fanno bene alla community e ci portano dritti in un nuovo futuro. 

BNB Chain e Google Clouds non fanno altro che prendere questi entusiasmi e velocizzare il loro processo di creazioni selezionando i progetti più interessanti e mettendo al loro servizio le abilità di chi fa questo a un livello più alto grazie alla sua immensa esperienza e capacità. 

George Michael Belardinelli

Ex Corporate manager presso Carifac Spa e successivamente Veneto Banca Scpa, blogger e Rhumière, negli anni si appassiona alla filosofia e alle opportunità che l'innovazione e i mezzi di comunicazione ci mettono a disposizione, in fissa con il metaverso e la realtà aumentata

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.