BlackRock lancia un ETF blockchain in Europa
BlackRock lancia un ETF blockchain in Europa
Blockchain

BlackRock lancia un ETF blockchain in Europa

By Marco Cavicchioli - 30 Set 2022

Chevron down
Ascolta qui
download

BlackRock ha lanciato un ETF destinato ai clienti europei e dedicato alla tecnologia blockchain. 

Si tratta dell’iShares Blockchain Technology UCITS ETF (BLKC), ovvero un ETF che replica l’indice Global Blockchain Technologies Capped di NYSE e FactSet. 

BlackRock sbarca in Europa con un nuovo ETF blockchain

BlackRock è la più grande società di investimento nel mondo, fondata nel 1988 a New York da Larry Fink e Robert Kapito. 

Gestisce un patrimonio totale di oltre 4.000 miliardi di dollari, di cui un terzo in Europa. Il mercato europeo pertanto non è affatto marginale per questo colosso americano. 

BlackRock è anche quotata alla Borsa di New York con il ticker BLK, e nonostante le ultime notizie è da qualche giorno che il valore del suo titolo scende. 

Anzi, è dalla seconda metà di agosto che scende, con una perdita cumulata del 26% che lo ha portato a toccare i minimi annuali ieri. 

Rispetto al picco massimo di sempre, toccato a novembre dell’anno scorso, ha perso il 41%, ed il valore attuale è in linea con quello che aveva poco prima del crollo dei mercati finanziari a marzo 2020 a causa dell’inizio della pandemia. 

Tuttavia va detto che questo trend è in linea con quello di molti altri titoli statunitensi quotati a New York, quindi non sta facendo altro che seguire l’onda al ribasso delle ultime settimane. 

BlackRock è leader in America nel segmento degli ETF e degli ETC, ma è presente anche in Europa sulla piazza finanziaria di Milano con la gamma di prodotti iShares quotati sull’indice ETF Plus della Borsa Italiana.

Da un po’ di tempo a questa parte la società ha iniziato ad interessarsi anche di criptovalute e blockchain, in particolare per cercare di soddisfare le crescenti richieste in tal senso dei loro clienti. 

Una società come BlackRock infatti può guadagnare con il mercato crypto anche senza dover fare investimenti o speculazioni dirette sulle criptovalute. Può ad esempio guadagnare fornendo servizi crypto agli investitori ed agli speculatori, senza dover rischiare l’investimento di capitali propri. 

Detto questo, in realtà la società ha anche effettuato investimenti propri nel settore, sebbene in genere sembra preferire investimenti in aziende crypto piuttosto che direttamente in criptovalute. 

Di recente ha lanciato negli USA un private trust su bitcoin spot, dopo aver firmato un accordo di partnership con Coinbase

etf blockchain bitcoin
Il nuovo ETF di BlakcRock con esposizione alla tecnologia blockchain

BlackRock offre al mercato diverse opportunità di investimenti crypto

Ormai è possibile affermare che la società sia decisamente attiva sui mercati crypto, anche se soprattutto grazie a prodotti finanziari derivati basati su criptovalute e società crypto e blockchain rivolti a investitori che non vogliono avere direttamente a che fare con le criptovalute. 

Bisogna, infatti, tenere presente che alcuni investitori non possono accedere per legge a mercati non regolamentati come quelli delle criptovalute, e necessitano quindi di prodotti regolamentati per poter aprire delle posizioni. Inoltre, vi sono anche altri investitori che semplicemente preferiscono stare alla larga dalla custodia fai-da-te delle criptovalute, ma che vogliono lo stesso operare sui mercati crypto. Infine, vi sono gli speculatori che preferiscono utilizzare derivati che danno loro maggiori strumenti di investimento. 

BlackRock ha già iniziato l’anno scorso a fornire prodotti derivati di questo tipo, quando aggiunse i future su bitcoin ad alcuni suoi fondi. 

In particolare il co-fondatore e CEO, Larry Fink, sembra abbia una visione ottimistica sul futuro di Bitcoin, tanto da sostenere che in parte potrebbe anche sostituire l’oro. Invece in passato lo aveva definito come nient’altro che un veicolo per la speculazione ed il riciclaggio di denaro.

Quindi, all’interno di BlackRock ad un certo punto c’è stata una vera e propria svolta su Bitcoin, dovuta ad un cambio di idea da parte del CEO. 

D’altronde dopo il crollo dei mercati finanziari di marzo 2020, Bitcoin fu in assoluto uno degli asset che si riprese meglio e più velocemente, e questo fu un forte segnale di resilienza. Nel caso in cui fosse un asset senza un reale valore di fondo quel crollo avrebbe dovuto azzerarlo, o perlomeno inguaiarlo parecchio. 

Invece, dimostrò una resilienza pari, se non superiore, a quella di altri asset molto più consolidati, e da allora molti hanno cambiato idea a riguardo. 

Caratteristiche del nuovo iShares Blockchain Technology UCITS ETF (BLKC)

iShares Blockchain Technology UCITS ETF (BLKC) consentirà ai clienti europei di ottenere esposizione ad una varietà di aziende coinvolte nello sviluppo, nell’innovazione e nell’utilizzo di blockchain e di altre tecnologie crypto. Il Fondo è quotato su Euronext, con un Total Expense Ratio (TER) dello 0,50%.

Il 75% della sua esposizione è nei confronti di società crypto la cui attività principale è legata alla blockchain, come ad esempio gli exchange, mentre il restante 25% è esposto a società di pagamento o di semiconduttori. 

In totale comprende titoli di 35 società globali dei mercati sviluppati ed emergenti, quindi BLKC non investe direttamente in criptovalute.

Il product strategist di BlackRock per gli ETF tematici e di settore, Omar Moufti, ha dichiarato: 

“Riteniamo che gli asset digitali e le tecnologie blockchain diventeranno sempre più rilevanti per i nostri clienti man mano che i casi d’uso si sviluppano per portata, scala e complessità. La continua proliferazione della tecnologia blockchain ne sottolinea il potenziale in molti settori. L’esposizione offerta da iShares Blockchain Technology UCITS ETF consentirà ai nostri clienti l’opportunità di impegnarsi con società globali che guidano lo sviluppo dell’ecosistema blockchain emergente”.

Da queste parole si evince che l’obiettivo di questo ETF non è quello di consentire agli investitori di prendere posizione sull’andamento dei prezzi delle criptovalute, ma su quello del settore industriale delle criptovalute

D’altronde di ETF che consentono l’esposizione diretta ai prezzi delle criptovalute ce ne sono già molti, anche se negli USA ne sono stati autorizzati solamente alcuni basati sui contratti future e non sul mercato spot. 

Gli ETF come BLKC consentono ai gestori una grande libertà nella costruzione del paniere di azioni su cui sono basati, quindi non si limitano affatto a replicare i prezzi delle criptovalute. 

Se questo da un lato potrebbe consentire di limitare le perdite durante il bear market, dall’altro però potrebbe anche garantire guadagni inferiori durante le bullrun. Tuttavia i clienti di questa tipologia di ETF preferiscono prodotti finanziari con un grado di rischio inferiore, a costo di accettare potenziali guadagni minori. 

Inoltre in genere in questi casi gli investitori si fidano del gestore del fondo, per quanto riguarda la scelta del sottostante e quindi di conseguenza le performance, così da non doversi prendere l’immane impegno di studiare tutti i titoli su cui potenzialmente potrebbe convenire investire. 

Quindi il valore aggiunto di BlackRock in questo caso è anche proprio lo studio e l’analisi del settore crypto a livello mondiale per scegliere quei pochi titoli che meglio si addicono ad un prodotto come BLKC, e soprattutto alle esigenze ed ai desideri dei suoi potenziali investitori. 

Oltretutto il settore crypto risulta essere particolarmente complesso e ostico ai non addetti ai lavori, perché spesso opera al di fuori degli schemi tradizionali a cui sono abituati gli investitori di vecchio stampo. Ovvero vi sono investitori per cui risulta particolarmente arduo analizzare in concreto cosa fanno, e soprattutto quali risultati potrebbero realisticamente ottenere le società che lavorano nel settore crypto. Quando questi investitori decidono di voler aprire una posizione finanziaria sul settore crypto finiscono o per farlo sostanzialmente a caso, o per scoraggiarsi. 

Gli ETF crypto come BLKC, o i numerosi altri ETF simili in circolazione sui mercati finanziari, soddisfano queste precise esigenze fornendo prodotti finanziari in cui assenza molti investitori semplicemente risulterebbero esclusi da questo settore. 

Marco Cavicchioli

"Classe 1975, Marco è stato il primo a fare divulgazione su YouTube in Italia riguardo Bitcoin. Ha fondato ilBitcoin.news ed il gruppo Facebook "Bitcoin Italia (aperto e senza scam)".

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.